8 ricercatore presso UNIVERSITA' DI URBINO «CARLO BO»

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
8
Scadenza: 
06/09/2018
Cittadinanza: 
Contratto: 

Procedure selettive per la copertura di complessivi otto posti di ricercatore a tempo determinato, per vari Dipartimenti.

Requisiti: 
Sono ammessi a partecipare alla procedura selettiva i candidati in possesso del titolo di dottore di ricerca 0 equivalente, conseguito in ltalia 0 all’estero. I candidati in possesso di titolo di dottore di ricerca conseguito all’estero dovranno produrre copia del prowedimento, rilasciato dalle competenti autorita, con il quale é stata riconosciuta l’equivalenza oppure |’equipollenza dello stesso al titolo italiano. l candidati in possesso del titolo di dottore di ricerca 0 titolo equivalente devono altresi: - aver conseguito l'abilitazione scientifica nazionale alle funzioni di professore di prima 0 di seconda fascia di cui all'articolo 16 della Legge n. 240/2010, owero: ’- aver usufruito per almeno tre anni, anche cumulativamente e per periodi anche non consecutivi di: - contratti di ricercatore a tempo determinato ai sensi de|l'art. 24, comma 3, Iettera a) della Legge n. 240/2010, o ai sensi dell’art. 1, comma 14, della Legge n. 230/2005, - owero assegni di ricerca ai sensi dell'articolo 22 della Legge n. 240/2010, 0 assegni di ricerca ai sensi dell'articolo 51, comma 6, della Legge n. 449/1997, 0 borse post-dottorato ai sensi dell'articolo 4 della Legge n. 398/1989, - ovvero analoghi contratti, assegni o borse in Atenei stranieri. E richiesta la conoscenza della lingua inglese, nonché la buona conoscenza di quella italiana per i candidati stranieri. Non possono partecipare alie procedure di cui al presente bando coloro che hanno un rapporto di coniugio, un grado di parentela 0 di affinita fino al quarto grado compreso, con un Professore appartenente al Dipartimento che effettua la proposta di attivazione del contratto, ovvero con il Rettore, con il Direttore Generate o con un componente del Consiglio di Amministrazione dell’Ateneo. Non possono altresi partecipare, a pena di esclusione:1) coloro che siano esclusi dal godimento dei diritti civili e politici; 2) coloro che siano esclusi da|l’elettorato politico attivo e coloro che siano stati destituiti 0 dispensati dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento; 3) coloro che siano stati dichiarati decaduti da altro impiego statale; 4) i professori universitari ordinari e associati e i ricercatori universitari gia assunti a tempo indeterminato, ancorché cessati dal servizio; 5) coloro che hanno in essere o che hanno avuto contratti in qualita di assegnista di ricerca e di ricercatore a tempo determinato ai sensi degli articoli 22 e 24 della Legge n. 240/2010 e s.m.i., presso l'Universita degli Studi di Urbino Carlo Bo o altri Atenei italiani, statali, non statali 0 telematici, nonché gli enti di cui al comma 1 dell'articolo 22 della Legge n. 240/2010 e s.m.i. per un periodo che, sommato alla durata prevista dal contratto messo a bando, superi complessivamente i 12 anni, anche non continuativi. Ai fini della durata dei predetti rapporti non rilevano i periodi trascorsi in aspettativa per maternita 0 per motivi di salute secondo la normativa vigente. I cittadini italiani soggetti aIl'obb|ig0 di leva devono trovarsi in posizione regolare nei confronti di tale obbligo. I prescritti requisiti per ottenere l'ammissi0ne alla procedura selettiva debbono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per Ia presentazione della domanda e alla data di assunzione in servizio. I cittadini di Stati esteri devono possedere, ai fini de|l'accesso alla presente procedura, i seguenti requisiti: a) godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza; b) essere in possesso di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica. L’ammissione alla procedura selettiva dei candidati é effettuata con riserva del|’accertamento dei requisiti richiesti per |’accesso al|’impiego. L'esc|usione dalla selezione, in qualsiasi momento, per difetto dei requisiti, e disposta con motivato decreto del Rettore e notificata all’interessato.
Dove va spedita la domanda: 
Gli interessati devono presentare domanda di ammissione al Rettore del|'Universita degli Studi di Urbino Carlo Bo, utilizzando il modulo della domanda (Allegato A) disponibile presso l‘Ufflcio Amministrazione e reclutamento personale docente - Settore del personale - Via Puccinotti, 25 — Urbino (telefono: 0722- 305476/305401/305481 — posta elettronica: amministrazione.reclutamento.pdoc@uniurb.it). La domanda, redatta esclusivamente in lingua italiana, dovra pervenire al Magnifico Rettore dell’Universita degli Studi di Urbino Carlo Bo, c/o Ufficio Protocollo e Archivio, Via Saffi n. 2- 61029 Urbino — entro il termine perentorio di 30 giorni che decorrono dal giorno successivo a quello della pubblicazione dell'avviso del presente bando sulla Gazzetta Ufficiale. a) direttamente presso |’Ufficio Protocollo e Archivio, Via Saffi n. 2 - 61029 Urbino, dal lunedi al sabato, dalle ore 9,00 alle ore 12,30; b) via posta, tramite raccomandata 0 posta celere con awiso di ricevimento, oppure a mezzo di corriere con awiso di ricevimento; c) tramite posta elettronica certificata inviata alla casella PEC di Ateneo: amministrazione@uniurb.leqa|mail.it
Contatta l'ente: 
ll Responsabile del Procedimento della procedura di selezione del presente bando e il Dott. Gianluca Antonelli, Responsabile dell’Ufficio Amministrazione e reclutamento personale docente - Settore del personale (tel.0722/305476 — 0722/305401; — 0722/305481; fax 0722/305477; e-mail: amministrazione.reclutamento.pdoc@uniurb.it).
Prove d'esame: 
La Commissione giudicatrice a|l’atto dell’insediamento predetermina i criteri da utilizzare per la valutazione preliminare dei candidati, nonché i criteri da utilizzare per l’attribuzione di un punteggio ai titoli e a ciascuna delle pubblicazioni presentate dai candidati ammessi alla discussione pubblica con la Commissione, sempre tenendo conto dei parametri e criteri riconosciuti in ambito internazionale, individuati dal D.M. n. 243 del 25 maggio 2011. Tali criteri sono consegnati al responsabile del procedimento, il quale ne assicura la pubblicita. La procedura selettiva si articola in successive due fasi. La prima fase e finalizzata a selezionare preliminarmente i candidati con motivato giudizio analitico sui titoli, sul curriculum e sulla produzione scientifica, ivi compresa la tesi di dottorato. La prima fase si conclude con l’ammissione alla fase successiva dei candidati comparativamente piu meritevoli, in misura compresa tra il 10 e il 20 per cento del numero degli stessi e comunque non inferiore a sei unita. Nel caso in cui il numero dei candidati alla selezione sia pari 0 inferione alle sei unita, la valutazione preliminare non ha luogo e i candidati sono tutti direttamente ammessi alla selezione. La valutazione preliminare dei candidati e effettuata dalla Commissione secondo i parametri e criteri, di cui al D.M. 25 maggio 2011, n. 243, elencati di seguito: Valutazione dei titoli e del curriculum Le commissioni giudicatrici effettuano una motivata valutazione seguita da una valutazione comparativa, facendo riferimento allo specifico settore concorsuale e al|'eventuale profilo definito esclusivamente tramite indicazione di uno 0 piu settori scientifico-disciplinari, del curriculum e dei seguenti titoli, debitamente documentati, dei candidati:a) dottorato di ricerca 0 titolo equipollente, owero, per i settori interessati, il diploma di specializzazione medica o equivalente, conseguito in ltalia 0 all’estero; b) eventuale attivita didattica a livello universitario in ltalia 0 all’estero; c) documentata attivita di formazione o di ricerca presso qualificati istituti italiani o stranieri; d) documentata attivita in campo clinico relativamente ai settori concorsuali nel quali sono richieste tali specifiche competenze; e) realizzazione di attivita progettuale relativamente ai settori concorsuali nei quali e prevista; f) organizzazione, direzione e coordinamento di gruppi di ricerca nazionali e internazionali, o partecipazione agli stessi; g) titolarita di brevetti relativamente ai settori concorsuali nei quali e prevista; h) relatore a congressi e convegni nazionali e internazionali; i) premi e riconoscimenti nazionali e internazionali per attivita di ricerca; j) diploma di specializzazione europea riconosciuto da Board internazionali, relativamente a quei settori concorsuali nei quali é prevista. La valutazione di ciascun titolo sopra indicato e effettuata considerando specificamente la significativita che esso assume in ordine alla qualita e quantita dell'attivita di ricerca svolta dal singolo candidato. Valutazione della produzione scientifica Le commissioni giudicatrici, nell'effettuare la valutazione preliminare comparativa dei candidati, prendono in considerazione esclusivamente pubblicazioni o testi accettati per la pubblicazione secondo le norme vigenti nonché saggi inseriti in opere collettanee e articoli editi su riviste in formato cartaceo o digitale con l‘esclusione di note interne o rapporti dipartimentali. Le tesi di dottorato o dei titoli equipollenti sono prese in considerazione anche in assenza delle condizioni sopra citate. Le commissioni giudicatrici effettuano la valutazione comparativa delle pubblicazioni sopra indicate sulla base dei seguenti criteri: a) originalita, innovativita, rigore metodologico e rilevanza di ciascuna pubblicazione scientifica; b) congruenza di ciascuna pubblicazione con il settore concorsuale per il quale e bandita la procedura e con l'eventuale profilo, definito esclusivamente tramite indicazione di uno o piu settori scientifico- disciplinari, owero con tematiche interdisciplinari ad essi correlate; c) rilevanza scientifica della collocazione editoriale di ciascuna pubblicazione e sua diffusione all'interno della comunita scientifica; d) determinazione analitica, anche sulla base di criteri riconosciuti nella comunita scientifica internazionale di riferimento, dell'apporto individuale del candidato nel caso di partecipazione del medesimo a lavori in collaborazione. Le commissioni giudicatrici devono altresl valutare la consistenza complessiva della produzione scientifica del candidato, l'intensita e la continuita temporale della stessa, fatti salvi i periodi, adeguatamente documentati, di allontanamento non volontario dall‘attivita di ricerca, con particolare riferimento alle funzioni genitoriali. Nell'ambito dei settori concorsuali in cui ne e consolidato l'uso a livello internazionale le commissioni, nel valutare le pubblicazioni, si avvalgono anche dei seguenti indicatori, riferiti alla data di scadenza dei termini delle candidature:a) numero totale delle citazioni; b) numero medio di citazioni per pubblicazione; c) <<impact factor» totale; ' d) <<impact factor» medio per pubblicazione; e) combinazioni dei precedenti parametri atte a valorizzare l‘impatto della produzione scientifica del candidato (indice di Hirsch o simili). L’ammissione a sostenere la discussione prevista nella seconda fase e le date in cui questa si svolgera saranno pubblicate all’albo ufficiale d’Ateneo nonché sul portale dello stesso sul sito httg://www.uniurb.it/rtd con almeno 15 giorni di anticipo rispetto alla prova. La pubblicazione dell'avviso sul portale d’Ateneo equivale a notifica ai sensi di leqge per la convocazione dei candidati. L’assenza del candidato sara considerata come rinuncia alla procedura selettiva quale ne sia la causa. La seconda fase e costituita dalla discussione pubblica dei titoli e della produzione scientifica con la Commissione. La Commissione attribuisce un punteggio ai titoli e a ciascuna delle pubblicazioni presentate dai candidati ammessi alla discussione, a seguito della stessa. Sono esclusi esami scritti e orali, ad eccezione della prova orale di accertamento della conoscenza della/e lingua/e straniera richiesta/e dal presente bando. Per i candidati stranieri é prevista la verifica della conoscenza della lingua italiana. Gli atti della Commissione sono costituiti dai verbali delle singole riunioni, dei quali costituiscono parte integrante: ~ i giudizi individuali e collegiali espressi su ciascun candidato nella prima fase; 9 i punteggi attribuiti ai candidati ammessi alla seconda fase; ~ il giudizio sulla prova orale di accertamento della conoscenza della lingua straniera. Al termine dei lavori, la Commissione giudicatrice, tenuto conto dei punteggi attribuiti ai titoli e a ciascuna delle pubblicazioni presentate dai candidati ammessi alla discussione, forma una graduatoria di merito.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente