INPS , 62 medico di seconda fascia

Anteprima

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di sessantadue posti di medico di seconda fascia. (GU n.79 del 4-10-2022)

Scheda

Occupazione
Località
Posti
62
Scadenza
Scaduto
Tipo

Bando e allegati

1. E' indetto su base nazionale un concorso pubblico, per titoli
ed esami, per il reclutamento di sessantadue medici di seconda fascia
funzionale nei ruoli dell'Istituto nazionale della previdenza sociale
(I.N.P.S.).
2. E' garantita pari opportunita' tra uomini e donne per
l'accesso al lavoro cosi' come previsto dal decreto legislativo 11
aprile 2006
, n. 198
e dall'art. 35 del decreto legislativo 30 marzo
2001
, n. 165
esuccessive modificazioni ed integrazioni.
Art. 2



Requisiti per l'ammissione


1. Al concorso possono partecipare coloro che, alla data di
scadenza del termine per la presentazione della domanda, sono in
possesso dei requisiti sottoindicati:


  • a) diploma di laurea in medicina e chirurgia conseguito presso
    Universita' o Istituti di istruzione universitaria equiparati. I
    diplomi di laurea conseguiti all'estero saranno considerati utili
    purche' riconosciuti equivalenti al diploma di laurea in medicina e
    chirurgia conseguito in Italia; a tal fine, nella domanda di
    partecipazione alla selezione devono essere indicati, a pena di
    esclusione, gli estremi del provvedimento di riconoscimento
    dell'equivalenza al corrispondente titolo di studio italiano in base
    alla vigente normativa. Il candidato che non sia ancora in possesso
    del provvedimento di equivalenza sara' ammesso alla procedura
    selettiva con riserva, purche' sia stata attivata la procedura di cui
    alla normativa vigente, fermo restando che l'equivalenza del titolo
    di studio dovra' essere presentata prima della stipula del contratto
    di lavoro;

  • b) iscrizione all'albo professionale dei medici. L'iscrizione
    al corrispondente albo professionale di uno dei paesi dell'Unione
    europea consente la partecipazione alla selezione, fermo restando
    l'obbligo dell'iscrizione all'albo in Italia prima dell'assunzione in
    servizio;

  • c) essere dipendente di ruolo, in qualita' di medico, presso
    un'amministrazione pubblica tra quelle di cui agli articoli 1 e 3 del
    decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive modificazioni
    ed integrazioni, presso istituti di ricovero e cura a carattere
    scientifico, istituti o cliniche universitarie e istituti
    zooprofilattici sperimentali;

  • d) anzianita' di servizio in qualita' di medico di ruolo alle
    dipendenze delle amministrazioni pubbliche di cui agli articoli 1 e 3
    del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e successive
    modificazioni ed integrazioni o presso istituti di ricovero e cura a
    carattere scientifico, istituti o cliniche universitarie e istituti
    zooprofilattici sperimentali di almeno sette anni, di cui almeno
    cinque nella disciplina della medicina legale o in una disciplina
    equipollente ai sensi del decreto ministeriale 30 gennaio 1998 e
    successive modificazioni ed integrazioni, e specializzazione nella
    disciplina della medicina legale o in una disciplina equipollente ai
    sensi del decreto ministeriale 30 gennaio 1998 e successive
    modificazioni ed integrazioni; ovvero anzianita' di servizio, in
    qualita' di medico di ruolo alle dipendenze delle amministrazioni
    pubbliche di cui agli articoli 1 e 3 del decreto legislativo 30 marzo
    2001
    , n. 165
    e successive modificazioni ed integrazioni o presso
    istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, istituti o
    cliniche universitarie e istituti zooprofilattici sperimentali di
    almeno dieci anni nella disciplina della medicina legale o in una
    disciplina equipollente ai sensi del decreto ministeriale 30 gennaio
    1998
    e successive modificazioni ed integrazioni I diplomi conseguiti
    all'estero saranno considerati utili purche' riconosciuti equivalenti
    al diploma di specializzazione in medicina legale o disciplina
    equipollente conseguito in Italia; a tal fine, nella domanda di
    partecipazione alla selezione devono essere indicati, a pena di
    esclusione, gli estremi del provvedimento di riconoscimento
    dell'equivalenza al corrispondente titolo di studio italiano in base
    alla vigente normativa. Il candidato che non sia ancora in possesso
    del provvedimento di equivalenza sara' ammesso alla procedura
    concorsuale con riserva, purche' sia stata attivata la procedura di
    cui alla normativa vigente, fermo restando che l'equivalenza del
    titolo di studio dovra' essere presentata prima della stipula del
    contratto di lavoro;

  • e) cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di uno degli Stati
    membri dell'Unione europea ovvero appartenenza a una delle tipologie
    previste dall'art. 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e
    successive modificazioni ed integrazioni;

  • f) non essere stato destituito o dispensato dall'impiego presso
    una pubblica amministrazione per persistente insufficiente
    rendimento, oppure non essere stato dichiarato decaduto o licenziato
    da un impiego statale, ai sensi dell'art. 127, primo comma, lettera
    d), del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli
    impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente
    della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3
    e ai sensi delle
    corrispondenti disposizioni di legge e dei contratti collettivi
    nazionali di lavoro relativi al personale dei vari comparti;

  • g) non aver riportato condanne penali, passate in giudicato,
    per reati che comportano l'interdizione dai pubblici uffici;

  • h) posizione regolare nei riguardi degli obblighi militari
    laddove previsti per legge;

  • i) godimento dei diritti politici e civili;

  • j) idoneita' fisica allo svolgimento delle funzioni cui il
    bando si riferisce.

2. In ogni momento della procedura l'Istituto si riserva la
facolta' di procedere, con atto motivato - da comunicarsi mediante
PEC all'indirizzo indicato nella domanda di partecipazione -
all'esclusione dei candidati che non siano in possesso dei requisiti
di ammissione previsti dal presente bando o che siano destinatari di
sentenze penali di condanna ancorche' non passate in giudicato.

Requisiti e titoli di studio

a) diploma di laurea in medicina e chirurgia conseguito pressUniversita' o Istituti di istruzione universitaria equiparati.
b) iscrizione all'albo professionale dei medici.
c) anzianita' di servizio in qualita' di medico di ruolo alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche
Titoli di studio richiesti

Prove d'esame

La procedura di selezione prevede una valutazione dei titoli, una prova a contenuto teoricopratico e una prova orale.

Dove va spedita la domanda

esclusivamente in via telematica, mediante l'utilizzo di SPID (Sistema pubblico di identita' digitale) oppure CNS (Carta nazionale dei servizi) oppure CIE (carta identita' elettronica), compilando l'apposito modulo ed utilizzando la specifica applicazione disponibile all'indirizzo internet www.inps.it

https://posizioniaperte.com/inps-concorso-per-62-medici-di-seconda-fascia/

Commenti