• Accedi • Iscriviti gratis
  • Regione Lazio, 249 posti di Assistente mercato e servizi per il lavoro

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per l’assunzione di n. 249 unità di personale a tempo pieno e indeterminato, con il profilo professionale di Assistente mercato e servizi per il lavoro, categoria C - posizione economica C1, per il potenziamento dei centri per l’impiego e le politiche attive del lavoro

    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    249
    Scadenza: 
    30/09/2022
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Fonte: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    Diploma di istruzione secondaria di II grado conseguito presso un istituto statale, paritario o legalmente riconosciuto
    Dove va spedita la domanda: 
    La domanda di partecipazione deve essere inviata esclusivamente per via telematica attraverso la “Piattaforma unica di reclutamento” (https://www.inpa.gov.it/).
    Contatta l'ente: 
    assistenzaconcorsi@regione.lazio.it
    Prove d'esame: 
    La prova scritta mira alla verifica del grado di conoscenza dei candidati delle materie d’esame e della capacità di contestualizzare le conoscenze e di utilizzarle nella risoluzione di problemi pratici. La prova consisterà in un test di n. 40 (quaranta) quesiti a risposta multipla da risolvere in 60 (sessanta) minuti, con un punteggio massimo attribuibile di 30 (trenta) punti e si articolerà come segue:
    a) n. 25 (venticinque) quesiti volti a verificare le conoscenze rilevanti afferenti alle seguenti materie:
     elementi di diritto amministrativo, in particolare la disciplina del pubblico impiego e il C.C.N.L. Funzioni Locali;
     elementi di diritto del lavoro e della legislazione sociale;
     elementi di normativa nazionale e regionale in materia di lavoro e di politiche a sostegno dell’occupazione, con particolare riferimento al D.lgs. n. 150/2015 “Disposizioni per il riordino della normativa in materia di servizi per il lavoro e di politiche attive, ai sensi dell'articolo 1, comma 3, della legge 10 dicembre 2014, n. 183” e al D.L. n. 4/2019, convertito in Legge n. 26 del 30 marzo 2019 “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”, anche con riferimento alla normativa nazionale e regionale relativa all’inserimento lavorativo delle persone con disabilità e dei soggetti svantaggiati;
     gestione dei servizi per l’impiego, con particolare riferimento ai servizi ai cittadini ed alle imprese, compreso il collocamento mirato forniti dai centri per l’impiego, come individuati dal decreto dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali n. 4 dell’11.01.2018;
     elementi di economia e politica del lavoro;
     elementi di programmazione regionale in materia di servizi al lavoro e politiche attive a valere sul FSE;
     elementi di contabilità pubblica, con particolare riferimento all’ordinamento finanziario e contabile delle Regioni;
     elementi in materia di contratti pubblici;
    b) una parte composta da n. 8 (otto) quesiti volti a verificare la capacità logico-deduttiva e di ragionamento critico-verbale.
    c) una parte composta da n. 7 (sette) quesiti situazionali relativi a problematiche organizzative e gestionali ricadenti nell'ambito degli studi sul comportamento organizzativo. I quesiti descriveranno situazioni concrete di lavoro, rispetto alle quali si intende valutare la capacità di giudizio dei candidati, chiedendo loro di decidere, tra alternative predefinite di possibili corsi d'azione, quale ritengano più adeguata.
    ---
    La prova orale verterà, oltre che sugli argomenti previsti per le prove scritte, anche sui seguenti argomenti:
     delitti contro la Pubblica amministrazione;
     normativa in materia di trattamento e protezione dei dati personali;
     normativa in materia di prevenzione della corruzione e di trasparenza;
     conoscenza della lingua inglese;
     conoscenza della lingua italiana per i candidati non italiani;
     accertamento delle conoscenze informatiche.