• Accedi • Iscriviti gratis
  • PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI, 79 posti di Addetto all'Ufficio per il processo

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, su base distrettuale, per il reclutamento a tempo determinato di n. 79 unita' di personale non dirigenziale dell'Area funzionale terza, Fascia economica F1, con il profilo di Addetto all'Ufficio per il processo, da inquadrare tra il personale del Ministero della giustizia, presso gli uffici giudiziari del Distretto di Corte di Appello di Trento. Öffentlicher Wettbewerb auf Sprengelebene nach Bewertungsunterlagen und Prüfungen für die befristete Einstellung von 79 Personaleinheiten des dritten Funktionsbereichs, Besoldungsklasse F1, im Berufsbild Beamtin/Beamter des Amtes für den Prozess, die unter das nicht dem Führungsrang angehörende Personal des Justizministeriums bei den Gerichtsämtern des Oberlandesgerichtssprengels Trient einzustufen sind. (GU n.98 del 10-12-2021)

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    79
    Scadenza: 
    17/01/2022
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Requisiti: 
    Laurea (L) in: L-14 - Scienze dei servizi giuridici; ovvero diploma di laurea (DL) in Giurisprudenza; ovvero laurea specialistica (LS) in: 22/S - Giurisprudenza; 102/S - Teoria e tecniche della normazione e dell'informazione giuridica; ovvero laurea magistrale (LM) in: LMG/01 - Giurisprudenza; nonche', nei soli limiti di cui ai commi 1 e 5 dell'art. 1, in possesso di: laurea (L) in: L-18 - Scienze dell'economia e della gestione aziendale; L-33 - Scienze economiche; L-36 - Scienze politiche e delle relazioni internazionali e titoli equiparati; ovvero diploma di laurea (DL) in: Economia e commercio; Scienze politiche e titoli equipollenti: ovvero laurea specialistica (LS) in: 64/S - Scienze dell'economia; 84/S - Scienze economico-aziendali; 57/S - Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali; 60/S - Relazioni internazionali; 70/S - Scienze della politica; 71/S - Scienze delle pubbliche amministrazioni; 88/S - Scienze per la cooperazione allo sviluppo; 89/S - Sociologia; 99/S - Studi europei e titoli equiparati; ovvero laurea magistrale (LM) in: LM-77 - Scienze economico-aziendali; LM-87 - Servizio sociale e politiche sociali; LM-52 - Relazioni internazionali; LM-56 - Scienze dell'economia; LM-62 - Scienze della politica; LM-63 - Scienze delle pubbliche amministrazioni; LM-81 - Scienze per la cooperazione allo sviluppo; LM-88 - Sociologia e ricerca sociale; LM-90 - Studi europei e titoli equiparati;
    Dove va spedita la domanda: 
    Attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando il modulo elettronico sul sistema «Step-one 2019», raggiungibile dalla rete internet all'indirizzo «https://ripam.cloud», previa registrazione del candidato sullo stesso sistema.
    Contatta l'ente: 
    http://riqualificazione.formez.it sul sistema «Step-one 2019
    www.giustizia.it
    Prove d'esame: 
    Il concorso sara' espletato in base alle procedure di seguito indicate, che si articolano attraverso le seguenti fasi:
    a) valutazione dei titoli, secondo la disciplina dell'art. 6, distinta per i codici di concorso di cui all'art. 1, comma 1, che avverra' mediante il ricorso a piattaforme digitali. La valutazione e' finalizzata all'ammissione alla prova scritta di un numero di candidati per ciascun codice di concorso di cui al precedente art. 1, comma 1, pari a venti volte il numero dei relativi posti messi a concorso. Ai fini della votazione complessiva, il voto conseguito nella valutazione dei titoli e' sommato al voto riportato nella prova scritta di cui all'art. 7;
    b) prova scritta, secondo la disciplina dell'art. 7, riservata a un numero massimo di candidati pari a venti volte il numero dei posti a concorso per ciascun codice di concorso di cui al precedente art. 1, comma 1, oltre eventuali ex aequo, come risultante all'esito della fase a). La prova scritta si svolgera' esclusivamente mediante strumentazione informatica e piattaforme digitali, anche presso sedi decentrate che verranno comunicate con le modalita' di cui all'art. 4 e anche con piu' sessioni consecutive non contestuali, assicurando comunque la trasparenza e l'omogeneita' delle prove somministrate in modo da garantire il medesimo grado di selettivita' tra tutti i partecipanti.