• Accedi • Iscriviti gratis
  • ISTITUTO NAZIONALE DI GEOFISICA E VULCANOLOGIA, 5 ricercatori

    Concorso pubblico, per titoli ed esame, per la copertura di cinque posti di ricercatore III livello, a tempo determinato, per le sedi di Roma e Palermo. (GU n.34 del 30-04-2021)

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    5
    Scadenza: 
    31/05/2021
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo determinato

    Categorie correlate

    Requisiti: 
    - Diploma di Laurea in Scienze Geologiche, Scienze Naturali, Ingegneria (tutte le tipologie), Fisica, Chimica, Matematica o Informatica
    - Dottorato di ricerca attinente all’Area Tematica prevista per il profilo scientifico di riferimento, ovvero aver svolto per almeno un triennio, successivamente al conseguimento del diploma di laurea di cui alla lettera a), attività di ricerca e/o professionale presso Università o Enti o Organismi o Centri di ricerca pubblici e privati, anche stranieri, in uno o più degli ambiti di ricerca indicati nel bando
    Dove va spedita la domanda: 
    concorsi@pec.ingv.it
    Contatta l'ente: 
    Responsabile del Procedimento è dott. Francesco Italiano - mail: ufficio.reclutamento@ingv.it; PEC: aoo.roma@pec.ingv.it.
    www.ingv.it
    Prove d'esame: 
    La prova scritta, a contenuto teorico o teorico-pratico, consiste a scelta della Commissione esaminatrice, in quiz a risposta multipla e/o in domande a risposta sintetica. Le materie della prova scritta sono le seguenti:
    ● per il profilo di cui all’art. 1, comma 2, lettera a):
    - petrografia;
    - mineralogia e geochimica di rocce vulcaniche;
    - depositi e sedimenti idrotermali;
    - geochimica degli elementi in traccia;
    - metodologie di indagine geochimico-petrografica.
    ● per il profilo di cui all’art. 1, comma 2, lettera b):
    - geochimica dei fluidi idrotermali;
    - geochimica dei gas nobili;
    - tecnologia degli osservatori sottomarini.
    ● per il profilo di cui all’art. 1, comma 2, lettera c):
    - meccanica del terremoto;
    - fisica e chimica dell’attrito nelle rocce di faglia;
    - sensoristica;
    - apparati sperimentali di tipo rotary e triassiali;
    - tecniche numeriche o analitiche per la modellazione dei dati sperimentali;
    - tecniche microanalitiche su prodotti sperimentali o naturali.
    ● per il profilo di cui all’art. 1, comma 2, lettera d):
    - fisica della sorgente sismica;
    - tecniche per la modellazione e stima dei principali parametri della sorgente sismica e proprietà di scala;
    - teorie e tecniche per il calcolo di magnitudo momento di eventi sismici di diversa magnitudo, inclusi eventi a bassa frequenza;
    - stima del fattore di qualità di propagazione delle onde sismiche nel mezzo.