• Accedi • Iscriviti gratis
  • dottorato presso UNIVERSITA' DI TRENTO

    Ammissione al corso di dottorato di ricerca internazionale in Forme dello scambio culturale, anno accademico 2019/2020, ciclo 35°.

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    30/05/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Cittadinanza: 
    Contratto: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 

    Allegato 1- Decreto Rettorale n. 259-RET di data 18 aprile 2019 Pagina 3 di 13

    L-LIN/05 LETTERATURA SPAGNOLA
    L-LIN/07 LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA SPAGNOLA
    L-LIN/10 LETTERATURA INGLESE
    L-LIN/12 LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA INGLESE
    L-LIN/13 LETTERATURA TEDESCA
    L-LIN/14 LINGUA E TRADUZIONE - LINGUA TEDESCA
    L-LIN/21 SLAVISTICA
    M-STO/01 STORIA MEDIEVALE

    Informazioni sulla borsa di dottorato: http://www.unitn.it/node/362/

    I posti con borsa di studio, o coperti da eventuali altre forme di sostegno finanziario, potranno essere aumentati
    a seguito di finanziamenti erogati da altre università, enti pubblici di ricerca o da qualificate strutture produttive
    private che si rendessero disponibili dopo l’emanazione del presente bando e prima dell’inizio della prova
    orale. Di tale incremento sarà data comunicazione esclusivamente alla pagina web del concorso.

    IMPORTANTE
    Saranno pubblicati alla pagina web del concorso utilizzando come riferimento solo l’ID della domanda:
    - i risultati della selezione (intermedi e finali);
    - l’elenco dei candidati e delle candidate che, a seguito della verifica formale, non risulteranno ammessi/e alla
    selezione (esclusione d’ufficio);
    - l’elenco dei candidati e delle candidate il cui titolo accademico conseguito all’estero non sia stato riconosciuto
    idoneo dalla Commissione giudicatrice.
    La pubblicazione sul portale vale a tutti gli effetti come notifica ufficiale e non saranno inviate
    comunicazioni personali.
    Fermo restando quanto disposto ai successivi art. 6 co. 4 e art. 7 co. 1 del presente bando, eventuali avvisi
    relativi al concorso saranno trasmessi tramite posta elettronica all’indirizzo email indicato nella domanda on
    line nella sezione “Indirizzo email per notifica”. Si consiglia di pertanto di controllare con regolarità la
    propria casella di posta e informare la Divisione Supporto Corsi di Dottorato e Alta Formazione - Polo Città
    (phd.office-cssh@unitn.it) di eventuali cambiamenti dell’indirizzo email rispetto a quello riportato nella
    domanda on line.

    Art. 2 – REQUISITI DI AMMISSIONE
    1. Possono presentare domanda di partecipazione al concorso di ammissione al Corso di Dottorato di Ricerca
    di cui al precedente articolo, senza limiti di sesso, di età e di cittadinanza, coloro che sono in possesso di:
    a) laurea magistrale attivata ai sensi del Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004 n. 270, oppure
    b) titolo di studio italiano ad essa equiparato (ordinamenti previgenti, laurea specialistica, titoli accademici di
    secondo livello rilasciati da istituzioni facenti parte del comparto AFAM-Alta Formazione Artistica e
    Musicale), oppure
    c) titolo accademico conseguito all’estero presso un’istituzione accademica ufficialmente riconosciuta, che:
    - consenta l’ammissione al Dottorato di Ricerca nel sistema di istruzione/Paese di rilascio (salvo differenze
    sostanziali),
    - sia equiparabile per durata, livello e campo disciplinare al titolo italiano richiesto 1 ,
    - sia valutato idoneo 2 dalla Commissione giudicatrice ai soli fini dell’accesso al Corso di Dottorato (vedi nota
    1 a piè di pagina).
    Costituirà titolo preferenziale il possesso di una laurea in discipline dei Settori Scientifico Disciplinari di cui
    all’art. 1.
    2. Possono partecipare alla selezione anche coloro che conseguiranno il titolo richiesto (di cui al comma 1
    dell’art. 2) entro il 30/05/2019.
    L’ammissione delle candidature al concorso avverrà, in tal caso, con riserva ed entro e non oltre il
    13/06/2019 dovrà essere trasmesso alla Divisione Supporto Corsi di Dottorato e Alta Formazione – Polo
    Città e Rovereto (tramite fax al numero: +39 0461 282191 o tramite email all’indirizzo phd.office-
    cssh@unitn.it), il certificato relativo al titolo conseguito o l’autocertificazione (vedi Allegato A), pena
    l’esclusione dalla selezione.

    1 Per maggiori informazioni sul sistema universitario italiano: http://www.studiare-in-italia.it/study/new-degrees.html
    2 L’idoneità del titolo estero viene accertata dalla Commissione giudicatrice nel rispetto della normativa vigente e dei trattati o accordi internazionali
    in materia di riconoscimento di titoli per il proseguimento degli studi. 3. I candidati e le candidate in possesso di un titolo accademico straniero che è già stato dichiarato
    equipollente 3 a un titolo di secondo ciclo italiano dai competenti organi accademici di università italiane,
    dovranno allegare, nell’apposita sezione della domanda online, il relativo provvedimento di equipollenza
    (Decreto Rettorale).
    4. Coloro che sono in possesso di un titolo accademico straniero che non sia stato dichiarato equipollente
    (vedi nota a piè di pagina 3, pag. 3) al titolo italiano richiesto (Laurea Magistrale/Specialistica/vecchio
    ordinamento), faranno implicita richiesta di valutazione dell’idoneità del titolo di studio nella domanda di
    ammissione al concorso, allegando alla domanda online la necessaria documentazione.
    5. È interesse del candidato o della candidata fornire tutti gli elementi utili alla valutazione soprattutto se il
    sistema di istruzione del Paese dove è stato conseguito il titolo non è comparabile con quello italiano.
    La Commissione giudicatrice si riserva di richiedere ulteriore documentazione, se reputato necessario ai
    fini del riconoscimento dell’idoneità.
    6. I candidati e le candidate che hanno già conseguito il titolo di Dottore di Ricerca possono essere ammessi/e
    a frequentare, previo superamento delle prove di selezione, un secondo corso di Dottorato purché le
    tematiche e i settori scientifico-disciplinari prevalenti siano differenti da quelli relativi al precedente Dottorato
    per il quale è stato conseguito il titolo. Qualora si fosse già beneficiato, anche parzialmente, di una borsa
    di dottorato, la partecipazione al nuovo Corso di Dottorato non potrà essere coperta da borsa 4 .
    7. Alla pagina web del concorso verrà pubblicato l’elenco dei candidati e delle candidate (identificati tramite
    ID) il cui titolo accademico conseguito all’estero non sia stata riconosciuto idoneo dalla commissione
    giudicatrice.
    Dove va spedita la domanda: 
    La domanda di partecipazione deve essere compilata e trasmessa entro le 16.00 (ora italiana) del
    30/05/2019 utilizzando esclusivamente l’apposita procedura online
    Contatta l'ente: 
    Per ulteriori informazioni di carattere amministrativo e'
    possibile rivolgersi a: divisione supporto corsi di dottorato e alta
    formazione - polo citta' e Rovereto, Universita' degli studi di
    Trento, via Verdi, 26 - 38122 Trento, e-mail:
    phd.office-cssh@unitn.it

    Prove d'esame: 

    Allegato 1- Decreto Rettorale n. 259-RET di data 18 aprile 2019 Pagina 7 di 13

    É possibile indicare, inoltre, iniziative che si intendono organizzare all’interno del Corso di Dottorato sul
    tema, es. seminari, convegni, ricerche (max. 1.000 caratteri, spazi inclusi).

    8. ALLEGATI FACOLTATIVI:
     eventuali pubblicazioni scientifiche prodotte, corredate da relativo elenco. Le pubblicazioni
    dovranno essere allegate in formato elettronico alla domanda online. Nel caso di monografie,
    pubblicazioni voluminose o non disponibili in formato elettronico, si potrà presentarle separatamente
    facendole pervenire entro il 30/05/2019 via posta al seguente indirizzo:
    Al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Trento, Via Calepina, 14 – 38122 Trento (specificando
    sulla busta “Concorso di ammissione al Dottorato in Forme dello scambio culturale – 35° ciclo -
    Pubblicazioni”);
     eventuale certificato attestante la conoscenza di una seconda lingua, con livello minimo B2 10 (italiano
    solo per coloro di diversa madrelingua);
     altri documenti utili ad attestare la capacità di ricerca del/lla candidato/a (documentazione relativa a
    premi, borse di studio, attività di studio e ricerca post-laurea, ecc.).

    Qualora, successivamente alla chiusura definitiva della domanda di partecipazione al concorso, si
    rendessero necessarie integrazioni alla propria candidatura, sarà necessario far pervenire entro la data
    di scadenza del bando (ultima data utile per l’accettazione della domanda) il materiale aggiuntivo,
    all’indirizzo di posta elettronica ateneo@unitn.it (indicare nell’oggetto: “ID della domanda – Cognome
    Nome – Dottorato in Forme dello scambio culturale - 35° ciclo - integrazione domanda”).
    Integrazioni fatte pervenire con modalità diverse da quella descritta non saranno accettate.

    Art. 5 – RITIRO DEI TITOLI E DELLE PUBBLICAZIONI
    1. I titoli e le pubblicazioni presentate su supporto cartaceo in sede di candidatura potranno essere ritirate
    dopo 90 giorni dalla pubblicazione delle graduatorie ed entro i due mesi successivi a tale termine, salvo
    eventuale contenzioso in atto. La documentazione potrà essere ritirata o spedita, su richiesta
    dell’interessato/a e con spese a carico dello/a stesso/a.
    Decorsi cinque mesi dalla pubblicazione delle graduatorie, l’Università non sarà più tenuta alla restituzione
    della documentazione suddetta.

    Art. 6 – VALUTAZIONE DELLE CANDIDATURE
    1. La valutazione è effettuata da una Commissione giudicatrice, composta da un minimo di cinque membri
    scelti tra il personale docente e ricercatore di enti italiani o stranieri, qualificati nelle discipline attinenti alle
    aree scientifiche del Corso di Dottorato, di cui almeno uno afferente all’Università di Augsburg.
    2. Le prove di esame sono intese ad accertare la preparazione del candidato/della candidata e la sua
    attitudine alla ricerca scientifica con specifico riferimento al curriculum prescelto.
    3. La selezione si svolge con le seguenti modalità:
    - la valutazione del curriculum, dei titoli e del progetto di ricerca di cui all’art. 4 del presente bando sulla base
    dei criteri stabiliti a priori dalla commissione esaminatrice;
    - prova orale.
    La Commissione giudicatrice ha a disposizione 100 punti così ripartiti:
    - 20 punti per valutazione dei titoli;
    - 30 punti per la valutazione del progetto di ricerca;
    - 50 punti per la prova orale.
    Per l’ammissione alla prova orale è necessario conseguire nella valutazione dei titoli e del progetto di
    ricerca un punteggio pari o superiore a 30 punti.
    4. Gli esiti della valutazione dei titoli saranno pubblicati alla pagina web del concorso 11 .
    5. La prova orale sarà volta a una verifica del livello delle conoscenze possedute nell’ambito disciplinare di
    riferimento del progetto di ricerca presentato. Inoltre verrà accertata la competenza linguistica dei/lle
    candidati/e in una lingua a loro scelta, diversa da quella del colloquio.
    6. Per sostenere la prova orale sarà necessario esibire un idoneo documento di riconoscimento.
    La prova orale s’intende superata con il conseguimento di un punteggio pari o superiore a 30 punti.
    L’indicazione della data, del luogo e dell’ora in cui si terranno i colloqui sarà resa nota almeno 20 giorni
    prima del loro svolgimento con avviso pubblicato pagina web del concorso.

    10
    Vedi: https://europass.cedefop.europa.eu/it/resources/european-language-levels-cefr
    11 I risultati verranno associati all’ID della domanda, attraverso il quale sarà possibile identificarsi.

    Allegato 1- Decreto Rettorale n. 259-RET di data 18 aprile 2019 Pagina 8 di 13

    7. Coloro che sono domiciliati o residenti all'estero, o comunque impossibilitati per comprovate ragioni
    a sostenere la prova di persona, possono richiedere alla Commissione all’atto della compilazione della
    domanda online di poter condurre la “prova orale a distanza” mediante colloquio in video-conferenza. Il/la
    candidato/a dovrà compilare l’apposita sezione della domanda online (“prova orale a distanza”) e indicare
    un recapito presso un istituto universitario o sede diplomatica, la motivazione della richiesta e il nominativo
    di un funzionario che possa provvedere all’identificazione prima del colloquio.
    La possibilità di utilizzare tale procedura è subordinata all’approvazione della Commissione previa verifica
    della fattibilità tecnica che si svolgerà prima delle prove orali secondo il calendario che sarà reso disponibile
    alla pagina web del concorso; la Segreteria del Corso contatterà coloro che ne faranno richiesta. Al fine di
    poter svolgere tale verifica tecnica si avvisa di tenere frequentemente controllata la posta elettronica nei
    giorni calendarizzati in fase preselettiva.
    La Commissione accerterà che siano soddisfatte le condizioni necessarie per garantire la regolarità dello
    svolgimento della prova (accertamento dell'identità del/la candidato/a e correttezza del colloquio).