• Accedi • Iscriviti gratis
  • Chi è l'Esperto Amministrativo

    L’Esperto amministrativo: chi è, requisiti e mansioni 
    Quando si parla di Esperto amministrativo ci riferiamo ad una figura specializzata nel gestire e coordinare l’amministrazione di un ufficio o di uno staff in cui fa parte. Può essere inserito negli uffici anagrafe o demografici, per citarne alcuni comunali, o in organi più articolati come quelli presenti nelle Unità sanitarie o degli ospedali. Spesso la sua attività si svolge in parallelo con quella dell’esperto amministrativo contabile a cui, però, sono chieste competenze ed esperienze legate più alla tenuta dei conti e di bilancio.

    Chi è
    Siamo di fronte ad una figura esperta nel settore amministrativo con un percorso formativo specifico ed eventuale esperienza nel settore. Può essere inquadrato nella categoria C o D e a seconda di quanto indicato nel bando, può avere il diploma, con preferenza verso maturità tecnico-commerciali, oppure la laurea, in questo caso sono indicate soprattutto lauree economico-giuridiche. Ad ogni modo è sempre il bando e le norme regolamentari dell’ente proponente ad inquadrare con precisione la figura, le mansioni da ricoprire e le attività da svolgere.

    Di cosa si occupa
    L’Esperto amministrativo si occupa di amministrare, gestire, coordinare processi gestionali e amministrativi all’interno di un gruppo o di un’organizzazione. Svolge funzioni di controllo, di programmazione, di ricerca analisi e valutazione dei dati. Predispone e redige documenti e procedimenti amministrativi. Garantisce a che venga attuata correttamente l’attività amministrativa di sua competenza. Può coordinare il personale di un intero ufficio o staff. Svolge la sua attività in autonomia ed è responsabile della gestione delle risorse, umane o di capitale, affidategli. Agisce per risultati ed obiettivi che vanno individuati e predisposti in un piano attuativo.

    Requisiti
    Al di là dei requisiti obbligatori per entrare nel pubblico impiego, non è possibile stabilire a priori un elenco valido per tutti i concorsi per Esperto amministrativo, si rimanda sempre ad una attenta lettura del bando. Questo perché le Pubbliche Amministrazioni hanno facoltà di indicare nel decreto di indizione requisiti speciali a seconda del ruolo e dell’ufficio da coprire. 

    Requisiti generali:

    • Cittadinanza italiana o europea
    • Età non inferiore ai 18 anni
    • Regolare posizione verso l’obbligo della leva militare
    • Assenza di condanne penali
    • Idoneità psico-fisica all’impiego
    • Godere dei diritti civili e politici
    • Non essere stati destituiti/dispensati/licenziati da pubblico impiego
    • Conoscenza di una lingua straniera a scelta fra inglese, francese, spagnolo e tedesco