Università La Sapienza di Roma, Concorso per 50 posti Area Amministrativa

Università La Sapienza di Roma, Concorso per 50 posti Area Amministrativa


È stato indetto un concorso pubblico, per esami, finalizzato alla copertura di 50 posti di categoria C, a tempo indeterminato, da destinare alle aree dell'amministrazione centrale, dipartimenti e facoltà dell’Università La Sapienza di Roma.

Il bando è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 50 del 4 luglio 2023 e prevede l'assunzione di personale qualificato per svolgere mansioni di rilevante importanza nel contesto dell'amministrazione pubblica.

Dei 50 posti, 5 sono riservati prioritariamente agli appartenenti alle categorie specificate negli articoli 1014, comma 3, e 678, comma 9, del D. Lgs. 15 marzo 2010, n. 66.

Qualora i posti riservati alle categorie menzionate non vengano tutti occupati dal personale riservatario, essi diventeranno disponibili al pubblico e saranno assegnati utilizzando la graduatoria generale di merito.

Inoltre, 7 posti sono riservati prioritariamente agli appartenenti alla categoria di cui all'art. 18, comma 4, del D.L. 6 marzo 2017, n. 40, come modificato dall'art. 1, comma 9-bis, del D.L. 22 aprile 2023, n. 44 (convertito in legge il 21 giugno 2023, L. n. 74).

Anche in questo caso, qualora i posti riservati alla categoria menzionata non vengano tutti occupati dal personale riservatario, essi diventeranno disponibili al pubblico e saranno assegnati utilizzando la graduatoria generale di merito.

Si invita pertanto chiunque sia interessato e soddisfi i requisiti richiesti a prendere visione del presente articolo e presentare la candidatura secondo le modalità indicate..

 

Quali sono i requisiti di accesso al concorso? 

Per poter partecipare al concorso, i candidati devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • Possesso di un diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale. Nel caso in cui il titolo di studio sia stato conseguito all'estero, è necessaria una determina di equivalenza rilasciata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento della Funzione Pubblica.
  • Cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell'Unione europea. 
  • Età non inferiore ai 18 anni.
  • Godimento dei diritti civili e politici o dichiarazione dei motivi del mancato godimento. I
  • Idoneità fisica all'impiego, con possibilità di sottoporsi a visita medica di controllo in base alla normativa vigente.
  • Posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva militare per i cittadini italiani nati fino all'anno 1985.
  • Adeguata conoscenza della lingua italiana (riservato ai soli cittadini stranieri).
  • Assenza di condanne penali, sia in Italia che all'estero, anche non definitive, e di procedimenti penali in corso. In caso contrario, è necessario comunicarlo.
  • Possesso dei requisiti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di ammissione al concorso.

 

Chi non può accedere al concorso?

I seguenti candidati non possono accedere al concorso:

  • - Coloro che sono stati esclusi dall'elettorato politico attivo.
  • - Coloro che sono stati destituiti dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento o dichiarati decaduti da un impiego statale.
  • - Coloro che sono stati licenziati per aver conseguito l'impiego mediante la produzione di documenti falsi o con mezzi fraudolenti.
  • - Coloro che sono stati licenziati per motivi disciplinari ai sensi dei Contratti collettivi nazionali di lavoro stipulati per i comparti della Pubblica Amministrazione o ai sensi dell'art. 1, comma 61, L. 622/96.

 

Quali sono le conoscenze e le competenze che devono avere i candidati?

I candidati al concorso devono dimostrare conoscenze e competenze nelle seguenti materie e ambiti:

  • - Elementi di diritto amministrativo.
  • - Disciplina sulla privacy e sulla trasparenza e anticorruzione.
  • - Elementi di contabilità nelle Università.
  • - Legislazione Universitaria.
  • - Statuto dell'Ateneo e Regolamento di Ateneo per l'Amministrazione, la Finanza e la Contabilità, pubblicati sul sito web di Sapienza Università di Roma.
  • - Buona conoscenza della lingua inglese.
  • - Familiarità con le principali applicazioni informatiche in uso.

 

Quali sono le modalità per inviare la domanda?

Per partecipare al concorso, i candidati devono presentare una domanda di partecipazione in carta semplice secondo lo schema allegato A al bando.

La domanda deve essere inviata esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo protocollosapienza@cert.uniroma1.it con oggetto "Domanda concorso pubblico 50/C/AMMINISTRATIVI-2023" entro il termine di trenta giorni dalla pubblicazione del bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana IV serie speciale, ovvero entro il 3 agosto 2023.

La mancata sottoscrizione del modulo della domanda comporta l'esclusione dal concorso.

La partecipazione al concorso è subordinata alla trasmissione della domanda nei termini e secondo le modalità indicate.

Oltre alla domanda di partecipazione, i candidati sono tenuti a compilare e inviare un format aggiuntivo tramite questo link. 

Attenzione: la sola compilazione e trasmissione del formato non costituisce una domanda di partecipazione valida al concorso. Pertanto, i candidati che invieranno solo il formato saranno esclusi dalla selezione.

 

Quali sono i documenti da allegare alla domanda?

I candidati devono allegare alla domanda la ricevuta del versamento di € 10,00 a favore di Sapienza Università di Roma. Questo versamento dovrà essere effettuato tramite il portale dei pagamenti della Sapienza Università di Roma, selezionando il motivo di pagamento "Contributo Partecipazione Concorso Pubblico" e indicando il codice del concorso: 50/C/AMMINISTRATIVI-2023.

  •   - Copia di un documento di identità valido.
  •   - Documenti che attestano l'invalidità, nel caso in cui si richiedano ausili e/o tempi aggiuntivi per le prove di esame.
  •   - Copia del permesso di soggiorno di lungo periodo in corso di validità, rilasciato dalla Questura della Provincia di Residenza, per i cittadini di uno Stato non appartenente all'Unione Europea.

Tutti i file allegati devono essere in formato PDF e il messaggio, compresi gli allegati, non deve superare i 2 mega byte in peso. 

 

Quante sono le prove d’esame?

Il concorso pubblico si svolgerà nelle seguenti 2 fasi:

  • Prova scritta; 
  • Prova orale.
  • Eventualmente, a discrezione de La Sapienza Università di Roma, potrebbe esserci una prova prelesettiva.

 

Come prepararsi al concorso, simula la tua prova concorso e valuta il tuo grado di preparazione. I nostri quiz d’esame sono gratuiti e provienienti da fonti ufficiali!


Come si svolgeranno le prove d’esame?

La prova scritta verterà su una o più delle conoscenze, materie o ambiti specificati nell'art. 2 del bando di concorso e che puoi ritrovare nel paragrafo delle competenze richieste. La Sapienza Università di Roma potrà disporre che la prova scritta si svolga tramite strumenti informatici e digitali forniti dall'Amministrazione.

A partire dal giorno 08.09.2023, mediante pubblicazione nel sito web di questo Ateneo, alla sezione concorsi, verrà data comunicazione dell’ora, del giorno e della sede in cui avrà luogo la prova scritta.

Per essere ammessi alla prova orale, i candidati devono ottenere una votazione di almeno 21/30 nella prova scritta.


Anche la prova orale verterà su una o più delle conoscenze, materie o ambiti indicate nell'art. 2 del bando. L'Università potrà decidere a discrezione di effettuare la prova orale a distanza tramite teleconferenza, utilizzando piattaforme e applicativi informatici necessari, secondo la normativa vigente.

La prova orale sarà considerata superata con una votazione di almeno 21/30. Le date e i luoghi della prova scritta saranno comunicati attraverso il sito web dell'Università.

I candidati dovranno essere muniti di documento di riconoscimento in corso di validità e di una copia fotostatica del documento stesso per partecipare alle prove. L'assenza del candidato alle prove sarà considerata come rinuncia al concorso.

 L'Amministrazione si riserva di sottoporre i candidati a una preselezione attraverso test a risposta multipla per valutare le capacità e conoscenze richieste dal profilo del concorso.

I candidati ammessi alla prova scritta saranno selezionati tra i primi 800 posti della graduatoria della prova preselettiva o tra i candidati classificati ex aequo nell'ultima posizione.

Gli esonerati dalla preselezione sono i candidati con invalidità uguale o superiore all'80%, che devono dichiararlo nella domanda di partecipazione.

 

Link

 

Manuali di preparazione

 

Commenti