• Accedi • Iscriviti gratis
  • Comune di Palazzolo sull'Oglio, tre posti di istruttore tecnico, per l'area tecnica

    Concorso pubblico, per soli esami, per la copertura di tre posti di istruttore tecnico, categoria C, a tempo indeterminato, di cui uno a tempo pieno e due a tempo parziale, per l'area tecnica. (GU n.86 del 29-10-2019)

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    3
    Scadenza: 
    29/11/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Requisiti: 
    i) diploma di scuola secondaria di secondo grado di Geometra, rilasciato da Istituto Tecnico Statale o titolo equipollente ai sensi della normativa vigente. Il possesso del diploma di Laurea specialistica, magistrale, o vecchio ordinamento in Ingegneria o in Architettura,o titolo equipollente assorbe l’eventuale assenza del diploma di Geometra.
    Dove va spedita la domanda: 
    dovrà essere indirizzata al Segretario generale del Comune di Palazzolo sull’Oglio – Via XX Settembre, 32 – 25036 Palazzolo sull’Oglio (BS).

    La domanda di partecipazione e la relativa documentazione potrà essere consegnata a mano
    all’ufficio protocollo dell’Ente, spedita a mezzo servizio postale con raccomandata a/r o con
    modalità telematica, da una casella di posta elettronica certificata nominativa al seguente indirizzo
    di PEC: protocollo@palazzolo.viapec.it,con oggetto: "Domanda di partecipazione al concorso
    pubblico per la copertura nell’anno 2020 di n. 3 posti di Istruttore Tecnico, di categoria giuridica
    C1”.
    Contatta l'ente: 
    Per informazioni contattare l'ufficio personale, tel. 030/7405555.
    Prove d'esame: 
    1. Qualora il numero dei partecipanti alla selezione sia superiore a 20 candidati, si procederà
    all’espletamento di una prova preselettiva.
    2. I candidati che non si presentano alla preselezione sono automaticamente esclusi dal concorso.
    3. La prova preselettiva consiste, di norma, nella risoluzione di quiz a risposta multipla e/o test
    attitudinali e/o nella stesura di risposte sintetiche a domande aperte sulle medesime materie delle
    prove d’esame previste dal bando di concorso.

    1. Le prove d’esame, che si articoleranno in due prove scritte e una prova orale, saranno volte
    nel loro complesso ad accertare e valutare le conoscenze tecnico-specialistiche e le competenze e
    caratteristiche attitudinali possedute dal candidato, in relazione alle caratteristiche e alle peculiarità
    del ruolo da ricoprire.
    2. Le prove verteranno in particolare sulle seguenti materie:
     Testo Unico delle leggi sull’ordinamento degli Enti Locali TUEL (D.Lgs. 267/2000 e ss.mm.ii);
     D. Lgs. n. 50/2016 e ss.mm.ii. (Codice dei contratti pubblici), con particolare riferimento alle procedure di acquisto beni e servizi e di affidamento dei lavori e DPR 207/2010 (per quanto ancora vigente);
     Norme in materia ambientale (D.Lgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii.);
     Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio;
     Espropriazione per pubblica utilità (Testo Unico 327/2001);
     Legislazione urbanistica nazionale e regionale (Testo Unico 380/2001, L.R. sul Governo del Territorio n. 12/2005 e ss.mm.ii.);
     Normativa in materia di demanio pubblico e di patrimonio disponibile e indisponibile;
     Normativa in materia di gestione del ciclo rifiuti (ecotassa, gestione dei centri comunali di raccolta, ottimizzazione raccolta differenziata);
     Normativa in materia di sicurezza dei cantieri e Codice della Strada;
     Codice della Strada (D.Lgs n. 1992/285) e s.m.i. e relativo Regolamento di esecuzione e di attuazione (DPR n. 495/1992)
     Normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs. n. 81 del 9 aprile 2008 e ss.mm.ii.);
     Conoscenza della normativa in materia catastale e delle relative procedure di redazione di atti di aggiornamento;
     Nozioni sulla classificazione, gestione e valorizzazione del patrimonio immobiliare della Pubblica Amministrazione;
     Nozioni su Sistemi Informativi Territoriali e Sistemi di riferimento cartografici;
     Nozioni con riguardo al procedimento amministrativo, al diritto di accesso (L. n. 241/1990 e ss.mm.ii.), alla tutela della privacy (D.Lgs. n. 163/2003 così come aggiornata dal GDPR sulla protezione dei dati personali) e alla documentazione amministrativa (D.P.R. n. 445/2000);
     Normativa in materia di anticorruzione e di trasparenza (L. n. 190/2012; D. Lgs. n. 33/2013).
     Ordinamento del lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione (D.Lgs. n.165/2001e ss.mm.ii. e D.Lgs. n. 150/2009 e ss.mm.ii.) – Disciplina del rapporto di lavoro del personale del Comparto “Funzioni Locali”;
     Diritti e doveri dei pubblici dipendenti;
     Nozioni di diritto penale con particolare riguardo ai reati contro la P.A.;
     Adeguata conoscenza dei sistemi operativi Windows, di software CAD/GIS, dei principali software applicativi nonché uso di internet, posta elettronica e delle attrezzature informatiche in genere.

    3. La prima prova scritta a contenuto teorico può essere costituita dalla stesura di un tema, di una
    relazione, di uno o più pareri, di uno o più quesiti a risposta sintetica o test bilanciati, dalla
    redazione di schemi di atti amministrativi o tecnici, da più quesiti a risposta multipla, con un
    minimo di tre ad un massimo di cinque alternative di risposta già predisposte, tra le quali il
    concorrente deve scegliere quella esatta in un tempo prestabilito.
    4. La seconda prova scritta a contenuto teorico–pratico può essere costituita da studi di fattibilità
    relativi a programmi e progetti, individuazione di iter procedurali o percorsi operativi, soluzione di
    casi, elaborazione di schemi di atti, simulazione di interventi etc..
    5. Le prove scritte non sono pubbliche.
    6. La prova orale consiste in un colloquio individuale sulle materie indicate nel presente articolo