1 ricercatore presso UNIVERSITA' DI FOGGIA

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
1
Scadenza: 
21/01/2019
Attenzione, concorso scaduto!
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Procedura di selezione per la copertura di un posto di ricercatore a tempo determinato della durata di trentasei mesi, settore concorsuale 12/D2 - Diritto tributario.

Requisiti: 
Sono ammessi a partecipare alla selezione i candidati italiani o stranieri, in possesso del titolo di dottore di ricerca o titolo equivalente, conseguito in Italia o all’estero. Fermi restando i requisiti di partecipazione alla selezione di cui al precedente comma 1, la selezione è riservata ai candidati che hanno conseguito l’abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore di prima o di seconda fascia di cui all’articolo 16 della L. 240/2010 ovvero che hanno usufruito complessivamente per almeno tre anni, anche non consecutivi: - dei contratti di cui all’art. 24, co. 3, lett. a) della Legge 240/2010; - dei contratti stipulati per lo svolgimento di attività di ricerca e di didattica integrativa presso le Università, ai sensi dell’art. 1, comma 14, della L. 230/2005; - di assegni di ricerca ai sensi dell'art. 51, comma 6, della L. 27 dicembre 1997, n. 449, e successive modificazioni (assegni pre-legge n. 240/2010), o di assegni di ricerca ai sensi dell’art. 22 della L. 240/2010, o di borse post-dottorato ai sensi dell'art. 4, L. 398/1989, o di analoghi contratti, assegni o borse in atenei stranieri. Il possesso dei predetti requisiti sarà verificato dalla Commissione giudicatrice nominata per la presente selezione. Per i titoli di studio conseguiti all’estero è richiesta la dichiarazione di equiparazione ai sensi della vigente normativa in materia. I requisiti di ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione alla selezione. Non possono in ogni caso partecipare alla selezione: 1) coloro che sono esclusi dal godimento dei diritti civili e politici; 2) coloro che sono stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento; 3) coloro che sono stati dichiarati decaduti da altro impiego statale, ai sensi dell’art. 127, lettera d) del Decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3; 4) i soggetti già assunti a tempo indeterminato come professori di I o II fascia o ricercatori universitari a tempo indeterminato, ancorché cessati dal servizio; 5) coloro che hanno avuto contratti in qualità di assegnista di ricerca e di ricercatore a tempo determinato ai sensi degli artt. 22 e 24 della legge n. 240/2010 presso l’Ateneo o anche presso altre Università, statali, non statali o telematiche, nonché presso gli enti di cui al comma 1 dell’art. 22 della legge n. 240/2010 per un periodo che, sommato alla durata prevista dal contratto messo a bando, superi complessivamente i 12 anni, anche non continuativi. Ai fini della durata dei predetti rapporti non rilevano i periodi trascorsi in aspettativa per maternità o per motivi di salute secondo la normativa vigente. L’Ateneo garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro e per il trattamento sul lavoro.
Dove va spedita la domanda: 
-) in modalità telematica a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC), inviando la domanda ed i relativi allegati, esclusivamente da un indirizzo PEC, ai sensi del D. Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 (Codice dell’Amministrazione digitale), all’indirizzo PEC dell’Università di Foggia: protocollo@cert.unifg.it.
Contatta l'ente: 
É nominata, ai sensi degli artt. 4, 5 e 6 della L. 07/08/1990 n. 241 e successive modifiche e integrazioni, quale responsabile del procedimento, la dott.ssa Giselda Florio (e-mail: reclutamentodocente@unifg.it; tel. 0881/338379).
Prove d'esame: 
Indirizzo: Via Gramsci, 89/91 CAP: 71122 Foggia - Italia Telefono: +39 0881 338379/353 E-mail giselda.florio@unifg.it nunzio.cirulli@unifg.it Sito internet: www.unifg.it; 6 Eventuali variazioni dovranno essere tempestivamente comunicate al Servizio Reclutamento e Gestione Personale Docente all’indirizzo e-mail: reclutamentodocente@unifg.it. Questa Università non assume alcuna responsabilità nel caso di irreperibilità del destinatario e per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per l’eventuale mancato o tardivo recapito delle comunicazioni relative alla procedura per disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell’amministrazione stessa o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o di forza maggiore. Alla domanda di partecipazione dovrà essere allegata: a) fotocopia del codice fiscale e di un documento di identità in corso di validità; b) curriculum, datato e firmato, della propria attività scientifica e didattica; c) documentazione attestante il possesso dei requisiti di partecipazione di cui al precedente art. 2; d) documenti e titoli che si ritengano utili ai fini della selezione; e) elenco numerato, datato e firmato, dei documenti e dei titoli presentati; f) pubblicazioni scientifiche, a scelta del candidato, nel numero massimo fissato dal precedente art. 1; g) elenco numerato, datato e firmato, delle pubblicazioni presentate; h) l’informativa e l’autorizzazione al trattamento dei dati, la cui sottoscrizione risulta necessaria al fine di dare corso alla richiesta di partecipazione alla presente selezione (Allegato D). Art. 5 - Modalità e termini per la presentazione dei titoli e delle pubblicazioni I titoli che il candidato intende presentare ai fini della presente selezione debbono essere posseduti alla data di scadenza del bando. I titoli ritenuti utili ai fini della presente selezione e le pubblicazioni scientifiche che i candidati intendono presentare, in numero non superiore a quello indicato all’art. 1, vanno numerati in ordine progressivo, con i relativi elenchi datati e firmati, allegati alla domanda di partecipazione. Sono considerate valutabili ai fini della presente selezione esclusivamente pubblicazioni o testi accettati per la pubblicazione secondo le norme vigenti nonché saggi inseriti in opere collettanee e articoli editi su riviste in formato cartaceo o digitale con l’esclusione di note interne o rapporti dipartimentali. La tesi di dottorato o dei titoli equipollenti sono presi in considerazione anche in assenza delle condizioni di cui sopra. La numerazione degli elenchi dei titoli e delle pubblicazioni deve trovare corrispondenza con la numerazione dei titoli e delle pubblicazioni inviate. La presentazione di un numero di pubblicazioni superiore a quello massimo indicato all’art. 1 comporta la valutazione da parte della Commissione delle sole prime venti pubblicazioni indicate nell’elenco di cui al predetto art. 4. L’invio di pubblicazioni non comprese nell’elenco allegato alla domanda non verranno prese in considerazione dalla commissione giudicatrice. Il candidato dovrà produrre una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà con la quale dichiara la conformità agli originali delle pubblicazioni inviate (Allegato C). La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà dovrà essere sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità del sottoscrittore. I testi o gli articoli accettati per la pubblicazione, entro la data di scadenza del bando, devono essere inviati insieme al documento di accettazione dell’editore. Per i lavori stampati in Italia devono risultare gli autori, il titolo, la casa editrice, la data e il luogo di edizione oppure il titolo, il numero della raccolta o del volume e l’anno di riferimento. Per le pubblicazioni edite in Italia anteriormente al 2 settembre 2006, debbono essere adempiuti gli obblighi secondo le forme previste dall’art. 1 del Decreto luogotenenziale 31 agosto 1945, n. 660; a Indirizzo: Via Gramsci, 89/91 CAP: 71122 Foggia - Italia Telefono: +39 0881 338379/353 E-mail giselda.florio@unifg.it nunzio.cirulli@unifg.it Sito internet: www.unifg.it; 7 partire dal 2 settembre 2006, devono essere adempiuti gli obblighi secondo le forme previste dalla legge 15 aprile 2004, n. 106 e dal relativo regolamento emanato con D.P.R. 3 maggio 2006, n. 252, entro la data di scadenza del bando di concorso. L’assolvimento di tali obblighi deve essere certificato da idonea documentazione, che attesti l’avvenuto deposito, oppure da dichiarazione del candidato, ai sensi dell’art. 47 del D.P.R. 445/2000 (Allegato C), in merito all’assolvimento di quanto richiesto. La predetta documentazione dovrà essere allegata alla relativa pubblicazione. Le opere diffuse esclusivamente con modalità elettroniche entro la data di scadenza del bando potranno essere valutate senza la necessità di osservare le formalità previste per i lavori a stampa. Per le stesse il candidato dovrà fornire l’indicazione del sito o della rivista on-line su cui l’opera è stata pubblicata. Per le pubblicazioni edite all'estero dovrà risultare la data e possibilmente il luogo di pubblicazione o, in alternativa, il codice ISBN o altro equivalente. Le pubblicazioni possono essere prodotte nella lingua di origine se essa è una delle seguenti: italiano, latino, francese, inglese, tedesco, spagnolo. Altrimenti, dovranno essere tradotte in una delle predette lingue. I testi tradotti devono essere presentati in copie dattiloscritte insieme con il testo stampato nella lingua originale. Dopo la scadenza del termine utile per la presentazione delle domande e dei titoli e pubblicazioni non sarà ammessa alcuna integrazione o acquisizione di ulteriore documentazione. Non è consentito il riferimento a titoli e pubblicazioni presentate, a qualsiasi titolo, presso questa Amministrazione. I cittadini italiani e dell’Unione Europea possono:  presentare apposita dichiarazione sostitutiva di certificazione o di atto notorio, rilasciata ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, attestante il possesso dei titoli presentati, compilando l’allegato B e/o C al presente decreto;  produrre i titoli in copia autenticata ovvero in copia dichiarata conforme all’originale mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio, ai sensi dell’art. 47 del DPR 445/2000, compilando l’allegato C al presente decreto. I cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea ma autorizzati a soggiornare in Italia ai sensi delle disposizioni vigenti possono avvalersi delle dichiarazioni sostitutive, ai sensi degli artt. 46 e 47 del DPR 445/2000, limitatamente ai casi in cui siano da comprovare stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani, fatte salve le disposizioni che prevedono l’esibizione o la produzione di specifici documenti e l’applicazione delle convenzioni internazionali. I cittadini di Stati non appartenenti all’Unione europea e non autorizzati a soggiornare in Italia documentano stati, fatti e qualità personali mediante certificati o attestazioni rilasciati dalla competente autorità dello Stato estero. Tali documenti devono essere legalizzati dalle rappresentanze diplomatiche o consolari italiane all’estero nonché, qualora redatti in lingua straniera, recare una traduzione in lingua italiana certificata conforme al testo straniero dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare ovvero da un traduttore ufficiale. Questa Amministrazione non accetta certificazioni rilasciate dalle Pubbliche Amministrazioni italiane in ordine a stati, qualità personali e fatti, che devono essere sempre sostituite da dichiarazioni sostitutive di certificazione o atto di notorietà ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445/2000. Eventuali informazioni o chiarimenti in merito alle modalità di presentazione delle domande, dei titoli e delle pubblicazioni possono essere richiesti al Servizio Reclutamento e Gestione Personale Docente - Area Risorse Umane - Università di Foggia (n. telefonici +39 0881.338379 - +39 0881.338353).

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente