Comando Generale della Guardia di Finanza, 15 tenenti in servizio permanente effettivo

Anteprima

Concorso, per titoli ed esami, per il reclutamento di quindici tenenti in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico-logistico-amministrativo del Corpo della guardia di finanza per l'anno 2022. (GU n.102 del 27-12-2022)

Scheda

Occupazione
Località
Posti
15
Scadenza
Scaduto
Tipo
Contratto

Bando e allegati

1. E' indetto concorso pubblico, per titoli ed esami, per il
reclutamento di quindici tenenti in servizio permanente effettivo del
ruolo tecnico-logistico-amministrativo del Corpo della guardia di
finanza. Tali posti sono ripartiti tra le seguenti specialita':
a) quattro posti per amministrazione;
b) tre posti per telematica;
c) tre posti per infrastrutture;
d) un posto per motorizzazione - settore navale;
e) due posti per sanita';
f) due posti per psicologia.
2. E' possibile concorrere per una sola specialita' di cui al
comma 1.
3. Lo svolgimento del concorso comprende:
a) una prova preliminare (test logico-matematici e culturali),
eventuale;
b) una prova scritta di cultura tecnico-professionale;
c) la valutazione dei titoli di merito;
d) l'accertamento dell'idoneita' psico-fisica;
e) l'accertamento dell'idoneita' attitudinale al servizio
incondizionato nella Guardia di finanza, in qualita' di ufficiali in
servizio permanente effettivo del ruolo
tecnico-logistico-amministrativo;
f) una prova orale;
g) una prova facoltativa di una lingua straniera.
4. Il Corpo della guardia di finanza si riserva, in ragione di
esigenze attualmente non valutabili ne' prevedibili la facolta' di
revocare il presente bando, di sospendere, rinviare e modificare le
prove concorsuali, di rimodulare, fino alla data di approvazione
della graduatoria unica di merito, il numero dei posti, di sospendere
l'ammissione al corso di formazione dei vincitori, anche sulla base
del numero di assunzioni complessivamente autorizzate dall'autorita'
di governo.
Art. 2



Requisiti per l'ammissione al concorso


1. Possono partecipare al concorso:


  • a) coloro che:

    • 1) siano in possesso dei diritti civili e politici;

    • 2) non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati
      decaduti dall'impiego presso una pubblica amministrazione, licenziati
      dal lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni a seguito
      di procedimento disciplinare ovvero prosciolti, d'autorita' o
      d'ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate e di
      polizia, a esclusione dei proscioglimenti per inattitudine alla vita
      di bordo o al volo;

    • 3) non siano imputati o condannati ovvero non abbiano
      ottenuto l'applicazione della pena ai sensi dell'art. 444 del codice
      di procedura penale per delitti non colposi, ne' siano o siano stati
      sottoposti a misure di prevenzione;

    • 4) non siano stati dimessi, per motivi disciplinari o per
      inattitudine alla vita militare, da accademie, scuole, istituti di
      formazione delle Forze armate e di polizia;

    • 5) non siano stati rinviati o espulsi da corsi di formazione
      dell'Accademia del Corpo della guardia di finanza;

    • 6) siano in possesso dei requisiti di cui all'art. 26 della
      legge 1° febbraio 1989, n. 53. A tal fine, il Corpo della guardia di
      finanza accerta, d'ufficio, l'irreprensibilita' del comportamento del
      candidato in rapporto alle funzioni proprie del grado da rivestire.

    • Sono causa di esclusione dall'arruolamento anche l'esito
      positivo agli accertamenti diagnostici, la guida in stato di ebbrezza
      costituente reato, l'uso o la detenzione di sostanze stupefacenti o
      psicotrope a scopo non terapeutico, anche se saltuari, occasionali o
      risalenti;

    • 7) non si trovino, alla data dell'effettivo incorporamento,
      in situazioni comunque incompatibili con l'acquisizione o la
      conservazione dello stato di ufficiale del Corpo della guardia di
      finanza;

    • 8) alla data di scadenza del termine ultimo per la
      presentazione della domanda di partecipazione al concorso, siano in
      possesso di una laurea specialistica o una laurea magistrale o titolo
      equipollente (con esclusione, quindi, dei diplomi universitari, delle
      lauree c.d. «triennali» o di «I livello»), in discipline attinenti
      alla specialita' per la quale concorrono, tra quelle indicate in
      allegato 1.

    • Sono considerati validi i titoli di studio conseguiti
      all'estero, sempreche' riconosciuti dal competente dicastero,
      equipollenti a uno di quelli prescritti per la partecipazione al
      presente concorso;

  • b) i cittadini italiani che, oltre ai requisiti di cui alla
    precedente lettera a):

    • 1) alla data del 1° dicembre 2022, non abbiano superato il
      giorno di compimento del trentaduesimo anno di eta', ossia siano nati
      in data non antecedente al 1° dicembre 1990;

    • 2) non siano stati ammessi a prestare il servizio civile
      nazionale quali obiettori di coscienza, ovvero abbiano rinunciato a
      tale status, ai sensi dell'art. 636, comma 3, del decreto legislativo
      15 marzo 2010, n. 66
      ;

  • c) i militari del Corpo appartenenti ai ruoli ispettori,
    sovrintendenti, appuntati e finanzieri, che, oltre ai requisiti di
    cui alla precedente lettera a):

    • 1) alla data del 1° dicembre 2022, non abbiano superato il
      giorno del compimento del quarantacinquesimo anno di eta', ossia
      siano nati in data non antecedente al 1° dicembre 1977;

    • 2) non siano stati dichiarati non idonei all'avanzamento
      ovvero, se dichiarati non idonei all'avanzamento, abbiano
      successivamente conseguito un giudizio di idoneita' e siano trascorsi
      almeno cinque anni dalla dichiarazione di non idoneita', ovvero non
      abbiano rinunciato all'avanzamento nell'ultimo quinquennio;

    • 3) non abbiano riportato, nell'ultimo biennio, sanzioni
      disciplinari piu' gravi della consegna;

    • 4) non siano sottoposti a un procedimento disciplinare di
      corpo da cui possa derivare l'irrogazione di una sanzione piu' grave
      della consegna, a un procedimento disciplinare di stato o a un
      procedimento disciplinare ai sensi dell'art. 17 delle norme di
      attuazione, di coordinamento e transitorie del codice di procedura
      penale;

    • 5) non siano sospesi dall'impiego o dal servizio o in
      aspettativa.


Requisiti e titoli di studio

alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso, siano in possesso di una laurea specialistica o una laurea magistrale o titolo equipollente (con esclusione, quindi, dei diplomi universitari, delle lauree c.d. “triennali” o di “I livello”), in discipline attinenti alla specialità per la quale concorrono, tra quelle indicate in allegato 1.

Prove d'esame

a) una prova preliminare (test logico-matematici e culturali), eventuale;
b) una prova scritta di cultura tecnico-professionale;
c) la valutazione dei titoli di merito;
d) l’accertamento dell’idoneità psico-fisica;
e) l’accertamento dell’idoneità attitudinale al servizio incondizionato nella Guardia di finanza, in qualità di ufficiali in servizio permanente effettivo del ruolo tecnico-logistico-amministrativo;
f) una prova orale;
g) una prova facoltativa di una lingua straniera.

Dove va spedita la domanda

https://concorsi.gdf.gov.it/index.aspx

Commenti