• Accedi • Iscriviti gratis
  • ISTITUTO SUPERIORE PER LA PROTEZIONE E LA RICERCA AMBIENTALE, 1 ricercatore

    Concorso pubblico, per titoli ed esame-colloquio, per la copertura di un posto di ricercatore III livello, a tempo pieno e determinato della durata di tredici mesi e comunque non oltre la scadenza del progetto fissata al 31 dicembre 2020, presso la sede di Roma. (GU n.83 del 18-10-2019)

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    17/11/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Contratto: 

    Categorie correlate

    Requisiti: 
    - Diploma di Laurea o Laurea Magistrale o Laurea Specialistica in Scienze Ambientali o Scienze Naturali o Scienze Biologiche e/o titoli equiparati ai fini dei pubblici concorsi, conseguiti presso un’Università italiana o estera.
    - Possesso del titolo di dottore di ricerca in discipline attinenti la tematica del bando ovvero avere svolto per un triennio attività di ricerca o tecnologica (entrambi da dichiarare e documentare dettagliatamente nella domanda di partecipazione quale requisito di ammissione al concorso) svolta presso un Ente Pubblico di Ricerca (di cui all’art. 5 capi IV e V del CCNQ 2016-2018, Comparto dell’Istruzione e della Ricerca), e/o Università pubbliche o private, e/o presso qualificati Istituti di Ricerca privati, nazionali ed esteri o altre istituzioni
    Dove va spedita la domanda: 
    https://selezione.isprambiente.it/
    Contatta l'ente: 
    Le richieste di informazioni relative ai contenuti del Bando di concorso potranno essere rivolte, esclusivamente tramite posta elettronica, al seguente indirizzo: gestione.concorsi@isprambiente.it
    - www.isprambiente.it
    Prove d'esame: 
    La prova d’esame è una prova orale che consisterà in un colloquio.
    Materie d'esame:
    - analisi ecotossicologiche in organismi marini;
    - esecuzione di analisi di biomarker e/o saggi biologici in organismi marini;
    - attività di campionamento e trattamento di campioni di matrici ambientali marine (acqua, sedimento e biota);
    - conoscenza delle direttive comunitarie e delle norme di recepimento nazionali relative alla valutazione dello stato di qualità degli ambienti marini;