Ministero della Difesa, 80 Allievi al 13° corso A.U.F.P.

Anteprima

Concorso per l'ammissione di complessivi 80 Allievi al 13° corso A.U.F.P. per il conseguimento della nomina a Tenente in Ferma Prefissata, ausiliario del ruolo normale del Corpo degli Ingegneri, di Commissariato e Sanitario.

Scheda

Occupazione
Posti
80
Scadenza
Scaduto
Fonte
Tipo

Bando e allegati

Requisiti e titoli di studio

Possono concorrere a domanda per l’ammissione al 13° corso A.U.F.P. di cui all’articolo 1 i cittadini che: 
a) non hanno superato il giorno di compimento del 38° anno di età alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande di partecipazione. Eventuali aumenti dei limiti di età previsti dalle vigenti disposizioni di legge per l’ammissione ai pubblici impieghi non trovano applicazione; 
b) sono in possesso della cittadinanza italiana; 
c) godono dei diritti civili e politici; 
d) non sono stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare, ovvero prosciolti, d’autorità o d’ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze Armate o di Polizia per motivi disciplinari o di inattitudine alla vita militare, a esclusione dei proscioglimenti per inidoneità psico-fisica; 
e) se concorrenti di sesso maschile, non sono stati dichiarati obiettori di coscienza ovvero ammessi a prestare servizio sostitutivo civile ai sensi della legge 8 luglio 1998, n. 230, a meno che abbiano presentato apposita dichiarazione irrevocabile di rinuncia allo status di obiettore di coscienza presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile non prima che siano decorsi almeno cinque anni dalla data in cui sono stati collocati in congedo, come disposto dall’art. 636 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66. In tal caso, l’esito della dichiarazione dovrà essere allegato alla domanda di partecipazione al concorso; 
f) non sono stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non sono imputati in procedimenti penali per delitti non colposi; 
g) non sono stati sottoposti a misure di prevenzione; 
h) hanno tenuto condotta incensurabile; 
i) non hanno tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedeltà alla Costituzione Repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato; 
j) non sono già in servizio quali Ufficiali Ausiliari in Ferma Prefissata, ovvero si trovano nella posizione di congedo per aver completato la ferma come Ufficiali Ausiliari in Ferma Prefissata; 
k) se militare, non avere in atto un procedimento disciplinare avviato a seguito di procedimento penale che non si sia concluso con sentenza irrevocabile di assoluzione perché il fatto non sussiste ovvero perché l’imputato non lo ha commesso, pronunciata ai sensi dell’art. 530 del codice di procedura penale. 
l) sono in possesso di uno dei seguenti titoli di laurea magistrale o laurea magistrale a ciclo unico, rilasciati esclusivamente dalle Università degli Studi, statali e non statali legalmente -5- riconosciute, istituite con decreto del Ministro dell’Istruzione, con esclusione delle Università Popolari: 
1) per i 2 (due) posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), numero 1): laurea magistrale in Ingegneria aerospaziale e astronautica ovvero Ingegneria aeronautica (LM-20); 
2) per i 12 (dodici) posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), numero 2): laurea magistrale in Ingegneria delle telecomunicazioni (LM-27); in Ingegneria elettrica (LM-28), in Ingegneria elettronica (LM-29); in Informatica (LM-18), Ingegneria informatica (LM-32) e Sicurezza informatica (classe LM-66); 
3) per i 4 (quattro) posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), numero 3): laurea magistrale in Ingegneria meccanica (LM-33); 
4) per i 19 (diciannove) posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), numero 4): laurea magistrale in Ingegneria civile (LM-23), Ingegneria dei sistemi edilizi (LM-24) e Architettura e ingegneria edile-architettura (LM-4), Ingegneria per l'ambiente e il territorio (LM-35) con abilitazione all’esercizio della professione; 

5) per i 10 (dieci) posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera a), numero 5): laurea magistrale in Scienze chimiche (LM-54), Ingegneria chimica (LM-22), Fisica (LM-17), Biologia (LM6), Ingegneria energetica e nucleare (LM-30); 
6) per gli 8 (otto) posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera b), numero 1): laurea magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza (classe LMG/01); 
7) per i 2 (due) posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera b), numero 2): laurea magistrale in Scienze dell’economia (classe LM-56) ovvero scienze economico-aziendali (classe LM77); 
8) per i posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera c), numero 1): laurea magistrale in Medicina e chirurgia (classe LM-41) con abilitazione all’esercizio della professione; 
9) per i posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera c), numero 2): laurea magistrale in Medicina veterinaria (classe LM-42) con abilitazione all’esercizio della professione; 
10) per i posti di cui all’art. 1, comma 1, lettera c), numero 3): laurea magistrale in Farmacia e farmacia industriale (LM-13). 

Prove d'esame

Lo svolgimento del concorso prevede:
a) prova scritta di selezione culturale;
b) prove di efficienza fisica;
c) accertamenti psicofisici;
d) accertamento attitudinale;
e) valutazione dei titoli di merito.

Prova scritta di selezione culturale 
La prova, della durata di 60 minuti, consisterà nella somministrazione collettiva di un test contenente 100 (cento) quesiti a risposta multipla predeterminata o libera, scelti dalla commissione esaminatrice, di tipo logico-deduttivo ovvero su argomenti di storia, geografia, attualità, educazione civica e sulla conoscenza della lingua italiana (grammatica, sintassi, ortografia, sinonimi, contrari, frasi da completare) e della lingua inglese, intesi a valutare le capacità di ragionamento e le caratteristiche attitudinali dei concorrenti.

Prove di efficienza fisica 
Le prove di efficienza fisica si svolgeranno, a cura della commissione di cui all’articolo 9, comma 1, lettera b), presso il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito in Foligno, secondo il calendario pubblicato sul portale dei concorsi della Difesa.

Accertamenti psico-fisici 
I concorrenti risultati idonei alle prove di efficienza fisica saranno sottoposti, sempre presso il Centro di Selezione e Reclutamento Nazionale dell’Esercito in Foligno e a cura della commissione di cui all’articolo 9, comma 1, lettera c), all’accertamento del possesso dei requisiti di idoneità psico-fisica previsti per il reclutamento degli Ufficiali dei corrispondenti ruoli normali a nomina diretta, da eseguire in ragione delle condizioni del soggetto al momento della visita. 

Accertamento attitudinale 
Detto accertamento consisterà in una serie di prove attitudinali e in un’intervista di selezione. In particolare, attraverso il medesimo, saranno valutate le potenzialità adattative, le capacità relazionali, emozionali e del lavoro.

Dove va spedita la domanda

  • Le procedure concorsuali di cui al presente decreto vengono gestite tramite il portale dei concorsi on–line del Ministero della Difesa (da ora in poi “portale”), raggiungibile attraverso il sito internet www.difesa.it, area “Concorsi online” Militari”, ovvero collegandosi direttamente al sito “https://concorsi.difesa.it”
  • https://www.inpa.gov.it/bandi-e-avvisi/dettaglio-bando-avviso/?concorso_id=fb6b71615d82486f927d71119a56e4dc

Contatta l'ente

https://concorsi.difesa.it/

Categorie correlate

Valuta la tua preparazione al concorso con i seguenti QUIZ online GRATUITI. Risposte esatte al termine del test.

Commenti