Ministero della Giustizia, 2700 cancellieri


È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, speciale concorsi, n. 96 del giorno 11-12-2020, il bando previsto dal Decreto Rilancio per 2700 posti cancellieri da inquadrare nell’Area funzionale seconda, fascia economica F3.

Si tratta di un maxi concorso che prevede di assumere personale con contratto a tempo indeterminato per il profilo di cancelliere esperto: una figura strategica negli uffici giudiziari, che collabora con magistrati e pubblici ministeri. La procedura è per titoli e prova orale e si svolgerà su base distrettuale. I candidati possono presentare la domanda per uno solo dei codici a concorso.

Requisiti di accesso

  • Cittadinanza italiana o di uno stato membro dell’Ue, salvo equiparazioni di legge
  • Età non inferiore ai 18 anni
  • Possesso di diploma di istruzione secondaria di secondo grado quinquennale o altro diploma dichiarato equipollente o equivalente
  • Possesso di almeno uno dei seguenti titoli:
  • avere prestato servizio nell’amministrazione giudiziaria per almeno tre anni, senza demerito
  • avere svolto le funzioni di magistrato onorario, per almeno un anno, senza essere incorso in sanzioni disciplinari
  • essere stato iscritto all’albo professionale degli avvocati, per almeno due anni consecutivi, senza essere incorso in sanzioni disciplinari
  • avere svolto, per almeno cinque anni scolastici interi (ivi compresi i periodi di docenza svolti in attività di supplenza annuale), attività di docente di materie giuridiche nella classe di concorso A-46 Scienze giuridico-economiche (ex 19/A) presso scuole secondarie di II grado
  • avere prestato servizio nelle forze di polizia ad ordinamento civile o militare, nel ruolo degli ispettori, o nei ruoli superiori, per almeno cinque anni.
  • Idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni
  • Qualità morali e di condotta
  • Godimento dei diritti civili e politici
  • Non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo
  • Non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti o licenziati da un impiego statale
  • Non aver riportato condanne penali, passate in giudicato, per reati che comportano l’interdizione dai pubblici uffici

 

Domanda di partecipazione
L’invio dell’istanza di partecipazione è unicamente online sul sito www.giustizia.it entro il termine di 30 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta n. 96 del 11-12-2020.

Prova d’esame
Il concorso è per titoli e prova orale, questa sarà svolta presso ciascun Distretto interessato, salvo eventuali eccezioni indicate nel bando. Si tratta di un colloquio interdisciplinare sulle seguenti materie:

  • elementi di diritto amministrativo (con particolare riferimento al procedimento amministrativo, al pubblico impiego e alle diverse responsabilità dei dipendenti pubblici)
  • elementi di ordinamento giudiziario
  • elementi di diritto processuale civile
  • elementi di diritto processuale penale
  • elementi di ordinamento giudiziario
  • nozioni sui servizi di cancelleria
  • conoscenza della lingua inglese, attraverso una conversazione che accerti il possesso di competenze linguistiche almeno al livello B1 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue
  • conoscenza delle tecnologie informatiche, nonché delle competenze digitali volte a favorire processi di innovazione amministrativa e di trasformazione digitale della pubblica amministrazione, attraverso una verifica attitudinale di tipo pratico.

Link

 

Come prepararsi

 

E-book consigliati

 

Se desideri ricevere tutti i concorsi nel Ministero della Giustizia, registrati al nostro sito e clicca sul pulsante Avvisami.