Ministero dell'Economia e delle Finanze, 273 posti

Anteprima

Procedura di mobilità volontaria per l’immissione nel ruolo unico del Ministero dell’economia e delle finanze, riservata a personale in posizione di comando, distacco ovvero in assegnazione temporanea

Scheda

Località
Posti
273
Scadenza
Scaduto
Fonte

Bando e allegati

Procedura di mobilità volontaria per l’immissione nel ruolo unico del Ministero dell’economia e delle finanze di n. 273 dipendenti provenienti da pubbliche amministrazioni di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 165/2001, in servizio in posizione di comando, distacco, ovvero in assegnazione temporanea ai sensi dell’art. 42‐bis del D.Lgs. 165/2001 presso gli Uffici centrali e territoriali (Ragionerie territoriali dello Stato, Corti di Giustizia Tributaria di primo e secondo grado) del Ministero dell’economia e delle finanze, per diverse famiglie professionali, così suddivisi: n. 145 dipendenti equiparati all’Area dei Funzionari (già Area Terza); n. 126 dipendenti equiparati all'Area degli Assistenti (già Area Seconda); n. 2 dipendenti equiparati all'Area degli Operatori (già Area Prima).

Requisiti e titoli di studio

Alla procedura di immissione in ruolo sono ammessi esclusivamente i dipendenti delle pubbliche amministrazioni, di cui all’articolo 1, comma, 2 del decreto legislativo n.165/2001 e s.m.i., che si trovavano in servizio in posizione di comando, assegnazione temporanea ai sensi dell’art. 42-bis del D.Lgs. 151/2001 ovvero di distacco ai sensi delle convenzioni con le Agenzie fiscali presso gli Uffici centrali e territoriali (Ragionerie territoriali dello Stato, Corti di Giustizia Tributaria di primo e secondo grado) del Ministero dell’economia e delle finanze alla data del 31 agosto 2023 e che siano bando. 

Bando operatori

Per l’ammissione alla procedura sono richiesti, altresì, a pena di inammissibilità della domanda, i seguenti requisiti:
a) essere stati assunti presso una delle amministrazioni di cui all’articolo 1, comma, 2 del decreto legislativo n.165/2001 e s.m.i. a seguito di pubblico concorso con contratto di lavoro a tempo indeterminato;
b) essere in possesso del parere positivo al trasferimento da parte dei Dipartimenti presso i quali gli stessi prestano servizio in posizione di comando, distacco, ovvero di assegnazione temporanea ai sensi dell’art. 42-bis del D.Lgs. 151/2001;
c) essere in possesso del nulla osta preventivo ed incondizionato al trasferimento rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, laddove previsto dalla normativa vigente, che dovrà essere corredato dalle seguenti informazioni:
• area di appartenenza e/o posizione giuridica, posizione economica (precedente ordinamento professionale) e Famiglia professionale o profilo professionale di inquadramento;
• estremi della procedura di reclutamento che ha comportato la prima immissione nei ruoli di una pubblica amministrazione di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165/2001;
• trattamento economico in godimento, con specifica della retribuzione tabellare e del differenziale stipendiale ove presente;
d) essere inquadrato nell’Area degli operatori, già Area prima, o in una categoria di inquadramento corrispondente;
e) non essere stato destinatario, negli ultimi due anni, di sanzioni disciplinari superiori al rimprovero scritto (censura) e che non risultino a loro carico procedimenti disciplinari in corso; 
f) non essere interessato da misure cautelari di sospensione dal servizio, salvo che il procedimento penale pendente non si sia concluso con l’assoluzione almeno in primo grado.

Bando assistenti

Per l’ammissione alla procedura sono richiesti, altresì, a pena di inammissibilità della domanda, i seguenti requisiti:
a) essere stati assunti presso una delle amministrazioni di cui all’articolo 1, comma, 2 del decreto legislativo n.165/2001 e s.m.i. a seguito di pubblico concorso con contratto di lavoro a tempo indeterminato;
b) essere in possesso del parere positivo al trasferimento da parte dei Dipartimenti presso i quali gli stessi prestano servizio in posizione di comando, distacco, ovvero di assegnazione temporanea ai sensi dell’art. 42-bis del D.Lgs. 151/2001;
c) essere in possesso del nulla osta preventivo ed incondizionato al trasferimento rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, laddove previsto dalla normativa vigente, che dovrà essere corredato dalle seguenti informazioni:
• area di appartenenza e/o posizione giuridica, posizione economica (precedente ordinamento professionale) e Famiglia professionale o profilo professionale di inquadramento;
• estremi della procedura di reclutamento che ha comportato la prima immissione nei ruoli di una pubblica amministrazione di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165/2001;
• trattamento economico in godimento, con specifica della retribuzione tabellare e del differenziale stipendiale ove presente;
d) essere inquadrato nell’Area degli assistenti, già Area seconda, o in una categoria di inquadramento corrispondente;
e) non essere stato destinatario, negli ultimi due anni, di sanzioni disciplinari superiori al rimprovero scritto (censura) e che non risultino a loro carico procedimenti disciplinari in corso;
f) non essere interessato da misure cautelari di sospensione dal servizio, salvo che il procedimento penale pendente non si sia concluso con l’assoluzione almeno in primo grado.

Bando funzionari

Per l’ammissione alla procedura sono richiesti, altresì, a pena di inammissibilità della domanda, i seguenti requisiti:
a) essere stati assunti presso una delle amministrazioni di cui all’articolo 1, comma, 2 del decreto legislativo n.165/2001 e s.m.i. a seguito di pubblico concorso con contratto di lavoro a tempo indeterminato; 
b) essere in possesso del parere positivo al trasferimento da parte dei Dipartimenti presso i quali gli stessi prestano servizio in posizione di comando, distacco ovvero di assegnazione temporanea ai sensi dell’art. 42-bis del D.Lgs. 151/2001;
c) essere in possesso del nulla osta preventivo ed incondizionato al trasferimento rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, laddove previsto dalla normativa vigente, che dovrà essere corredato dalle seguenti informazioni:
• area di appartenenza e/o posizione giuridica, posizione economica (precedente ordinamento professionale) e Famiglia professionale o profilo professionale di inquadramento;
• estremi della procedura di reclutamento che ha comportato la prima immissione nei ruoli di una pubblica amministrazione di cui all’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo n. 165/2001;
• trattamento economico in godimento, con specifica della retribuzione tabellare e del differenziale stipendiale ove presente;
d) essere inquadrato nell’Area dei funzionari, già Area terza, o in una categoria di inquadramento corrispondente
e) non essere stato destinatario, negli ultimi due anni, di sanzioni disciplinari superiori al rimprovero scritto (censura) e che non risultino a loro carico procedimenti disciplinari in corso;
f) non essere interessato da misure cautelari di sospensione dal servizio, salvo che il procedimento penale pendente non si sia concluso con l’assoluzione almeno in primo grado.

Titoli di studio richiesti

Dove va spedita la domanda

https://www.inpa.gov.it/bandi-e-avvisi/dettaglio-bando-avviso/?concorso_id=3b21416a273e43b69f6d1d2c53babdc4

Contatta l'ente

Per tutte le problematiche di natura giuridico-normativa è possibile inviare una e-mail all’indirizzo ufficio4dp.dag@mef.gov.it - http://www.mef.gov.it/

Categorie correlate

Valuta la tua preparazione al concorso con i seguenti QUIZ online GRATUITI. Risposte esatte al termine del test.

Commenti