Ministero dell’interno, 150 posti vari

Anteprima

Avviso di selezione mediante avviamento degli iscritti negli elenchi tenuti dai centri per l’impiego di cui all’art. 16 della legge 28 febbraio 1987, n. 56, per complessive 150 unità di personale contrattualizzato non dirigenziale da inquadrare nell’Area degli operatori, di cui 93 nel profilo di ruolo di operatore amministrativo, Famiglia Amministrativa e della Comunicazione, e 57 nel profilo di ruolo di operatore tecnico, Famiglia Tecnico-Informatica, da immettere presso gli Uffici centrali e periferici del Ministero dell’interno

Scheda

Località
Posti
150
Scadenza
Scaduto
Fonte
Tipo

Bando e allegati

Secondo quanto disposto dal decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, recante “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche” e, in particolare, l’art. 35, comma 1, lett.b, è indetta una procedura di reclutamento a tempo indeterminato e pieno, mediante avviamento a selezione degli iscritti negli elenchi tenuti dai centri per l’impiego di cui all’art. 16 della legge 28 febbraio 1987, n. 56, per complessive 150 unità di personale contrattualizzato non dirigenziale da inquadrare nell’Area degli operatori, di cui 93 nel profilo di ruolo di operatore amministrativo, Famiglia Amministrativa e della Comunicazione, e 57 nel profilo di ruolo di operatore tecnico, Famiglia Tecnico-Informatica, da immettere presso gli Uffici centrali e periferici del Ministero dell’interno indicati nell’elenco allegato al provvedimento.

L’amministrazione civile dell’interno inoltra ai Centri per l’impiego territorialmente competenti la richiesta di avviamento a selezione di un numero di lavoratori pari al doppio dei posti da ricoprire, entro dieci giorni dalla ricezione della suddetta richiesta, i Centri interessati procederanno ad avviare a selezione i candidati secondo l’ordine di graduatoria degli iscritti aventi i requisiti indicati nella richiesta.

Requisiti e titoli di studio

Per partecipare alla procedura di avviamento a selezione, gli iscritti negli elenchi tenuti dai centri per l’impiego devono possedere: 

a) cittadinanza italiana o possesso dei requisiti previsti dall’art. 38, commi 1, 2 e 3bis, del decreto legislativo n. 165/2001; ovvero cittadinanza di altro Stato membro dell’Unione europea. Sono ammessi altresì i familiari di cittadini italiani o di un altro Stato membro dell’Unione europea, che non abbiano la cittadinanza di uno Stato membro ma che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché i cittadini di Paesi terzi titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria, ai sensi dell’art. 38 del decreto legislativo n. 165/2001. I soggetti di cui al predetto art. 38 devono essere in possesso dei requisiti, ove compatibili, previsti dall’art. 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 7 febbraio 1994, n. 174;
b) maggiore età;
c) assolvimento dell’obbligo scolastico;
d) idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni a cui la procedura si riferisce;
e) godimento dei diritti civili e politici;
f) non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;
g) non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarati decaduti per aver conseguito la nomina o l'assunzione mediante la produzione di documenti falsi o viziati da nullità insanabile, ovvero licenziati ai sensi della vigente normativa di legge o contrattuale;
h) condotta incensurabile ai sensi dell’art. 35, comma 6, del decreto legislativo n. 165/2001;
i) non aver riportato condanne penali con sentenza passata in giudicato e non avere in corso procedimenti penali, né procedimenti amministrativi per l'applicazione di misure di sicurezza o di prevenzione, nonché precedenti penali a proprio carico iscrivibili nel casellario giudiziale, ai sensi dell'art. 3 del decreto del Presidente della Repubblica n. 313/2002;
j) non essere stati sottoposti a misure di prevenzione o di sicurezza;
k) non essere stato sottoposti ad applicazione della pena ex art. 444 c.p.p.;
l) avere posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva secondo la vigente normativa italiana. 

Titoli di studio richiesti

Prove d'esame

Per il profilo di ruolo di operatore amministrativo il colloquio verterà su ordinamento del Ministero dell’interno e diritti e doveri dell'impiegato. La prova pratica avrà ad oggetto la verifica della capacità di riordinare i fascicoli, copiare documenti, utilizzare applicativi e strumenti informatici. Le mansioni proprie del profilo comportano lo svolgimento di attività ausiliarie e di supporto ai vari uffici, con autonomia e responsabilità riferite al corretto svolgimento dei compiti assegnati nell’ambito delle prescrizioni di massima e/o secondo procedure definite; attività di archivio e segreteria di tipo semplice, seguendo il flusso documentale relativo ai processi dell’ufficio; provvedere alla classificazione degli atti e dei documenti, alla registrazione, alla protocollazione e alla trasmissione degli atti, consegna e ritiro di atti e documenti; al ricevimento di visitatori; collaborazione alle attività di sportello regolando anche il flusso del pubblico, nonché attività svolta presso i centri cifra. Per le attività di competenza utilizzano apparecchiature tecnologiche. Ogni lavoratore è tenuto a svolgere le mansioni per le quali è stato assunto e le mansioni equivalenti nell’ambito dell’area di inquadramento.

Per il profilo di ruolo di operatore tecnico il colloquio verterà su ordinamento del Ministero dell'interno e diritti e doveri dell'impiegato. La prova pratica avrà ad oggetto attività di sistemazione e riordino di ambienti, anche attraverso il montaggio e lo smontaggio di elementi di arredo, nonché attività ordinaria di piccola manutenzione. Le mansioni proprie del profilo comportano prestare, con capacità generiche e manuali, all’interno di indirizzi definiti, supporto tecnico alle attività e alle lavorazioni degli uffici, sovrintendendo alle diverse fasi di lavorazione e intervenendo anche personalmente; ordinaria piccola manutenzione, smontaggio e montaggio di elementi di arredo, sistemazione e riordino di ambienti; magazzinaggio e riordino delle attrezzature variamente utilizzate; distribuzione di documenti e materiale d’ufficio; utilizzo di apparecchiature anche di tipo complesso e verifica della relativa efficienza; individuazione e correzione di eventuali difetti del prodotto finito ed esecuzione di prove di valutazione sugli interventi effettuati. Sovrintendere e intervenire personalmente alle operazioni di stampa, impaginazione, rilegatura di testi e riproduzioni grafiche. Per le attività di competenza utilizzano apparecchiature tecnologiche. Ogni lavoratore è tenuto a svolgere le mansioni per le quali è stato assunto e le mansioni equivalenti nell’ambito dell’area di inquadramento.

Dove va spedita la domanda

  • Entro 30 giorni dalla pubblicazione del presente avviso sul Portale “inPA”, disponibile all’indirizzo internet “https://www.inpa.gov.it/”, e sul sito istituzionale del Ministero dell’interno all’indirizzo “https://concorsiciv.interno.gov.it” , la Direzione centrale per le politiche del personale dell’Amministrazione civile del Dipartimento per l’amministrazione generale, per le politiche del personale dell’Amministrazione civile e per le risorse strumentali e finanziarie inoltra ai Centri per l’impiego territorialmente competenti la richiesta di avviamento a selezione di un numero di lavoratori pari al doppio dei posti da ricoprire, come indicati nell’allegato 1.  
  • https://www.inpa.gov.it/avviso-di-selezione-mediante-avviamento-degli-iscritti-negli-elenchi-tenuti-dai-centri-per-limpiego-di-cui-allart-16-della-legge-28-febbraio-1987-n-56-per-complessive-150-unita-d/
  • https://concorsiciv.interno.gov.it

Contatta l'ente

https://concorsiciv.interno.gov.it/reclutamento/multidip/index.htm - https://concorsiciv.interno.gov.it

Categorie correlate

Valuta la tua preparazione al concorso con i seguenti QUIZ online GRATUITI. Risposte esatte al termine del test.

Commenti