AGENZIA PIEMONTE LAVORO DI TORINO, 165 posti vari

Anteprima

Concorsi pubblici per la copertura di centosessantacinque posti di vari profili professionali, a tempo indeterminato (GU n.58 del 22-07-2022)

Scheda

Località
Posti
165
Scadenza
Scaduto
Tipo

Bando e allegati

Si avvisa che con determinazione dirigenziale n. 450 del
luglio 2022
l'Agenzia Piemonte lavoro ha indetto i seguenti concorsi
pubblici:


  • concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'assunzione di
    sessantotto unita' di personale a tempo indeterminato nella categoria
    D, posizione D1, profilo professionale di specialista politiche del
    lavoro;

  • concorso pubblico, per esami, per l'assunzione di novantasette
    unita' di personale a tempo indeterminato nella categoria C,
    posizione C1, profilo professionale di tecnico servizi per l'impiego.

Scadenza presentazione domande: quarantacinquesimo giorno
successivo alla data di pubblicazione del presente avviso, nella
Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana - 4ª Serie speciale
«Concorsi ed esami».


Il testo integrale dei bandi, con l'indicazione di tutti i
requisiti e delle modalita' di partecipazione alle selezioni, sono
pubblicati sul sito internet dell'Agenzia Piemonte lavoro
www.agenziapiemontelavoro.it

Requisiti e titoli di studio

SPECIALISTA POLITICHE DEL LAVORO
- Laurea di primo livello (DM 270/04);
- Laurea triennale (DM 509/99)
in alternativa,
- Diploma di laurea vecchio ordinamento (previgente al DM 509/99);
- Laurea specialistica (DM 509/99);
- Laurea magistrale (DM 270/04).
---
TECNICO SERVIZI PER L’IMPIEGO
Possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado, conseguito previo superamento di un corso di studi di durata quinquennale

Titoli di studio richiesti

Prove d'esame

SPECIALISTA POLITICHE DEL LAVORO

Prova scritta 
La prova consisterà in quesiti a risposta sintetica e/o predeterminata, e sarà diretta ad accertare la conoscenza delle materie previste dal presente bando e l’attitudine alla soluzione corretta di questioni alle stesse inerenti.
Colloquio orale

Sono ammessi al colloquio i candidati che avranno riportato nella prova scritta una votazione di almeno 21/30. La prova consisterà in un colloquio, che verterà sulle materie previste dal bando e sarà finalizzato ad accertare il possesso da parte dei/delle candidati/e delle conoscenze e delle competenze ascritti al profilo professionale di Specialista Politiche del Lavoro, elencati nell’appendice al presente bando. Sarà valutata la capacità di fare collegamenti, di contestualizzare le conoscenze e utilizzarle per Risolvere i problemi, di elaborazione di soluzioni mediante la discussione di situazioni concrete; verrà inoltre accertata la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese nonché, per i soggetti appartenenti ad uno Stato membro dell’Unione Europea, la conoscenza della lingua italiana.

Materie d’esame
Prova scritta:
- normativa nazionale e regionale in materia di lavoro e di politiche a sostegno dell'occupazione (con particolare riferimento al D. Lgs. 150/2015 ed alla Legge n. 26/2019), misure, programmi ed incentivi a sostegno all’occupazione a livello nazionale e regionale, - programmazione regionale in materia di servizi al lavoro e politiche attive a valere sul FSE+ e sul programma GOL;
- legislazione nazionale e programmazione regionale in materia di potenziamento dei Centri per l’impiego
- tecniche di ricerca attiva del lavoro.

Colloquio orale:
verterà, in aggiunta alle materie previste per la prova scritta, sulle seguenti:
- Elementi di diritto amministrativo e di diritto pubblico con approfondimento sulla legge n. 241/1990, sulla normativa in materia di autocertificazione e sul trattamento dei dati personali e sensibili;
- normativa sulla trasparenza amministrativa; conoscenza del C.C.N.L. Regioni ed Autonomie locali e del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici; normativa in materia di reati contro la PA. 
- Gestione dei servizi per l’impiego: servizi ai cittadini ed alle imprese, compreso il collocamento mirato, forniti dai Centri per l'Impiego come individuati dal decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali n 4 dell'11/1/2018. 
- Gestione dei servizi previsti dal D.L. 4/2019 convertito in Legge n. 26 del 30 marzo 2019 “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”.
- conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
- conoscenza della lingua inglese
---
TECNICO SERVIZI PER L’IMPIEGO
Prova scritta 
La prova consisterà in quesiti a risposta sintetica e/o predeterminata, e sarà diretta ad accertare la conoscenza delle materie previste dal presente bando e l’attitudine alla soluzione corretta di questioni alle stesse inerenti.

Colloquio orale 
Sono ammessi al colloquio i candidati che avranno riportato nella prova scritta una votazione di almeno 21/30. La prova consisterà in un colloquio, che verterà sulle materie previste dal bando e sarà finalizzato ad accertare il possesso da parte dei/delle candidati/e delle conoscenze e delle competenze ascritti al profilo professionale di Tecnico Servizi per l’Impiego, elencati nell’appendice al presente bando.

Materie d’esame
Prova scritta:
- Elementi di normativa in materia di politiche e servizi del lavoro con particolare riguardo al D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 150;
- Gestione dei servizi per l’impiego: servizi ai cittadini ed alle imprese, compreso il collocamento mirato, forniti dai centri per l'impiego come individuati dal decreto del Ministero del lavoro e delle politiche sociali n 4 dell'11/1/2018.
- Gestione dei servizi previsti dal D.L. 4/2019 convertito in Legge n. 26 del 30 marzo 2019 “Disposizioni urgenti in materia di reddito di cittadinanza e di pensioni”.

Prova orale: verterà, in aggiunta alle materie previste per la prova scritta, sulle seguenti: 
- elementi della normativa inerente il rapporto di lavoro pubblico con particolare riferimento agli Enti Locali;
- elementi del Codice dell’Amministrazione Digitale;
- elementi di diritto amministrativo (con riferimento agli atti ed al procedimento amministrativo, all'attività contrattuale ed alla responsabilità della Pubblica Amministrazione);
- elementi di ordinamento statale, regionale e degli Enti Locali;
- elementi di normativa in materia di prevenzione e contrasto della corruzione, di trasparenza, di diritto di accesso e di privacy.
- conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
- conoscenza della lingua inglese.

Dove va spedita la domanda

https://aplcatd.ilmiotest.it/

Contatta l'ente

www.agenziapiemontelavoro.it

Categorie correlate

Valuta la tua preparazione al concorso con i seguenti QUIZ online GRATUITI. Risposte esatte al termine del test.

Commenti