• Accedi • Iscriviti gratis
  • COMUNE DI VERBANIA, 1 istruttore direttivo

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di istruttore direttivo, categoria D1, a tempo indeterminato e pieno, per il settore servizi demografici del Dipartimento direzione operativa. (GU n.61 del 07-08-2020)

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    06/09/2020
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Requisiti: 
    - Laurea in giurisprudenza, laurea in informatica, laurea in lettere o lauree equipollenti conseguite secondo l'ordinamento universitario previgente ante riforma di cui al decreto ministeriale n. 509/1999, o lauree specialistiche (LS) o lauree magistrali (LM) appartenenti a una delle classi del nuovo ordinamento universitario (decreto ministeriale n. 509/1999 e decreto ministeriale n. 270/2004 o lauree di primo livello appartenente alle classi: «Scienze dei servizi giuridici» codice 02 (decreto ministeriale n. 509/1999); codice L-14 (decreto ministeriale n. 270/2004); «Lettere» codice 05 (decreto ministeriale n. 509/1999); codice L-10 (decreto ministeriale n. 270/2004); «Ingegneria dell'informazione» codice 09 (decreto ministeriale n. 509/1999); codice L-8 (decreto ministeriale n. 270/2004); «Scienze e tecnologie informatiche» codice 26 (decreto ministeriale n. 509/1999); codice L-31 (decreto ministeriale n. 270/2004); «Scienze giuridiche» codice 31 (decreto ministeriale n. 509/1999); codice L-14 (decreto ministeriale n. 270/2004); «Scienze statistiche» codice 37 (decreto ministeriale n. 509/1999); codice L-41 (decreto ministeriale n. 270/2004).
    - Patente cat. B
    Dove va spedita la domanda: 
    Ufficio Personale del
    COMUNE DI VERBANIA
    Piazza Garibaldi, 2
    28922 VERBANIA
    PEC istituzionale.verbania@legalmail.it
    Contatta l'ente: 
    Ufficio Personale del Comune di Verbania tel. 0323 542229 – 0323 542228 – 0323 542249 – 0323 542265.
    www.comune.verbania.it
    Prove d'esame: 
    Materie d’esame
    - normativa anagrafica (L. n. 1228/1954, DPR n. 223/1989, DPR n. 126/2015 e circolari applicative), con riferimento alle problematiche legate all’iscrizione, mutazione e cancellazione anagrafica, anche d’ufficio, alla gestione della Anagrafe della Popolazione Residente e alla nuova Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, al rilascio di documenti di identità, alle modalità di gestione delle pratiche anagrafiche che coinvolgono cittadini comunitari o stranieri, gestione delle convivenze di fatto; − normativa in materia di Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero (L. n. 470/1988 e DPR. n. 323/1989); − ordinamento dello stato civile (DPR n. 396/2000, formulario DM 5/04/2002, Legge n. 76/2016, D.L. n. 132/2014, L. n. 55/2015, L. n. 91/1992, DPR n. 572/1993 e n. 362/1994, norme e linee guida della Regione Piemonte in materia di polizia mortuaria) con riferimento alla gestione di atti di nascita, morte, cittadinanza, riconoscimento di figli, matrimoni e unioni civili, separazioni e divorzi, autorizzazioni di polizia mortuaria, cremazione, problematiche relative al nome e cognome; - normativa relativa al servizio elettorale, anche con riferimento alla gestione delle elezioni e della Commissione elettorale circondariale; - codice di comportamento dei dipendenti pubblici; − autentiche di copie analogiche e digitali, di sottoscrizioni e modalità alternative (DPR n. 445/2000 – CAD D.Lgs. n. 82/2005). - ordinamento degli Enti Locali (D.Lgs. n. 267/2000 e s.m.i.); − nozioni con riguardo al procedimento amministrativo, diritto di accesso (L. n. 241/1990, DPR n. 184/2006 e s.m.i.), alla tutela della privacy (D.Lgs. n. 196/2003 e s.m.i.), alla semplificazione e documentazione amministrativa (DPR n. 445/2000 e s.m.i.), alla trasparenza (D.Lgs. n. 33/2013 e s.m.i.) e alla prevenzione e soppressione della corruzione (L. n. 190/2012 e s.m.i.); − applicazione dell'imposta di bollo a certificati e documentazione amministrativa (DPR n. 642/1972 e allegati);
    ---
    Preselezione.
    PRIMA PROVA SCRITTA a carattere teorico. La prova potrà consistere nello svolgimento di un elaborato e/o nella soluzione di appositi quiz a risposta chiusa su scelta multipla e/o in una serie di quesiti ai quali dovrà essere data una risposta sintetica, attinenti agli argomenti delle materie di esame.
    SECONDA PROVA SCRITTA a carattere teorico- pratico. La prova potrà consistere nella stesura di un elaborato ovvero nella redazione di un atto amministrativo inerente le materie d’esame, ovvero ancora nella soluzione di un caso pratico, relativo alle funzioni e competenze inerenti la posizione di lavoro oggetto della procedura concorsuale, che evidenzi non solo le competenze tecniche, ma anche quelle organizzative.
    PROVA ORALE La prova consisterà in un colloquio motivazionale e professionale volto ad approfondire e a valutare la completezza delle conoscenze delle materie d’esame, la capacità di cogliere i concetti essenziali degli argomenti proposti, la chiarezza di esposizione, la capacità di collegamento e di sintesi, le attitudini dimostrate, la conoscenza di tecniche di lavoro o di procedure necessarie all’esecuzione del lavoro stesso, la capacità di valutazione critica e di individuazione di soluzioni innovative. Nell’ambito della prova orale la Commissione verificherà la conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse, nonché la conoscenza della lingua inglese. Le prove di lingua e di informatica comprovano solo il possesso del requisito d’accesso e conseguentemente non attribuiscono punteggio. L’esito di dette prove sarà espresso con giudizio di idoneità o non idoneità.