• Accedi • Iscriviti gratis
  • COMUNE DI CANTù, 1 istruttore direttivo amministrativo

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di istruttore direttivo amministrativo, categoria D1, a tempo pieno ed indeterminato. (GU n.9 del 31-01-2020)

    I fondamenti del diritto amministrativo (edizione 2017)

    E-book in formato pdf oppure epub. Download immediato.

    € 13,50
    € 5,90
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    01/03/2020
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Requisiti: 
    Diploma di Laurea Magistrale (LM) appartenente alla seguenti classi: LMG-01 “Giurisprudenza”; LM-62 “Scienze della politica”; LM-63 “scienze delle Pubbliche Amministrazioni”; LM-78 “Scienze Filosofiche”; LM84 “Scienze Storiche”; LM-89 “Storia dell’arte”; Laurea Magistrale in “Arte, valorizzazione e mercato”.
    Dove va spedita la domanda: 
    Esclusivamente collegandosi al portale dei procedimenti on line al seguente link: “procedimenti.comune.cantu.co.it
    Contatta l'ente: 
    Comune di Cantù – ufficio Personale - tel. 031/71722 1- 226-229 - dalle ore 8,30 alle ore 12.30 di ogni giorno non festivo escluso il sabato.
    www.comune.cantu.co.it
    Prove d'esame: 
    Preselezione.
    ---
    PROVA SCRITTA: La selezione pubblica consiste in una prova scritta a contenuto teorico, con particolare riguardo alla redazione di un elaborato o di un progetto, nella formazione di schemi di uno o più atti amministrativi o tecnici oppure da più quesiti a risposta multipla con risposte già predefinite o da quesiti a risposta sintetica, vertente sui seguenti argomenti:
    - Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali e ordinamento contabile delle autonomie locali (D. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267);
    - Norme in materia di procedimento amministrativo e diritto di accesso (Legge 7 agosto 1990, n. 241);
    - Nozioni fondamentali del diritto costituzionale, civile e amministrativo;
    - Stesura di atti amministrativi;
    - Nozioni sulla legislazione nazionale in materia di documentazione amministrativa (D.P.R. 445/2000 e s.m.i.)
    - Libro secondo, Titolo secondo “Dei delitti contro la Pubblica Amministrazione” (Codice penale)
    - Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella Pubblica Amministrazione (L. 13 novembre 2012, n. 190 e s.m.i.)
    Norme in materia di tutela della riservatezza dei dati personali (D. Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 e Regolamento Europeo 679/2016 GDPR);
    - Nozioni in materia di contratti pubblici (D. Lgs. 18 aprile 2016, n. 50) e di beni pubblici (Cod. Civ. art. 822 e seguenti);
    - Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza (TULPS) (Regio decreto 18 giugno 1931, n. 773);
    - Norme per la promozione e lo sviluppo delle attività motorie e sportive, dell'impiantistica sportiva e per l'esercizio delle professioni sportive inerenti alla montagna (Legge Regionale 1 ottobre 2014, n. 26);
    - Modelli organizzativi e procedurali per garantire alti livelli di sicurezza in occasione di manifestazioni pubbliche (Circolare del Ministero dell’Interno n. 11001/1/110(10) del 18/07/2018);
    - Interventi per attività di promozione educativa e culturale (L.R. n. 9 del 26 febbraio 1993);
    - Norme in materia di spettacolo (L.R. n. 21 del 30 luglio 2008);
    - Politiche regionali in materia culturale. Riordino normativo (L.R. n. 25 del 7 ottobre 2016);
    - Politiche regionali in materia di turismo e attrattività del territorio lombardo (L. R. 1 ottobre 2015, n. 27)
    - “Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 maggio 2014, n. 83, recante disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”. L. 29 luglio 2014, n. 106)
    ---
    PROVA ORALE: la prova orale d’esame consisterà in un colloquio volto ad accertare la capacità dei/lle candidati/e di utilizzare e applicare nozioni teoriche, anche con riferimento alle tematiche della prova scritta, per la soluzione di problemi specifici e casi concreti. Il colloquio sarà inoltre finalizzato a valutare le capacità professionali ed attitudinali dei/lle candidati/e, in particolare per la gestione di relazioni complesse, e verterà su tematiche attinenti le attività da svolgere, nonché sull’approfondimento del curriculum che sarà chiesto ai soli candidati ammessi alla prova orale, con le modalità che verranno agli stessi comunicate. Durante la sessione di prova orale, sarà effettuato l’accertamento della capacità d’uso delle applicazioni informatiche più diffuse e verificata la conoscenza della lingua inglese: i predetti accertamenti non determineranno punteggio ma solo giudizio di idoneità.