• Accedi • Iscriviti gratis
  • REGIONE LIGURIA, 1 funzionario tecnico amministrativo

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di funzionario tecnico amministrativo - funzionario laboratorio regionale restauro, categoria D, a tempo pieno ed indeterminato. (GU n.22 del 19-03-2021)

    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    16/04/2021
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    1. Laurea in conservazione dei beni culturali (L01) ovvero laurea in metodologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali (LM11) ovvero laurea in scienze e tecniche per la conservazione e il restauro dei beni culturali, e titoli equiparati/equipollenti;
    2. qualifica di tecnico del restauro o collaboratore restauratore di beni culturali (ai sensi dell’articolo 29, commi 7 e 10, e 182, comma 1-octies, del decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio) e degli articoli 2 e 3 del decreto ministeriale 26 maggio 2009, n. 86) comprovata dall’iscrizione nell’elenco dei tecnici del restauro gestito dal Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.
    Dove va spedita la domanda: 
    Al Dirigente del Settore Personale
    Regione Liguria
    Via Fieschi n. 15
    16121 GENOVA
    PEC personale@cert.regione.liguria.it
    Contatta l'ente: 
    Regione Liguria, Settore personale, Via Fieschi n. 15 - 16121 - Genova, tel. 010-548/5395-4239.
    Prove d'esame: 
    Prova scritta: la prova, a contenuto teorico o pratico-attitudinale, è volta a verificare le conoscenze dei candidati in ordine ai principi ed alle norme che disciplinano l’attività dell’Amministrazione regionale, nonché l’attività delle strutture cui l’incarico messo a concorso si riferisce. Le materie di riferimento sono di seguito elencate:
    - elementi di diritto amministrativo e regionale
    - legislazione dei beni culturali, con particolare riferimento al Decreto Legislativo 22 gennaio 2004 n. 42 (Codice dei beni culturali e del paesaggio) e alla legge regionale n. 31 ottobre 2006 n. 33 (Testo unico in materia di cultura)
    - storia dell’arte
    - teoria e storia del restauro
    - criteri di conservazione preventiva e standard di riferimento per la conservazione dei beni culturali
    - metodologie e tecniche di studio preventivo, diagnostica, conservazione e restauro dei beni culturali, con particolare riferimento a dipinti e sculture lignee
    - progettazione di interventi di restauro
    - principi e tecniche di controllo ambientale.
    ---
    Colloquio: la prova consiste in un colloquio individuale volto a approfondire le materie oggetto della prova scritta, nonché sulle seguenti ulteriori materie:
    - elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione
    - il rapporto di lavoro nella pubblica amministrazione
    - normativa in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro
    - conoscenza della lingua inglese
    - utilizzo delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse
    - elementi di fotografia
    - elementi di chimica e fisica applicate ai beni culturali
    - facility report.