• Accedi • Iscriviti gratis
  • COMUNE DI TORINO, 35 posti di insegnante scuola materna cat. C

    Selezione pubblica, per titoli ed esami, per la copertura di trentacinque posti di istruttore pedagogico, insegnante scuola materna, categoria C. (GU n.77 del 27-09-2019)

    Requisiti: 
    1. diploma di Laurea in Scienze della Formazione Primaria, indirizzo di insegnante scuola dell’infanzia che costituisce titolo abilitante di accesso (Legge 53/2003 art. 5, comma d e D.L. 153/2008 convertito con L. 169/08), ovvero Laurea Magistrale a ciclo unico in Scienze della Formazione Primaria;
    2. diploma triennale o quinquennale sperimentale di scuola magistrale, ovvero diploma quadriennale o quinquennale sperimentale di Istituto Magistrale, purché conseguiti entro l’anno scolastico 2001/02. I diplomi sperimentali devono essere titoli riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca come idonei all’insegnamento nelle scuole dell’infanzia.
    Dove va spedita la domanda: 
    La domanda di ammissione alla selezione, redatta utilizzando unicamente l’apposito modulo disponibile all’indirizzo http://www.comune.torino.it/concorsi/concorsi.shtml dovrà essere inviata esclusivamente per via telematica, seguendo accuratamente le istruzioni di compilazione e invio disponibili all’indirizzo Internet sopra indicato.
    Contatta l'ente: 
    Dr Enrico Donotti. Eventuali informazioni potranno essere richieste ai seguenti numeri telefonici 01101124053 - 01101123424 – 01101124049 - 01101124050 e all’indirizzo mail concorsi.risorseumane@comune.torino.it.
    www.comune.torino.it
    Prove d'esame: 
    La selezione prevede:
    1) una preselezione – che si effettuerà solo nel caso in cui pervengano più di 2000 domande – alla quale saranno ammessi/e tutti/e i/le candidati/e;
    2) una prova scritta alla quale saranno ammessi/e fino a 1000 candidati/e, in regola con i requisiti di ammissione, tra quelli che avranno ottenuto nella prova preselettiva i migliori punteggi (tale numero sarà comunque integrato da tutti/e coloro che avranno conseguito il medesimo punteggio dell’ultimo/a candidato/a individuato/a);
    3) un colloquio al quale saranno ammessi/e i/le candidati/e che avranno conseguito un punteggio di almeno p. 36/60 nella prova scritta;