ricercatore presso UNIVERSITA' DI SCIENZE GASTRONOMICHE DI BRA

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
1
Scadenza: 
07/02/2019
Attenzione, concorso scaduto!
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Procedura di selezione per la copertura di un posto di ricercatore a tempo determinato, settore concorsuale 11/A5 - Scienze demoetnoantropologiche

Requisiti: 
Per la partecipazione alla selezione, i candidati, italiani o internazionali, dovranno essere in possesso del seguente titolo: - titolo di dottore di ricerca o titolo equivalente conseguito in Italia o all'estero nel settore scientifico disciplinare compreso nel settore concorsuale 11/A5 – Scienze demoetnoantropologiche, di cui all’allegato A del DM 30 ottobre 2015 n. 855, e comunque nelle Scienze demoetnoantropologiche. Per il dottorato conseguito all'estero, il candidato deve presentare la documentazione relativa:  all'equivalenza ex art. 38 del D.Lgs. n. 165/2001 (sito web: http://www.funzionepubblica.gov.it/sites/funzionepubblica.gov.it/files/modulo_equivalenza_ LAUREA_Ministero_UNIVERSITA_0.pdf) oppure  all'equipollenza ex art. 74 del DPR n. 382/1980 (sito web: http://www.miur.gov.it/dottorati) del titolo, rilasciata dalle competenti autorità.
Dove va spedita la domanda: 
Universita' di Scienze gastronomiche, piazza Vittorio Emanuele, 9 - 12042 Frazione Pollenzo Bra (Cuneo) ed e' disponibile: a) per via telematica, sul sito dell'Ateneo - http://www.unisg.it/ricerca-accademica/procedure-di-valutazione-compa rativa/ e sul sito del Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca - http://bandi.miur.it b) presso l'ufficio valutazioni comparative dell'Universita' degli studi di Scienze gastronomiche, piazza Vittorio Emanuele, 9 - 12042 Frazione Pollenzo Bra (Cuneo). Per ulteriori informazioni, gli interessati potranno rivolgersi all'ufficio valutazioni comparative (tel. 0172/458534; 0172/458514). Il responsabile del procedimento e' la dott.ssa Stefania Ribotta.
Contatta l'ente: 
Eventuali informazioni o chiarimenti in merito alle modalità di presentazione delle domande possono essere richieste all’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche – Ufficio Valutazioni Comparative – Piazza Vittorio Emanuele, 9 – Loc. Pollenzo – 12042 BRA, telefono 0172/458514, email concorsi.pollenzo@unisg.it.
Prove d'esame: 
 essere redatta utilizzando il modulo di cui all'allegato A del presente bando, parte integrante del presente decreto, e sottoscritta in calce; i moduli saranno in distribuzione presso la sede dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche e disponibili per via telematica alla pagina: https://www.unisg.it/ricerca-unisg/procedure-di-valutazione-comparativa/;  essere spedita, a mezzo raccomandata A.R. oppure a mezzo corriere con avviso di ricevimento, o consegnata direttamente all’Ufficio Valutazioni Comparative dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche, Piazza Vittorio Emanuele, 9, Loc. Pollenzo – 12042 BRA (CN). È ritenuta valida anche la domanda inviata tramite PEC (Posta Elettronica Certificata) all’indirizzo di posta elettronica certificata dell’Ateneo: rettore@pec.unisg.it, entro il termine indicato al presente articolo. L’invio della domanda potrà essere effettuato esclusivamente da altra PEC; non sarà ritenuta valida la domanda inviata da un indirizzo di posta elettronica non certificata. La domanda inviata tramite PEC dovrà essere comprensiva dei relativi allegati e di una copia di un documento di identità valido, in formato PDF;  contenere l'indicazione, chiara e precisa, del bando al quale si intende partecipare;  contenere l'indicazione del domicilio che il candidato elegge ai fini della valutazione comparativa. Ogni eventuale variazione dello stesso dovrà essere tempestivamente comunicata all’ufficio cui è stata indirizzata l’istanza di partecipazione. L’amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte dell’aspirante o mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato in domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell’amministrazione, né per mancata restituzione dell’avviso di ricevimento della domanda, dei documenti e delle comunicazioni relative alla valutazione comparativa.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente