• Accedi • Iscriviti gratis
  • COMUNE DI TREIA, 1 vice comandante poliziotto municipale

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di istruttore direttivo di vigilanza, vice comandante presso il Settore Polizia locale ed amministrativa, commercio, SUAP, categoria D, a tempo pieno ed indeterminato. (GU n.79 del 04-10-2019)

    Requisiti: 
    - Laurea magistrale in Giurisprudenza o titoli equipollenti
    - Patente di guida della categoria “B” o superiore
    - Essere in possesso dei requisiti previsti per il riconoscimento della qualifica di agente di P.S. di cui all’articolo 5, comma 2, della legge 7 marzo 1986, n. 65.
    Dove va spedita la domanda: 
    Comune di Treia – Settore “Affari generali ed istituzionali – Risorse umane – Servizi demografici” – Piazza della Repubblica n. 2 – 62010 TREIA (MC)
    PEC protocollo@pec.comune.treia.mc.it
    - presentazione diretta all’Ufficio Protocollo (secondo gli orari di apertura indicati nel sito dell’Ente, fermo restando che il giorno di scadenza suindicato l’Ufficio Protocollo resterà aperto dalle ore 10:30 alle ore 13:00);
    Contatta l'ente: 
    Tel. 0733/218704
    www.comune.treia.mc.it
    Prove d'esame: 
    La selezione consisterà in 1 prova scritta teorica, 1 prova scritta teorico-pratica ed 1 prova orale.
    La prova scritta teorica consiste nella redazione di un testo, articolato anche sotto forma di risposta aperta a più argomenti tecnico-giuridici dei quali viene fornita la traccia.
    La prova scritta teorico-pratica consiste nella soluzione di casi (anche con quiz a risposta multipla), nell’elaborazione di schemi di atti, nella simulazione di interventi corredati da enunciazioni teoriche, nell’individuazione di iter procedurali o percorsi operativi, ecc….
    La prova è finalizzata a verificare il possesso delle competenze afferenti allo specifico ruolo del posto messo a concorso e la professionalità dei candidati con riferimento alle attività che i medesimi saranno chiamati a svolgere. La prova orale consiste in un colloquio individuale mirato ad accertare il reale grado di attitudine, abilità, propensione ed idoneità al concreto assolvimento delle mansioni del posto messo a concorso, nonché la conoscenza delle materie oggetto di esame.
    ---
    Le materie sulle quali verteranno le prove suddette sono le seguenti:
    - Diritto costituzionale e diritto amministrativo;
    - Diritto penale e diritto processuale penale;
    - Legislazione relativa agli Enti locali;
    - Legge quadro sulla polizia municipale (legge n. 65/1986);
    - Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza (R.D. 18 giugno 1931, n. 773 e ss.mm.ii.);
    - Codice della strada e regolamento di esecuzione;
    - Infortunistica stradale;
    - Legislazione nazionale e regionale in materia urbanistica;
    - Legislazione statale e regionale in materia ambientale;
    - Legislazione in materia commerciale e di polizia amministrativa.