Come si diventa biologo

Per diventare biologo occorre uno studio adeguato di tipo universitario. Pertanto dopo il diploma quinquennale bisogna iscriversi a un corso di Laurea in Biologia oppure in Scienze biologiche. Conseguita la laurea si acquista il titolo di dottore in biologia, ma non si può ancora esercitare la professione di biologo. Per farlo occorre essere abilitati. Ossia superare un esame di Stato e iscriversi all'Ordine nazionale dei biologi.

All'Ordine Nazionale dei Biologi sono previste due sezioni: agli iscritti nella sezione A spetta il titolo professionale di biologo; agli iscritti nella sezione B spetta il titolo professionale di biologo junior.

Per l’ammissione all'esame di Stato (iscrizione sezione A) è richiesto il possesso della laurea specialistica in una delle seguenti classi:
• classe 6/S - Biologia;
• classe 7/S - Biotecnologie agrarie;
• classe 8/S - Biotecnologie industriali;
• classe 9/S - Biotecnologie mediche, veterinarie, e farmaceutiche;
• classe 82/S - Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio;
• classe 69/S - Scienze della nutrizione umana.

L’esame di Stato è articolato nelle seguenti prove:
prima prova scritta riguarda temi in ambito biofisico, biochimico, biomolecolare, biotecnologico, biomatematico e biostatistico, biomorfologico, clinico biologico, ambientale, microbiologico;
seconda prova scritta nelle materie relative a igiene, management e legislazione professionale, certificazione e gestione della qualità;
prova orale nelle materie oggetto delle prove scritte ed in legislazione e deontologia professionale;
prova pratica consistente in valutazioni epidemiologiche e statistiche, utilizzo di strumenti per la gestione e valutazione della qualità, valutazione dei risultati sperimentali ed esempi di finalizzazione di esiti.

Per l’ammissione all'esame di Stato (iscrizione sezione B) è richiesto il possesso della laurea in una delle seguenti classi:
• classe 12 - Scienze biologiche;
• classe 1 - Biotecnologie;
• classe 27 - Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura

L’esame di Stato è articolato nelle seguenti prove:
• una prima prova scritta in ambito biofisico, biochimico, biomolecolare, biomatematico e statistico;
• una seconda prova scritta in ambito biomorfologico, ambientale, microbiologico, merceologico;
• una prova orale nelle materie oggetto delle prove scritte ed in legislazione e deontologia professionale;
• una prova pratica consistente nella soluzione di problemi o casi coerenti con i diversi ambiti disciplinari e nell'esecuzione diretta o con mezzi informatici di esperimenti relativi agli ambiti disciplinari di competenza.

L’iscrizione non è consentita ai pubblici impiegati ai quali sia vietato, dagli ordinamenti delle Amministrazioni da cui dipendono, l’esercizio della libera professione. Essi sono, a loro richiesta, iscritti in uno speciale elenco (art. 2 della L. 396/1967).