• Accedi • Iscriviti gratis
  • PROVINCIA DI PIACENZA, 1 dirigente tecnico

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di dirigente tecnico, a tempo pieno ed indeterminato. (GU n.6 del 22-01-2021)

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    22/02/2021
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Requisiti: 
    - Essere in possesso di uno dei seguenti diplomi di laurea (DL), conseguito in vigenza del vecchio ordinamento universitario ovvero di uno dei diplomi (laurea specialistica o laurea magistrale) delle corrispondenti classi DM 509/99 e DM 270/04, ad essi equiparati ai sensi del DM 9/7/2009: • in Ingegneria Civile o Ingegneria Edile o Ingegneria per l’ambiente e il Territorio o Architettura o Ingegneria Edile-Architettura o Scienze Geologiche o equipollenti;
    - Possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione relativa al diploma di laurea posseduto
    ---
    Essere in possesso di almeno uno dei seguenti requisiti professionali previsti dalla normativa per l’accesso alla qualifica dirigenziale:
    ◦ essere dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni, muniti della laurea richiesta dal presente bando, che abbiano compiuto almeno cinque anni di servizio svolti in posizioni funzionali per l'accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea (ad esempio, con riferimento al comparto delle Funzioni Locali, categoria D); o, se in possesso del dottorato di ricerca o del diploma di specializzazione conseguito presso le scuole di specializzazione individuate con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, almeno tre anni di servizio svolti in posizioni funzionali per l'accesso alle quali è richiesto il possesso del dottorato di ricerca o del diploma di laurea richiesto per la partecipazione per il presente concorso. Per i dipendenti delle amministrazioni statali reclutati a seguito di corsoconcorso, il periodo di servizio è ridotto a quattro anni;
    ◦ essere in possesso della qualifica di dirigente in enti e strutture pubbliche non ricomprese nel campo di applicazione dell'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n.165, muniti del diploma di laurea di cui al presente bando, che hanno svolto per almeno due anni le funzioni dirigenziali;
    ◦ essere muniti del diploma di laurea richiesta dal bando e aver ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati in amministrazioni pubbliche per un periodo non inferiore a cinque anni;
    ◦ essere cittadini italiani forniti di idoneo titolo di studio universitario e aver maturato con servizio continuativo per almeno quattro anni presso enti od organismi internazionali, esperienze lavorative in posizioni funzionali apicali per l'accesso alle quali è richiesto il possesso del diploma di laurea.
    Dove va spedita la domanda: 
    Provincia di Piacenza –Ufficio di Staff Personale, Affari generali, Contratti – Corso Garibaldi 50 – 29121 Piacenza
    PEC provpc@cert.provincia.pc.it
    Contatta l'ente: 
    Ufficio di staff personale, affari generali, contratti tel. 0523-795613/772, e-mail: personale@provincia.pc.it
    www.provincia.piacenza.pc
    Prove d'esame: 
    PRESELEZIONE
    Nel caso di presentazione di un numero elevato di domande, l'Ente si riserva la facoltà di effettuare una preselezione che consisterà nella somministrazione di un test con domande a risposta multipla relative alle materie previste per le prove scritte e/o di carattere logico-deduttivo. La gestione della preselezione, anche mediante ricorso a sistemi automatizzati, può essere affidata a soggetto specializzato.
    ---
    1) Prima prova scritta: redazione di un elaborato e/o risoluzione di quesiti a risposta aperta, al fine di verificare la completezza delle conoscenze professionali unitamente alla capacità di sintesi nelle materie e competenze attinenti le mansioni del posto a concorso di cui all’art. 2.
    2) Seconda prova scritta a contenuto teorico-pratico: redazione di un elaborato tecnico, vertente su una o più delle materie di cui al precedente punto 1), contenente anche proposte di risoluzione di problemi di ordine pratico.
    3) Prova orale: verterà su una o più delle materie e competenze indicate all’art. 2. In sede di prova orale si procederà all’accertamento, ai sensi dell’art. 37 del D.lgs.165/2001, della conoscenza della lingua inglese e delle conoscenze informatiche sulle applicazioni ed apparecchiature più diffuse.