• Accedi • Iscriviti gratis
  • ricercatore presso Università «La Sapienza» di Roma

    Procedura di selezione per la copertura di un posto di ricercatore, a tempo determinato, settore concorsuale 12/B1 - Diritto commerciale, per il Dipartimento di Diritto ed economia delle attivita' produttive.

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    16/05/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Cittadinanza: 
    Contratto: 
    Titolo di studio: 

    Categorie correlate

    Requisiti: 
    ✓ Numero di pubblicazioni selezionabili per la valutazione di merito: dodici, di cui almeno
    cinque (5) pubblicate su Riviste di fascia A, secondo i criteri ANVUR per l’area 12;
    ✓ Lingua straniera oggetto di accertamento delle competenze linguistiche scientifiche del
    candidato: lingua inglese;
    ✓ Titoli preferenziali: titolarità di assegni di ricerca nel SSD IUS/04 (Diritto Commerciale);
    ✓ Esperienza scientifica richiesta, in relazione al programma di ricerca su cui il ricercatore
    dovrà applicarsi: esperienza di studio nel campo del diritto concorsuale, con particolare
    riguardo al c.d. “Diritto societario della crisi”.
    Dove va spedita la domanda: 
    La domanda di partecipazione alla procedura selettiva, redatta in
    carta semplice, deve essere presentata per via telematica (in formato
    pdf con scansione della firma e di tutti i documenti allegati)
    all'indirizzo di posta elettronica direttore.deap@cert.uniroma1.it
    Contatta l'ente: 
    Responsabile del procedimento oggetto del Bando è il dott. Pasquale Stabile, Responsabile
    Amministrativo Delegato del Dipartimento di Diritto ed Economia delle Attività Produttive, Via
    del Castro Laurenziano, 9 - 00161 Roma, indirizzo di posta elettronica
    pasquale.stabile@uniroma1.it.
    Prove d'esame: 
    La Commissione giudicatrice effettua una valutazione preliminare dei candidati con motivato
    giudizio analitico sui titoli, sul curriculum e sulla produzione scientifica, ivi compresa la tesi di
    dottorato, secondo i criteri definiti dal D.M. n. 243/2011, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il
    21/09/2011.
    In particolare, devono essere oggetto di valutazione:
    ✓ il dottorato di ricerca o titoli equipollenti;
    ✓ l’eventuale attività didattica a livello universitario in Italia o all’estero;
    ✓ la documentata attività di formazione o di ricerca presso qualificati istituti italiani o
    stranieri;
    ✓ l’organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca nazionali e internazionali,
    o partecipazione agli stessi;
    ✓ l’attività di relatore/organizzatore a congressi e convegni nazionali e internazionali;
    ✓ i premi e riconoscimenti nazionali e internazionali per attività di ricerca.