• Accedi • Iscriviti gratis
  • ISTITUTO NAZIONALE DI FISICA NUCLEARE, 1 collaboratore tecnico

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di collaboratore tecnico VI livello, a tempo indeterminato, riservato alle categorie disabili di cui all'articolo 1 della legge n. 68/1999 iscritte negli elenchi di cui all'articolo 8 della medesima legge, per la sede di Firenze. (GU n.26 del 02-04-2021)

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    03/05/2021
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso riservato
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    - Diploma di Perito Tecnico Industriale con specializzazione in elettronica e telecomunicazioni o elettrotecnica e automazione o meccanica, o titolo di studio equipollente del nuovo ordinamento scolastico o analogo titolo di studio estero;
    - Possesso di documentata attività professionale non inferiore a 12 mesi, in attività pertinente a quella prevista dal bando, maturata successivamente al conseguimento del titolo di studio richiesto;
    - Appartenenza alle categorie disabili di cui all’art. 1 della L. 68/99;
    - Iscrizione negli appositi elenchi, riservati alle persone disabili.
    Dove va spedita la domanda: 
    INFN – Sezione di Firenze, Via Sansone, 1 – 50019 Sesto Fiorentino (FI)
    (PEC) personale-concorsi-infnfi@pec.infn.it
    Contatta l'ente: 
    INFN - ufficio reclutamento - via Enrico Fermi n. 54 - Frascati (RM) - e-mail: AC.DirPers.Reclutamento@Inf.infn.it
    www.infn.it
    Prove d'esame: 
    Le prove del concorso consisteranno in due prove scritte, di cui una a contenuto teorico-pratico, e in una prova orale.
    La prova scritta verterà su argomenti di cultura generale, lingua inglese e nozioni base del pacchetto Microsoft Office, CAD meccanico/elettronico e, a scelta del candidato, verterà su argomenti relativi all’ambito meccanico oppure elettronico.
    La prova scritta a contenuto teorico-pratico consisterà in operazioni relative alle attività previste nel bando a scelta del candidato in base alla propria specializzazione, con descrizione del procedimento utilizzato per il raggiungimento dei risultati richiesti.
    La prova orale consisterà in un colloquio sugli argomenti indicati per la prova scritta e per quella a contenuto teorico-pratico, in una discussione sugli elaborati delle prove stesse e sulle conoscenze relative all’attività prevista dal bando, nonché in una discussione sulle esperienze lavorative pregresse. Nel rispetto di quanto indicato all’art. 12 del DPR 9 maggio 1994, n. 487, la Commissione esaminatrice proporrà a ciascun candidato uno o più quesiti, inerenti le materie di esame, previa estrazione a sorte.