• Accedi • Iscriviti gratis
  • ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE, 15 avvocati

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di quindici posti di professionista dell'area legale, avvocato I livello, a tempo indeterminato. (GU n.93 del 27-11-2020)

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    15
    Scadenza: 
    28/12/2020
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Titolo di studio: 

    Categorie correlate

    Requisiti: 
    - Laurea magistrale/specialistica in giurisprudenza (LMG/01 o 22/S) ovvero diploma di laurea di «vecchio ordinamento» in giurisprudenza
    - Iscrizione a uno degli albi degli avvocati istituiti in Italia presso i relativi Consigli dell'Ordine ovvero titolo a detta iscrizione, per l'esercizio in Italia della professione con il titolo di avvocato
    Dove va spedita la domanda: 
    Le domande di partecipazione dovranno essere presentate esclusivamente in via telematica, utilizzando la seguente applicazione: https://servizi2.inps.it/servizi/concorsolegali/.
    Contatta l'ente: 
    www.inps.it
    Prove d'esame: 
    Preselezione
    Nell'eventualita' in cui pervenga un numero di domande di partecipazione superiore a seicento, al fine di assicurare l'efficacia e la celerita' della procedura selettiva, l'INPS effettuera' una preselezione dei candidati, consistente in quesiti a risposta multipla volti ad accertare la conoscenza teorico-pratica delle seguenti materie:
    a) diritto costituzionale e diritto dell'Unione europea;
    b) diritto amministrativo;
    c) diritto penale e procedura penale;
    d) diritto civile e procedura civile;
    e) diritto del lavoro e legislazione sociale.
    ---
    La procedura di concorso prevede due prove scritte e una prova orale. Il superamento delle prove scritte costituisce requisito di accesso alla prova orale.
    ---
    Le prove scritte consistono nella redazione di:
    un parere motivato in materia di diritto amministrativo;
    un parere motivato o atto defensionale in materia di diritto civile e diritto processuale civile oppure in materia di diritto del lavoro e/o legislazione sociale.