Oss presso ASP - comportamento corretto con pazienti e colleghi

Domande 20
Disponibile Sempre
Navigazione all'indietro Consentito

Elenco domande

  1. La sig.ra Marcella è stata presa in carico dal Servizio di Assistenza Domiciliare in seguito ad ictus cerebrale ischemico con esiti di emiplegia destra, oggi deve fare il bagno settimanale e lei ha necessità di svestirla completamente. Come si comporta:
  2. La programmazione del Centro Diurno “Le Conchiglie” prevede che il mercoledì mattina si svolgano le attività di giardinaggio. Si tratta di una proposta di animazione particolarmente sentita dall’animatore. Oggi osserva che sono pochi gli ospiti che partecipano con entusiasmo. Come si comporta:
  3. Si reca nella camera della Sig.ra Iole, in CRA da qualche mese, affetta da demenza in stadio avanzato, allettata e non collaborante. Osserva che ha un’espressione facciale molto contratta, è agitata e si lamenta in continuazione come se avesse dolore. Come si comporta:
  4. Al termine di una festa, alla quale avete partecipato con gli utenti del Servizio Assistenza Domiciliare, lei si trova insieme al sig. Tiziano, emiplegico sinistro, e deve aiutarlo a rimettersi la giacca prima di uscire. Come si comporta:
  5. Annessa alla Casa Residenza vi è la camera mortuaria, nella quale vengono trasferite le salme degli ospiti deceduti. Dopo la constatazione di decesso della sig.ra Valeria, le viene chiesto di eseguire l’igiene e la composizione della salma. Come si comporta:
  6. Il sig. Luigi è ospite, da alcuni anni, della CRA “Arcobaleno”. La domenica mattina è sempre stato abituato a partecipare con i familiari alla Santa Messa che ha luogo nella cappella della struttura. Recentemente è stato sottoposto ad accertamenti diagnostici che hanno rilevato una demenza in fase iniziale. Da un mese, a causa del prolungato allettamento, sono insorti degli arrossamenti al sacro. I familiari non hanno ancora accettato le conseguenze di questa malattia. Oggi, al momento dell’igiene, Luigi si dimostra molto oppositivo e si rifiuta di alzarsi dicendo che non ne ha voglia. Come si comporta:
  7. Il familiare della sig.ra Maria, quando viene a prenderla al centro diurno, la ferma e le chiede, con fare ansioso, il motivo per il quale sua madre non indossa più la collana che le ha regalato per il compleanno. Come risponde:
  8. La sig.ra Maria, obesa ed affetta da importanti problematiche di tipo internistico, abita da sola, in un appartamento al terzo piano di una palazzina. Ormai non è più in grado di deambulare. Le viene chiesto di aiutare la sig.ra Maria per il bagno settimanale a domicilio come operatore del Servizio di Assistenza Domiciliare. Non avendo degli ausili a disposizione, deve assicurarsi di svolgere tutte le manovre necessarie, prevenendo il rischio da movimentazione dei carichi. Come si comporta:
  9. Lei è un operatore del Centro Socio-riabilitativo diurno per disabili. La sig.ra Roberta, utente con ritardo cognitivo lieve e leggera compromissione motoria, è arrivata al servizio da appena una settimana. Per la prima volta si presenta la necessità di accompagnarla in bagno. Roberta esprime chiaramente il disagio all’idea di essere assistita da un operatore uomo. Come si comporta:
  10. E’ già stata richiamata diverse volte dal RAA per gli straordinari fatti. Oggi si trova a casa della signora Giuseppina per l’ultimo intervento della giornata e, mentre sta concludendo le sue mansioni, si accorge che la porta di casa non si chiude correttamente. Questo disguido provoca nella signora una forte preoccupazione in quanto negli ultimi due mesi ha subito già due tentativi di furto. Chiama immediatamente il figlio della signora il quale le comunica che arriverà entro un’ora. Come si comporta:
  11. Si sta svolgendo la festa di Natale presso il Centro Socio-riabilitativo diurno per disabili dove lei lavora, il sig. Massimo, utente con ritardo cognitivo lieve dalla nascita ed iperfagico, comincia a manifestare agitazione psico-motoria, che si presenta anche con comportamenti aggressivi verso gli altri. Come si comporta:
  12. Durante l’attività di decoupage presso il Centro Socio-riabilitativo diurno per disabili, la sig.ra Teresa, con diagnosi di ritardo cognitivo e aspetti psicotici, comincia a parlottare tra sé e sé affermando che è presente vicino a lei un ragazzo nudo che le fa proposte oscene e per questo si innervosisce. Come si comporta:
  13. Dalla valutazione fisioterapica, il sig. Eugenio risulta ad alto rischio di caduta. Nel turno del mattino al Centro Diurno “Le Mongolfiere” deve trasferire l’ospite dalla sua carrozzina alla poltrona relax, come indicato dalla fisioterapista. Come si comporta
  14. Lei è un operatore del Servizio Assistenza Domiciliare. Il sig. Marco, cognitivamente orientato ma con un problema motorio agli arti inferiori, presenta nelle ultime settimane la cute delle gambe particolarmente secca e desquamata. Come si comporta:
  15. È stata appena assunta in CRA. Una mattina, durante l’alzata di Carlo, la collega Lorella, che lavora in CRA da lungo tempo, inizia a rimproverare in malo modo l’anziano provocando in lui una reazione di pianto. Come si comporta:
  16. La sig.ra Gloria, ospite di 54 anni, è entrata in CRA da alcuni mesi, a seguito di ischemia cerebrale emorragica. Ad oggi presenta gravi disordini motori ed impossibilità ad alimentarsi per bocca, con conseguente necessità di nutrizione tramite PEG. Al termine del ciclo di nutrizione l’infermiere sospende l’alimentazione enterale e a lei viene chiesto di posturare la signora. Come si comporta:
  17. Lei è un operatore del Centro Socio-riabilitativo diurno per disabili. La sig.ra Elena, utente con esiti di trauma cranico da incidente della strada, a seguito del quale si sono manifestati comportamenti di disinibizione, partecipa all’uscita settimanale al mercato. Durante l’attività comincia a lanciare epiteti contro i passanti creando imbarazzo in tutto il gruppo. Come si comporta:
  18. Lei è un operatore del Centro Diurno “I Gelsomini”. Durante il momento del pranzo, mentre sta dispensando, la Sig.ra Enrica, che ha appena iniziato a mangiare il primo da menu, improvvisamente inizia a manifestare una difficoltà respiratoria accompagnata da sforzi respiratori e tosse intensa. Come si comporta:
  19. Durante il pranzo presso il Centro Socio-riabilitativo diurno per disabili, il sig. Riccardo, utente in carrozzina a causa di una meningite acuta, rifiuta il pasto lamentando che il suo compagno di tavolo sbava continuamente e lui non riesce a mangiare in questa situazione. Come si comporta:
  20. Il signor Gino, ospite da alcune settimane del centro diurno ‘I Volti’, presenta un’infezione alle vie urinarie. Lei si accorge, durante la colazione, che le sue condizioni igieniche sono pessime, in particolare i pantaloni sono bagnati di urina. Come si comporta
Fonte
Asp Comuni Modenese Nord, Asp Terre d'Argine, Asp Delia repetto di Castelfranco
Difficoltà
medio