Cos’è il Miur

Il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca è un apparato amministrativo della pubblica amministrazione, a cui è affidata l’amministrazione dell’intero sistema scolastico nazionale: scuole pubbliche e private, università, scuole di specializzazione, di ricerca, alta formazione artistica, musicale e coreutica.

Nasce con Cavour nel 1861 e si chiamava soltanto Ministero della Pubblica Istruzione. Con gli anni, ha subito diverse riforme, in parte strutturali e già avviate, e in parte ancora da realizzare.

Nel 1999, sotto il Governo D’Alema viene introdotta la Riforma Bassanini (d.lgs. n. 300/1999) che rinnova l’intera struttura organizzativa della ricerca scientifica e dell'istruzione superiore, accorpando il Ministero della Pubblica Istruzione (MPI) e il Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica (MURST). Venne poi scisso nel 2006 col Governo Prodi e riunito nel 2001 col Governo Berlusconi.

Le sue funzioni principali sono:
• Amministrazione e gestione del sistema scolastico nazionale
• Vigilanza sulle istituzioni universitarie
• Programma e orienta le politiche educative gestite in autonomia dalle scuole
• Stabilisce i programmi di studio
• Bandisce concorsi

Al vertice dell’organizzazione è posto il Ministro a cui sottendono:
• l'Ufficio di Gabinetto
• la Segreteria del Ministro
• il Segretario particolare del Ministro
• l'Ufficio legislativo
• l'Ufficio stampa
• il Servizio di controllo interno
• la Segreteria tecnica del Ministro
• Segreterie dei Sottosegretari di Stato