• Accedi • Iscriviti gratis
  • MINISTERO DELLA DIFESA, 438 Marescialli al 24° corso Allievi Marescialli (2021-2023) nelle Forze Armate

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per il reclutamento di quattrocentotrentotto Marescialli, da avviare al 24° corso Allievi Marescialli (2021-2023) delle Forze armate. (GU n.18 del 05-03-2021)

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    438
    Scadenza: 
    06/04/2021
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Titolo di studio: 

    Categorie correlate

    Requisiti: 
    - Essere cittadini italiani
    - Diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale o quadriennale integrato dal corso annuale
    - Godere dei diritti civili e politici
    - Aver compiuto il 17° anno di eta' e non aver superato il giorno di compimento del 26° anno di eta'
    - Avere, se minorenni, il consenso dei genitori o del genitore esercente la potesta' o del tutore a contrarre l'arruolamento volontario nelle Forze Armate
    - Essere riconosciuti in possesso dell'idoneita' psico-fisica e attitudinale al servizio militare incondizionato per l'impiego negli incarichi relativi al grado nonche' nelle categorie e specialita' di assegnazione previste nel ruolo Marescialli delle Forze Armate
    - Non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall'impiego in una Pubblica Amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di Pubbliche Amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare, ovvero prosciolti, d'autorita' o d'ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze Armate o di Polizia, a esclusione dei proscioglimenti per inidoneita' psico-fisica
    - Non essere stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non essere in atto imputati in procedimenti penali per delitti non colposi
    - Se militare, non avere in atto un procedimento disciplinare avviato a seguito di procedimento penale che non si sia concluso con sentenza irrevocabile di assoluzione perche' il fatto non sussiste ovvero perche' l'imputato non lo ha commesso, pronunciata ai sensi dell'articolo 530 del codice di procedura penale
    - Non essere sottoposti a misure di prevenzione
    - Aver tenuto condotta incensurabile
    - Non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedelta' alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato
    - Aver riportato esito negativo agli accertamenti diagnostici per l'abuso di alcool, per l'uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze stupefacenti, nonche' per l'utilizzo di sostanze psicotrope a scopo non terapeutico
    Dove va spedita la domanda: 
    https://concorsi.difesa.it
    oppure
    www.difesa.it
    Contatta l'ente: 
    www.difesa.it
    Prove d'esame: 
    Il concorso di cui al precedente art. 1, comma 1, lettera a) prevede l'espletamento delle seguenti fasi:
    a) prova per la verifica delle qualita' culturali e intellettive;
    b) prova per la verifica della conoscenza della lingua inglese;
    c) prove di verifica dell'efficienza fisica;
    d) accertamento dell'idoneita' attitudinale;
    e) accertamento dell'idoneita' psico-fisica;
    f) tirocinio;
    g) valutazione dei titoli di merito.
    Il concorso di cui al precedente art. 1, comma 1, lettera b) prevede l'espletamento delle seguenti fasi:
    a) prova per la verifica delle qualita' culturali e intellettive;
    b) accertamento dell'idoneita' psico-fisica;
    c) accertamento dell'idoneita' attitudinale;
    d) prove di verifica dell'efficienza fisica;
    e) prova scritta di selezione per il reclutamento delle professioni sanitarie;
    f) tirocinio;
    g) valutazione dei titoli di merito.
    Il concorso di cui al precedente art. 1, comma 1, lettera c) prevede l’espletamento delle seguenti fasi:
    a) prova per la verifica delle qualità culturali e intellettive;
    b) accertamento dell’idoneità psico–fisica;
    c) tirocinio;
    d) prova scritta di selezione per il reclutamento delle professioni sanitarie;
    e) valutazione dei titoli di merito.