• Accedi • Iscriviti gratis
  • COMUNE DI BOLZANO VICENTINO, 1 istruttore direttivo amministrativo

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di istruttore direttivo amministrativo, categoria D, a tempo pieno ed indeterminato, per il settore servizi demografici. (GU n.74 del 17-09-2019)

    Requisiti: 
    - Titolo di studio: possesso del diploma di laurea (L) o di laurea specialistica (LS) o di laurea magistrale (LM), o di laurea vecchio ordinamento in Giurisprudenza, Scienze Politiche o Economia e Commercio o equipollenti secondo quanto stabilito dalla vigente normativa, conseguita presso Università Statali o Istituti Universitari legalmente riconosciuti;
    - Possesso della patente di guida categoria B o superiore.
    Dove va spedita la domanda: 
    Comune di Bolzano Vicentino – Via Roma n. 2 - 36050 Bolzano Vicentino
    (PEC): comunebolzanovic@legalmail.it
    - presentazione diretta presso l’Ufficio Protocollo del Comune di Bolzano Vicentino nell’orario di apertura al pubblico
    Contatta l'ente: 
    Ufficio Personale del Comune di Bolzano Vicentino, telefono 0444 219425, o scrivere all’indirizzo e-mail protocollo@comune.bolzanovicentino.vi.it
    www.comune.bolzanovicentino.vi.it
    Prove d'esame: 
    Preselezione.
    Le prove verteranno sulle seguenti materie:
    o L’ordinamento degli Enti Locali (D.Lgs. n. 267/2000) con particolare riguardo agli Organi e atti del Comune;
    o Elementi sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche (D. Lgs n.165/2001);
    o Principi sui procedimenti amministrativi (legge n. 241/1990);
    o Gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni (D. Lgs. n. 33/2013);
    o Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione (legge n. 190/2012);
    o Diritto costituzionale, amministrativo, penale con riferimento ai reati nella pubblica amministrazione;
    o Normativa in materia di riservatezza e protezione dei dati personali;
    o Normativa dell’anagrafe della popolazione residente; procedimenti anagrafici di iscrizione, cancellazione e variazione di residenza;
    o Gestione dei cittadini italiani residenti all’estero;
    o Norme in materia di regolamento dello stato civile; formazione e trascrizione degli atti dello
    stato civile; sistema delle annotazioni; registro convivenze e unioni civili;
    o Norme in materia di cittadinanza: procedimento di acquisto, riacquisto, riconoscimento e
    perdita della cittadinanza;
    o Normativa in materia elettorale con particolare riferimento all’elettorato attivo e passivo, revisione liste, procedimento elettorale, tenuta albi scrutatori, presidenti di seggio, giudici popolari, gestione elettori all’estero; leva militare;
    o DPR 445/2000 con particolare riferimento ad autocertificazioni ed autenticazioni;
    o Polizia mortuaria: normativa nazionale e della Regione Veneto.
    ---
    Le prove scritte ed orale potranno riguardare tutte le materie del programma d'esame.
    La prima prova scritta, a contenuto teorico, può consistere sia nella stesura di un elaborato nel quale il candidato è chiamato ad esprimere cognizioni di ordine dottrinale, valutazioni astratte e costruzioni di concetti attinenti a temi tratti dalle materie oggetto della prova oppure risposte sintetiche ad una serie di quesiti, aperta o in spazio definito. La prova potrà avere ad oggetto uno o più argomenti.
    La seconda prova a contenuto teorico-pratico potrà consistere nell’individuazione, da parte del concorrente, di soluzioni operative a problemi di attività amministrativa con l’eventuale formulazione di atti amministrativi nell’ambito delle materie previste per la prova, sulle quali può essere richiesto al concorrente di esporre anche concetti essenziali e generali in termini teoricodottrinali, nonché secondo quanto stabilito dall’avviso.
    La prova orale consisterà in un colloquio individuale sulle materie indicate nell’avviso finalizzato ad accertare il grado di conoscenze teoriche del candidato, le capacità espositive e di trattazione degli argomenti sollecitati nonché l'attitudine all'espletamento delle funzioni di pertinenza. Nel corso della prova possono essere richiesti chiarimenti sulle prove scritte o pratiche.
    Nell’ambito della prova orale la Commissione verificherà la conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse nonché della lingua inglese.