• Accedi • Iscriviti gratis
  • Città Metropolitana di Bologna , 1 specialista di vigilanza della polizia locale

    Concorso pubblico, per soli esami, per la copertura di un posto di specialista di vigilanza della polizia locale, categoria D, a tempo indeterminato e pieno, per il corpo di polizia locale. (GU n.19 del 8-3-2022) Proroga dei termini del concorso pubblico, Le domande di partecipazione al concorso pubblico suddetto, corredate dalle dichiarazioni richieste, dovranno essere presentate perentoriamente entro le ore 13,00 del giorno 27 aprile 2022, (GU n.27 del 5-4-2022)

    Requisiti: 
    titoli di studio: Diploma di Laurea triennale appartenente ad una delle seguenti classi (determinate con il D.M.270/2004): L-13 Scienze biologiche, L-14 Scienze dei servizi giuridici, L-25 Scienze e tecnologie agrarie e forestali, L-32 Scienze e tecnologie per l'ambiente e la natura, oppure Diploma di Laurea magistrale di cui al D.M. n. 270/2004 conseguita in una delle seguenti classi: LMG/01 Giurisprudenza, LM-35 Ingegneria per l'ambiente e il territorio, LM-42 Medicina veterinaria, LM-60 Scienze della natura, LM-73 Scienze e tecnologie forestali ed ambientali, LM-75 Scienze e tecnologie per l'ambiente e il territorio,
    2) Patente di guida categoria “B” o superiore, valida a tutti gli effetti.
    Dove va spedita la domanda: 
    https://www.cittametropolitana.bo.it/urp/Avvisi_e_concorsi/Concorsi_e_selezioni/concorso_pubblico_specialista_di_vigilanza_della_polizia_locale
    Contatta l'ente: 
    Telefono: 051/-659.8674-659.8624-659.8064-659.8315.
    E-mail: selezione.dotazioneorganica@cittametropolitana.bo.it
    Prove d'esame: 
    PROVA SCRITTA (TEORICO/PRATICA): Consisterà nella soluzione di quesiti a risposta multipla e/o a risposta sintetica, volti a verificare la capacità di utilizzare concretamente il possesso di nozioni teoriche e tecniche, e/o nell’analisi di casi, individuazione di iter procedurali o percorsi operativi, simulazione in interventi, nel contesto teorico delle seguenti materie di esame:  Normativa nazionale e regionale disciplinante l’ordinamento della polizia locale;  Elementi di diritto penale;  Procedura penale, relativamente ai compiti della Polizia Giudiziaria;  Codice della strada e relativo regolamento di esecuzione ed attuazione;  Sistema sanzionatorio amministrativo;  Testo Unico Legge Pubblica Sicurezza e relativo regolamento di esecuzione;  Normativa nazionale e regionale disciplinante la caccia e la pesca nelle acque interne;  Diritto ambientale, con particolare riferimento alla repressione degli illeciti;  Conoscenza informatiche sui applicativi comuni (ambiente Office; posta elettronica, etc.);  Normativa nazionale sulle armi e il loro utilizzo;  Conoscenza delle metodologie di analisi, identificazione e realizzazione inerenti le procedure di acquisto beni e servizi per la Pubblica Amministrazione (MePa, Consip e Intercenter).

    La PROVA ORALE si articolerà nelle seguenti fasi: - verifica di idoneità psicoattitudinale del candidato, finalizzata all’accertamento del possesso dei requisiti psicoattitudinali per l’accesso alla figura professionale di Specialista di Vigilanza della Polizia Locale (analoga alla figura di “addetto al coordinamento e controllo” – categoria contrattuale D), indicati nell’Allegato B, Paragrafo 2, della Direttiva regionale di cui alla DGR n. 278/2005. La verifica potrà essere svolta mediante, test psicoattitudinali e/o mediante colloquio psicoattitudinale individuale e/o colloquio o prova psicoattitudinale per gruppi di candidati. L’accertamento verrà svolto da uno psicologo esperto in psicologia del lavoro, in qualità di membro aggregato o aggiunto della Commissione giudicatrice. La verifica di idoneità psicoattitudinale non darà luogo all’attribuzione di alcun punteggio utile ai fini della graduatoria finale di merito ma, esclusivamente, ad un giudizio di idoneità o di non idoneità. I candidati che conseguiranno il giudizio di idoneità psicoattitudinale saranno ammessi al colloquio individuale. - colloquio individuale, volto all’accertamento delle conoscenze del candidato - risultato idoneo nella precedente fase della prova orale - nelle materie d’esame della prova scritta (teorico/pratica) e alla verifica degli aspetti motivazionali e delle caratteristiche attitudinali, del candidato stesso. Nel corso del colloquio, sarà accertato il possesso della conoscenza della lingua inglese e delle applicazioni informatiche più diffuse.