• Accedi • Iscriviti gratis
  • 1ricercatore presso UNIVERSITA' DI BOLOGNA «ALMA MATER STUDIORUM»

    Procedura di selezione per la copertura di un posto di ricercatore a tempo determinato e pieno della durata di trentasei mesi, settore concorsuale 06/L1 - Anestesiologia, per il Dipartimento di scienze mediche e chirurgiche.

    Requisiti: 
    Alla selezione possono partecipare candidati, anche cittadini di Paesi non appartenenti all’Unione
    Europea, che sono in possesso
    • Diploma di Scuola di Specializzazione in Anestesia e Rianimazione o titolo equivalente
    conseguito in Italia o all’estero, nonché l’abilitazione all’esercizio della professione medico
    chirurgica in Italia.
    I suddetti titoli devono essere posseduti alla data della scadenza del termine utile per la
    presentazione delle domande di ammissione alla presente selezione.
    In caso di Diploma di Scuola di Specializzazione conseguito all’estero, è necessario allegare la
    dichiarazione di equivalenza ai sensi dell’art. 38 del D. Lgs. n. 165/2001. Nelle more del rilascio, da
    parte degli organi preposti, della determina di equivalenza è possibile produrre la ricevuta di
    avvenuta consegna dell’istanza di richiesta della stessa (per la procedura di rilascio, consultare la
    pagina: http://www.cimea.it/it/servizi/procedure-di-riconoscimento-dei-titoli/riconoscimento-non-
    accademico.aspx).
    La documentazione comprovante l’equivalenza del titolo straniero dovrà in ogni caso essere prodotta
    all’Amministrazione, a pena di decadenza dalla posizione occupata in graduatoria, entro 90 giorni
    dalla pubblicazione del decreto di approvazione atti della procedura sul Bollettino Ufficiale d’Ateneo.
    Non possono partecipare alla selezione i professori di prima e seconda fascia e i ricercatori assunti
    a tempo indeterminato, ancorché cessati dal servizio.
    Alle selezioni non possono altresì partecipare coloro che abbiano un grado di parentela o di affinità
    fino al quarto grado compreso con un professore o ricercatore a tempo indeterminato appartenente
    al Dipartimento di Scienze mediche e chirurgiche - DIMEC o alla struttura che effettua la proposta
    di attivazione del contratto, ovvero con il Rettore, o con il Direttore Generale, o con un componente
    del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo.
    Non sono inoltre ammessi coloro che avranno avuto contratti in qualità di assegnista di ricerca e di
    ricercatore a tempo determinato ai sensi degli artt. 22 e 24 della Legge 240/2010 presso l’Ateneo di
    Bologna o presso altri Atenei italiani, statali, non statali o telematici, nonché gli enti di cui al comma
    1 dell’art. 22 della Legge 240/2010 per un periodo che, sommato alla durata prevista dal contratto
    messo a bando, superi complessivamente i 12 anni, anche non continuativi. Ai fini della durata dei
    predetti rapporti non rilevano i periodi trascorsi in aspettativa per maternità o per motivi di salute
    secondo la normativa vigente.
    I dipendenti delle amministrazioni pubbliche sono collocati in aspettativa per tutta la durata del
    contratto, senza assegni né contribuzioni previdenziali, ovvero in posizione di fuori ruolo nei casi in
    cui tale posizione è prevista dagli ordinamenti di appartenenza, parimenti senza assegni né contributi
    previdenziali.
    Dove va spedita la domanda: 
    La presentazione della domanda di partecipazione alla selezione deve essere fatta esclusivamente
    tramite procedura telematica
    Contatta l'ente: 
    .Per eventuali ulteriori informazioni è possibile rivolgersi a: Ufficio Ricercatori a tempo determinato -
    Università di Bologna – Piazza Verdi n. 3 - Tel. +39 051 2099617 – 2098958 - 2098972, Fax 051
    2086163; e-mail: apos.ricercatoritempodeterminato@unibo.it .
    Prove d'esame: 
    La selezione viene effettuata dalla Commissione mediante valutazione preliminare dei candidati con
    motivato giudizio analitico sui titoli, sul curriculum e sulla produzione scientifica, ivi compresa la tesi
    di dottorato, in base ai criteri definiti dal MIUR nel D.M. 243/2011.
    A seguito della valutazione preliminare i candidati comparativamente più meritevoli, in misura
    compresa tra il 10 e il 20 per cento del numero degli stessi e comunque non inferiore a sei unità,
    saranno ammessi alla discussione pubblica con la commissione dei titoli e della produzione
    scientifica, che può assumere anche la forma di un seminario aperto al pubblico. I candidati sono
    tutti ammessi alla discussione qualora il loro numero sia pari o inferiore a sei.
    Saranno valutate anche eventuali lettere di referenza prodotte dai candidati.
    La discussione si svolgerà in lingua Inglese.
    A seguito della discussione viene attribuito un punteggio ai titoli e a ciascuna delle pubblicazioni
    presentate dai candidati ammessi.
    La discussione con la Commissione si svolgerà in forma pubblica.
    Avviso di giorno, data e luogo della discussione pubblica ed elenco degli ammessi sarà pubblicato
    almeno 20 giorni prima della discussione sul sito d’Ateneo alla pagina:
    http://www.unibo.it/Portale/Personale/Concorsi/RicercatoriTempoDeterminato/default.htm.
    La pubblicazione dell’avviso alla pagina web d’Ateneo avrà valore di notifica per tutti i partecipanti
    alla selezione, senza obbligo di alcuna ulteriore comunicazione.
    Della pubblicazione sarà data notizia all’indirizzo e-mail indicato nella domanda dai candidati.
    L’Alma Mater Studiorum - Università di Bologna non assume alcuna responsabilità in merito al
    mancato ricevimento o mancata lettura dell’e-mail. Sarà, comunque, cura dei candidati tenersi
    informati consultando il sito del concorso per reperire le informazioni necessarie sulla selezione.
    I candidati dovranno presentarsi alla discussione muniti di idoneo documento di riconoscimento.
    I cittadini dell’Unione Europea dovranno presentare il passaporto, oppure un documento di identità
    rilasciato dal Paese di origine. Quelli provenienti da paesi non appartenenti all’Unione Europea
    dovranno presentare il solo passaporto.