Giovani e lavoro: Contratto di apprendistato e opportunità nella PA


Nel mondo del pubblico impiego è in atto una profonda trasformazione, iniziata con la semplificazione dei concorsi (Riforma Brunetta) e proseguita con il Decreto reclutamento, contenente misure urgenti per rafforzare la capacità amministrativa delle pubbliche amministrazioni funzionale all’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR) e per l’efficienza della giustizia.

Sulla GU n. 80 del 9 giugno 2021 è stato pubblicato il decreto legge che punta a rinverdire e ad aumentare le risorse umane negli uffici delle Pubbliche Amministrazioni attraverso una serie di interventi tra i quali l’uso del contratto di apprendistato rivolto ai giovani. L’obiettivo è di far acquisire competenze di base e trasversali a giovani diplomati e/o studenti universitari attraverso un percorso di formazione e lavoro. Il decreto ha stanziato una spesa a supporto di questo progetto sia per il 2021 che per l’anno successivo.

A quale apprendistato si riferisce il Decreto reclutamento?
Il Decreto reclutamento all’articolo 2 fa riferimento al contratto di apprendistato professionalizzante. È un contratto di lavoro dal contenuto formativo che ha come obiettivo quello di permettere al giovane lavoratore di ottenere al termine del suo percorso una qualifica professionale. La durata del contratto non può superare i 3 anni, al massimo 5 per i profili professionali caratterizzanti la figura dell’artigiano (art. 44, comma 2, D.Lgs. 15 giugno 2015, n. 81).

A chi è rivolto il contratto di apprendistato nella PA sancito con il Decreto reclutamento?
Ai giovani di età compresa fra i 18 e i 29 anni in possesso di diploma di istruzione secondaria superiore o di un diploma professionale, e ai giovani studenti universitari. Per la stipula di questi contratti il Decreto reclutamento ha previsto di stanziare 700.000 euro per l’anno 2021 e 1.000.000 euro a decorrere dall’anno 2022 che costituisce il limite di spesa.

Come candidarsi?
Al momento il Decreto reclutamento ha fissato una spesa a sostegno di questa opportunità e si attende che gli enti interessati possano usufruirne e pubblicare bandi con contratto di apprendistato quanto prima. Sul nostro portale pubblicheremo tutte le novità e i relativi bandi.

Può interessarti