• Accedi • Iscriviti gratis
  • Mobilità permanente: definizione

    Definizione
    La mobilità permanente, lo dice il nome stesso, è definitiva. L’impiegato verrà trasferito in un’altra amministrazione fino alla fine del suo rapporto di lavoro. Di conseguenza anche il contratto di lavoro sarà ceduto alla nuova amministrazione, che provvederà a pagare il corrispettivo. Può essere di due tipi:

    • mobilità volontaria, ossia su richiesta del dipendente stesso
    • mobilità obbligatoria, imposta dallo Stato per soprannumero o eccedenza di personale