• Accedi • Iscriviti gratis
  • Ministero della Salute, 5 funzionario dei servizi tecnici

    Concorsi pubblici, per esami, per la copertura di cinquantasette posti di personale non dirigenziale di vari profili professionali, da inquadrare nella terza area funzionale, fascia retributiva F1 del ruolo dei dipendenti. (GU n.48 del 23-6-2020)

    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    5
    Scadenza: 
    08/07/2020
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea ed extracomunitaria
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Requisiti: 
    titoli di studio: - Laurea appartenente ad una delle classi delle lauree in: L-7 Ingegneria civile e ambientale, L-9 Ingegneria industriale, L-23 Scienze e tecniche dell’edilizia, ovvero ogni altro titolo di studio equiparato ai sensi dei decreti del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 9 luglio 2009 e dell’11 novembre 2011 citati in premessa.
    - Diploma di laurea rilasciato secondo il previgente ordinamento universitario in: Ingegneria civile, Ingegneria edile, Ingegneria meccanica, Ingegneria per l’ambiente e il territorio ovvero Laurea specialistica o Laurea magistrale in una qualunque delle classi di lauree di possibile equiparazione ai sensi del decreto del Ministro dell'istruzione, dell'università e della ricerca 9 luglio 2009 citato in premessa, nonché ogni altro titolo di studio equipollente in base alla normativa vigente.
    Dove va spedita la domanda: 
    utilizzando esclusivamente l’applicazione disponibile sul sito Internet del Ministero della salute all’indirizzo www.concorsi.sanita.it.
    Prove d'esame: 
    1. Le prove del concorso consistono in due prove scritte e in una prova orale, che comprenderà anche l’accertamento della conoscenza della lingua inglese e delle capacità informatiche dei candidati.
    2. La prima prova scritta consisterà nella redazione di un elaborato o nella soluzione di quesiti a risposta sintetica volta a verificare la preparazione dei candidati in materia sanitaria su tutti o alcuni dei seguenti ambiti disciplinari: - Analisi e valutazione di progetti di edilizia sanitaria; - Normativa di riferimento in materia di progettazione di edilizia sanitaria; - Codice dei contratti pubblici, in particolare per quanto riguarda i livelli di progettazione; - Project management in ambito sanitario; - Prevenzione incendi nelle strutture sanitarie; - Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro; - Profili costituzionali di tutela della salute; - L’organizzazione e funzionamento del Ministero della salute, nonché degli enti, istituti ed agenzie facenti parte del Servizio sanitario nazionale.
    3. La seconda prova scritta, di carattere teorico – pratico, consisterà nella redazione di un atto o nella risoluzione di un caso pratico attinente le funzioni istituzionali del Ministero della salute.
    4. La prova orale consisterà in un colloquio sulle discipline indicate ai commi 1 e 2 nonché sulle seguenti materie: Normativa in materia di edilizia sanitaria nelle pubbliche amministrazioni; Diritto del lavoro alle dipendenze della pubblica amministrazione; Codice di comportamento dei pubblici dipendenti; Organizzazione centrale e periferica del Ministero della salute. Durante il colloquio potrà essere chiesto ai candidati di illustrare il proprio percorso formativo e professionale, anche in lingua inglese.