1ricercatore presso UNIVERSITA' DI TRENTO

Occupazione: 
Posti disponibili: 
1
Scadenza: 
08/11/2018
Attenzione, concorso scaduto!
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Procedure di valutazione comparativa per la copertura di due posti di ricercatore, a tempo determinato di durata pari a tre anni.

Requisiti: 
Decreto n. 697 – RET del 18 settembre 2018 Pagina 3 di 15 Articolo 1 Profilo scientifico-didattico e impegni correlati Lingua straniera richiesta: ottima conoscenza della lingua inglese Conoscenza della lingua italiana: conoscenza della lingua italiana a un livello adeguato ai compiti didattici assegnati (il ricercatore sarà tenuto a svolgere attività didattica in lingua italiana) Numero massimo di pubblicazioni da presentare: 12 - Impegno di ricerca richiesto: riguarda l’ambito dei processi idrologici di flusso e trasporto nella zona critica terrestre. - Impegno didattico richiesto: riguarda gli insegnamenti dei corsi di laurea e del dottorato di ricerca nell’ambito delle tematiche caratteristiche del settore scientifico disciplinare ICAR/02 (Costruzioni idrauliche e marittime e idrologia). L’impegno annuo complessivo per lo svolgimento delle attività di ricerca, di didattica e di servizio agli studenti, nell’ambito delle discipline sopra indicate, è pari a 1500 ore di lavoro annue. L’impegno didattico del titolare del contratto è definito dal Consiglio del Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica in fase di programmazione delle attività didattiche, secondo la specifica normativa di Ateneo. Articolo 2 Requisiti per l’ammissione alla valutazione Possono partecipare alla valutazione di cui al presente bando candidati di qualsiasi cittadinanza in possesso del titolo di dottore di ricerca o titolo equivalente, conseguito in Italia o all'estero, i quali abbiano conseguito l'abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore di prima o di seconda fascia di cui all'articolo 16 della L. 240/2010, ovvero siano in possesso del titolo di specializzazione medica, ovvero abbiano usufruito per almeno tre anni anche non consecutivi di: a) contratti di cui al comma 3, lettera a), dell’art. 24 della Legge 240/2010; oppure b) contratti di cui all’articolo 1, comma 14 della Legge 230/2005; oppure c) assegni di ricerca ai sensi dell’art. 51, comma 6, della Legge 449/1997, e successive modificazioni, o assegni di ricerca di cui all'art. 22 della Legge 240/2010, o borse post-dottorato ai sensi dell’art. 4 della Legge 398/1989; oppure d) analoghi contratti, assegni o borse in atenei e centri di ricerca stranieri. Ai fini della maturazione del periodo minimo triennale di cui sopra, i servizi prestati nelle tipologie a), b), c) e d) possono essere cumulati. Ai fini dell'ammissione alla procedura, la Commissione di cui all'art. 5 del presente bando valuta: i) l'equivalenza dei titoli conseguiti all'estero a quello di dottore di ricerca; ii) l’analogia dei "contratti, assegni o borse in atenei e centri di ricerca stranieri" ai contratti, assegni o borse di cui alle tipologie a), b) e c) sopra elencate, tenendo conto delle tabelle di corrispondenza definite dal MIUR ai sensi dell'art. 18, comma 1, lettera b), L. 240/2010. Per la partecipazione alla valutazione è richiesto, a pena di esclusione, il godimento dei diritti politici. Non sono ammessi a partecipare alla selezione i soggetti in servizio a tempo indeterminato come professori universitari di prima o di seconda fascia o come ricercatori, ancorché cessati dal servizio. Sono esclusi dalla partecipazione alla procedura coloro i quali abbiano una relazione di coniugio o un grado di parentela o di affinità, fino al quarto grado compreso, con il Rettore, il Direttore Generale, un componente del Consiglio di Amministrazione dell'Ateneo o con un professore afferente al Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica. Non possono prendere parte alla valutazione coloro che siano stati destituiti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione, che siano stati dispensati dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento o che siano stati dichiarati decaduti da altro impiego pubblico, ai sensi dell'art. 127, primo comma, lettera d) del T.U. approvato con D.P.R. 10.1.1957 n. 3, per avere conseguito l'impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile, ovvero coloro nei cui confronti il rapporto di lavoro presso una pubblica amministrazione sia stato risolto per motivi disciplinari. Possono essere non ammessi alla valutazione comparativa, previa autonoma valutazione dell’amministrazione, i candidati che abbiano subito condanna penale per delitti di cui all’articolo 85, primo comma, lett. a) del T.U. approvato con D.P.R. 10.1.1957 n. 3. I cittadini italiani soggetti all'obbligo di leva devono trovarsi in posizione regolare nei confronti di tale obbligo. I prescritti requisiti per ottenere l'ammissione alla valutazione debbono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda e alla data di assunzione in servizio. Il candidato è tenuto ad osservare il limite massimo di pubblicazioni da presentare ai fini della valutazione. I cittadini di Stati esteri devono possedere, ai fini dell'accesso alla presente valutazione, i seguenti requisiti: a) godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza; b) essere in possesso di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica. L’ammissione alla valutazione dei candidati è effettuata con riserva dell’accertamento dei requisiti richiesti per l’accesso all’impiego. L'esclusione dalla valutazione, in qualsiasi momento, per difetto dei requisiti, è disposta con motivato decreto del Rettore e notificata all’interessato.
Dove va spedita la domanda: 
Gli interessati devono presentare domanda di ammissione avvalendosi esclusivamente della modalità di compilazione e presentazione per via telematica
Contatta l'ente: 
Per ulteriori informazioni gli interessati potranno prendere visione del bando e accedere al sistema predisposto per la presentazione della domanda di ammissione alla pagina http://www.unitn.it/ateneo/bandi-dr-valcomp/attivi oppure potranno rivolgersi all'ufficio personale docente e ricercatore, via Verdi n. 6 - Trento, tel. 0461-283306-3307-3348 dal lunedi' al venerdi' dalle ore 10,00 alle ore 13,00 - recruitment@unitn.it

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente