Come leggere il bando di concorso?

 

  • Controlla la data di pubblicazione. Un concorso ha una durata limitata nel tempo e scade decorsi 30 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, IV serie speciale – Concorsi ed Esami. Un termine diverso sarà espressamente indicato.
  • Leggi la dicitura completa del concorso. Ad esempio, ‘Selezione pubblica per l’assunzione a tempo indeterminato di 855 unità per la terza area funzionale, fascia retributiva F1’. Eviterai di confonderti fra diversi concorsi promossi dallo stesso ente.
  • Annota il numero dei posti disponibili, quelli riservati al personale interno o a favore delle categorie protette. Nonché eventuali limiti allo sbarramento. In ogni caso, nei pubblici concorsi le riserve di posti, già previste da leggi speciali in favore di particolari categorie di cittadini, non possono complessivamente superare la metà dei posti messi a concorso (art. 5, comma 1 del D.P.R. 9-5-1994 n. 487). Attieniti comunque a quanto regolamentato nel bando di gara.
  • Verifica il possesso dei requisiti di ammissione:
    • Titoli richiesti (diploma/diploma di laurea/specializzazioni e altri espressamente indicati)
    • Cittadinanza italiana
    • Posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari (ma solo per gli uomini)
    • Godimento dei diritti politici e civili
    • Idoneità fisica all’impiego
  • Controlla se il bando allega anche la domanda di partecipazione. In mancanza dovrai compilarla su carta semplice indicando i requisiti di ammissione posseduti.
  • Guarda quali sono le materie d’esame, le prove da sostenere ed eventuali fasi di preselezione
  • Prendi nota di eventuali pubblicazioni successive sulla gazzetta ufficiale