• Accedi • Iscriviti gratis
  • Ministero dell'Economia e delle Finanze , 20 personale dirigenziale di seconda fascia

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di venti posti di personale dirigenziale di seconda fascia, in prova, a tempo indeterminato, nel ruolo dei dirigenti, da destinare a funzioni ispettive in materia di finanza pubblica. (GU n.1 del 4-1-2022)

    Requisiti: 
    essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: laurea magistrale (LM) in Giurisprudenza LMG 01; Scienze economico-aziendali LM-77; Scienze dell'economia LM-56; Scienze delle pubbliche amministrazioni LM-63; o titoli equiparati ed equipollenti ai titoli equiparati secondo la normativa vigente.
    Dove va spedita la domanda: 
    https://www.mef.gov.it/concorsi/2022/Concorso-pubblico-per-titoli-ed-esami-per-il-reclutamento-di-complessive-20-unita-a-tempo-indeterminato-di-personale-dirigenziale-di-seconda-fascia-in-prova-nel-ruolo-dei-dirigenti-del-Ministero-delleconomia-e-delle-finanze/

    La domanda di ammissione al concorso deve essere presentata esclusivamente per via telematica, attraverso il Sistema pubblico di identita' digitale (SPID) o la Carta d'Identita' Elettronica (CIE), compilando l'apposito modulo elettronico sul sistema Step-One 2019,
    raggiungibile sulla rete internet all'indirizzo https//ripam.cloud, previa registrazione del candidato sullo stesso sistema. Per la partecipazione al concorso il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato
    Prove d'esame: 
    a) valutazione dei titoli legalmente riconosciuti, di studio universitari e relativi alle abilitazioni professionali, a fini preselettivi. Tale fase e' finalizzata all'ammissione alle prove scritte di un numero di candidati pari a dieci volte il numero dei relativi posti messi a concorso oltre a eventuali ex aequo. Il punteggio massimo conseguibile nella valutazione dei titoli a fini preselettivi e' pari a 52 punti;
    b) due prove scritte. Le prove sono valutate in centesimi e si intendono superate con un punteggio non inferiore a 70/100. Pertanto, alla prova orale sono ammessi i candidati che avranno riportato nelle prove scritte una votazione minima, in ciascuna prova, di 70/100. Il punteggio massimo conseguibile nelle prove scritte e' pari a 200 punti;
    c) valutazione degli ulteriori titoli rispetto a quelli di cui alla lettera a). Il punteggio massimo conseguibile nella valutazione degli ulteriori titoli rispetto a quelli di cui alla lettera a) e' pari a 40 punti;
    d) prova orale. La prova orale e' valutata in centesimi e si intende superata con un punteggio non inferiore a 70/100. Il punteggio massimo conseguibile nella prova orale e' pari a 100 punti.