• Accedi • Iscriviti gratis
  • Unione Comuni Pianura Reggiana di Correggio , 1 istruttore direttivo tecnico

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di istruttore direttivo tecnico, categoria D, a tempo indeterminato e pieno, per il Comune di Campagnola Emilia. (GU n.33 del 26-4-2022)

    Requisiti: 
    titoli di studio : Diploma di Laurea (2° livello) in Ingegneria (Ingegneria civile, edile, ingegneria per l’ambiente ed il territorio o equivalenti), Architettura, Urbanistica, Pianificazione territoriale e urbanistica (DL vecchio ordinamento) o equipollenti oppure Laurea Specialistica (LS) o Laurea Magistrale (LM) appartenenti alle corrispondenti classi ai sensi del DM 509/99 e del DM 270/04; in alternativa alle suddette lauree magistrali/specialistiche sono ammessi i Diplomi di Laurea 1° livello o Diploma Universitario in Ingegneria civile e ambientale, industriale, scienze dell’architettura e dell’ingegneria edile o equivalenti.
    - essere in possesso della patente di guida di cat. B.
    Dove va spedita la domanda: 
    Gli aspiranti devono presentare la domanda di ammissione al concorso, completa delle dichiarazioni e degli allegati richiesti, entro il termine perentorio di 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana e, precisamente, entro e non oltre il 27 maggio 2022 ore 12,00 L’unica modalità di presentazione della domanda di ammissione al concorso è l’iscrizione online, sul sito dell’Unione Comuni Pianura Reggiana, sezione “bandi e avvisi” al Link : https://pianurareggiana.elixforms.it/rwe2/module_preview.jsp?MODULE_TAG=UPA_Selezione_IDTD_Campagnola Per la compilazione della domanda è necessario: 1. accedere al link sopraindicato, cliccare su "NUOVA RICHIESTA" e accedere per la compilazione della domanda di partecipazione con le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale); 2. compilare il modulo in tutte le parti richieste e inserire gli allegati richiesti; 3. verificare il riepilogo della domanda; 4. inoltrare la domanda: 5. stampare il PDF della domanda (facoltativo)
    Prove d'esame: 
    Le prove d’esame sono costituite da una prova scritta e una prova orale.
    La selezione pubblica potrà essere preceduta da una preselezione secondo i termini stabiliti di seguito: In presenza di un numero di domande di ammissione alla selezione pari o inferiore a 70 i concorrenti, previa verifica dei requisiti di ammissibilità da parte dell’Unione, saranno ammessi alla prova scritta.

    Programma d’esame Le prove d’esame verteranno sulla conoscenza delle seguenti materie:  Norme per l'edilizia residenziale;  Normativa nazionale e regionale in materia Edilizia di cui al D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380, alla L.R. 30 luglio 2013 n. 15, alla L.R. 21 ottobre 2004 n. 23;  Norme sull’attività di vigilanza e controllo dell’attività edilizia;  Disciplina Regionale in materia di Contributo di Costruzione di cui alla D.A.L. 186 del 20 dicembre 2018;  Normativa in materia di opere di urbanizzazione primaria e secondaria; Redazione di atti amministrativi;  Normativa in materia di espropriazioni;  Normativa in materia di prevenzione del rischio sismico: quadro normativo nazionale e regionale (Emilia Romagna);  sulla tutela e l’uso del territorio di cui alla L.R. 21 dicembre 2017 n. 24;  Normativa nazionale e regionale Emilia Romagna e interventi in ambito ambientale, valutazione strategica (VAS) e valutazione di impatto ambientale (VIA) (D.Lgs. 152/06 s.m.i. ed altri);  Conoscenza degli strumenti urbanistici generali, di settore, attuativi e regolamentari sia di livello comunale che provinciale e/o regionale;  Accesso agli atti, accesso civico e generalizzato;  Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137” (Decreto Legislativo 22 gennaio 2004, n. 42, e successive modifiche e integrazioni);  “Regolamento recante norme per l'eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici, spazi e servizi pubblici” (Decreto Ministero lavori Pubblici 14 giugno 1989, n. 236; Decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1996, n. 503);  Legislazione nazionale e regionale in materia di tutela dell’ambiente (Codice dell’Ambiente);  Regione Emilia Romagna – Legge Regionale 29 settembre 2003, n. 19, “Norme in materia di riduzione dell'inquinamento luminoso e di risparmio energetico”;  D.lgs. 159/2011 “Codice delle leggi antimafia e delle misure di prevenzione, nonché nuove disposizioni in materia di documentazione antimafia, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 13 agosto 2010, n. 136”;  Decreto Legislativo 9 aprile 2008, n. 81 in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;  Legge anticorruzione (L. n. 190/2012 e s.m.i.);  Ordinamento istituzionale, contabile e finanziario degli enti locali (Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 e successive modifiche e integrazioni);  Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2001, n. 380, “Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia”;  ormativa inerente gli appalti di lavori, forniture e servizi forniture (D.Lgs. 50/2016 e legge n. 120/2020, linee Guida ANAC);  Disciplina regionale sugli studi di microzonazione sismica e sull’analisi per la condizione limite per l’emergenza per la pianificazione territoriale e urbanistica ai sensi della D.G.R. 630/2019;  Norme sull’attività di vigilanza e controllo dell’attività edilizia;  Legislazione urbanistica ed edilizia Regionale;