• Accedi • Iscriviti gratis
  • 108 posti specialista amministrativo giuridico presso Regione Emilia-Romagna

    Procedura selettiva pubblica per titoli ed esami per la copertura di n. 108 posti di cat. D – famiglia professionale “Specialista amministrativo giuridico”

    Requisiti: 
    • godimento dei diritti civili e politici;
    • non avere condanne penali definitive per i reati contro la Pubblica Amministrazione, di
    cui al Libro II, Titolo II, Capo I del c.p.
    (1);
    • non essere stato licenziato per motivi disciplinari da una Pubblica Amministrazione di
    cui all’art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001;
    • aver raggiunto la maggiore età e non aver raggiunto il limite massimo previsto per il
    collocamento a riposo d’ufficio;
    • idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni inerenti l'impiego; l’Amministrazione si
    riserva la facoltà di procedere all'accertamento dell'idoneità al momento
    dell’assunzione in servizio;
    • (per i candidati che non hanno cittadinanza italiana):
    ‐ godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza.
    Sono fatte salve le situazioni giuridiche tutelate dall’ordinamento italiano nel
    rispetto del diritto internazionale;
    ‐ avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana;
    ‐ (per i candidati degli Stati non appartenenti all’Unione Europea) essere in regola
    con le vigenti norme in materia di soggiorno nel territorio italiano;
    • aver conseguito uno dei diplomi di laurea triennale/specialistica/magistrale/CU/vecchio
    ordinamento afferenti l’area sociale e l’area umanistica secondo la classificazione del
    MIUR: http://offf.miur.it/pubblico.php/ricerca/aree_e_classi/p/miur
    Dove va spedita la domanda: 
    Online www.regione.emilia-romagna.it,
    seguendo il percorso: “Leggi Atti Bandi”, “Bandi e Concorsi - Opportunità di lavoro in
    Regione/Concorsi” - sezione “Procedure selettive pubbliche”, -
    http://wwwservizi.regione.emilia-romagna.it/e-recruiting/ - al link relativo alla presente
    procedura e secondo le istruzioni ivi riportate nell'apposita “Guida alla compilazione della
    domanda”.
    Contatta l'ente: 
    Eventuali informazioni possono essere acquisite all’Ufficio Relazioni con il Pubblico, numero
    verde 800-662200 oppure 800-955157, dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 13:00 e il lunedì
    pomeriggio dalle 14:30 alle 16:30. Indirizzo di posta elettronica: urp@regione.emiliaromagna.it. L’URP osserva il seguente calendario di chiusura al pubblico: dal 12 al 23 agosto
    2019. Durante il periodo di chiusura al pubblico sono comunque garantite le risposte a quesiti
    inviati tramite e-mail.
    Prove d'esame: 
    PRESELEZIONE
    Qualora il numero delle domande di ammissione sia pari o superiore a 400 unità, potrà essere
    effettuata una prova preselettiva.
    ---
    PROVE D’ESAME
    Le prove d’esame consistono in prova scritta e prova orale.
    Prova scritta
    La prova scritta potrà prevedere lo svolgimento di una delle seguenti prove oppure una
    combinazione delle stesse:
    − prova scritta con contenuto teorico, predisposta anche in forma di domande a riposta
    sintetica aperta, combinata, eventualmente, a quesiti a risposta chiusa;
    − prova pratico-attitudinale,
    riguardo a:
    COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI
    I candidati dovranno dimostrare di conoscere ed essere in grado di applicare i principi e i
    contenuti tecnico professionali propri delle attività lavorative della presente famiglia
    professionale:
    − Diritto costituzionale con particolare riferimento ai principi fondamentali e all’assetto delle
    competenze secondo il Titolo V, Parte II, della Costituzione;
    − Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea (Gazzetta ufficiale dell’Unione Europea
    2012/C 326/02);
    − Lo Statuto regionale, gli organi di governo della Regione Emilia-Romagna e il
    Regolamento interno dell’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna;
    − L’assetto delle competenze e delle funzioni in Regione Emilia-Romagna e seguito del
    riordino istituzionale disposto dalla L. 56/2014 e dalla L.R. 13/2015;
    − Diritto amministrativo, con particolare riferimento alla disciplina del procedimento
    amministrativo e agli atti amministrativi (L.241/1990);
    − Il Codice dell’Amministrazione Digitale (D.lgs. 82/2005), con particolare riferimento alle
    disposizioni del Capo I;
    − Trasparenza, accesso civico semplice e generalizzato, prevenzione della corruzione
    (L.190/2012, D. Lgs 39/2013, D. Lgs 33/2013);
    − La tutela dei dati personali e il Regolamento Europeo 2016/679 (GDPR);
    − L’ordinamento e l’organizzazione del lavoro nelle Pubbliche Amministrazioni e la
    disciplina del rapporto di pubblico impiego regionale con particolare riguardo a:
    • Norme generali sull'ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni
    pubbliche – D. Lgs. 165/2001
    • Testo unico in materia di organizzazione e di rapporti di lavoro nella Regione EmiliaRomagna - L.R. n. 43/2001
    • Ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle
    pubbliche amministrazioni – D.Lgs. 150/2009
    • il CCNL Funzioni Locali 2016/2018
    • il Codice di comportamento (DPR 62/2013)
    • il regime delle responsabilità dei pubblici dipendenti
    • elementi di diritto penale con riferimento ai reati dei pubblici ufficiali contro la PA (Capo
    I, Titolo II, Libro II, Codice Penale);
    − L’attività contrattuale nelle Amministrazioni pubbliche (D.Lgs. 50/2016);
    − Elementi di diritto civile in materia di obbligazioni e contratti (Libro IV, Codice civile);
    − Nozioni in materia di contabilità pubblica;
    − Nozioni in materia di controllo analogo delle società a partecipazione pubblica;
    − Elementi di diritto europeo, con particolare riferimento agli aspetti istituzionali e alla
    disciplina dei fondi di cui al Regolamento (UE) n. 1303/2013 del Parlamento europeo e
    del Consiglio del 17 dicembre 2013;
    − Regolamento delegato (UE) n. 240/2014 della Commissione, del 7 gennaio 2014, recante
    un codice europeo di condotta sul partenariato nell’ambito dei fondi strutturali e
    d’investimento europei (Codice di Condotta del Partenariato).
    ---
    Prova orale
    La prova orale prevede l’approfondimento delle conoscenze sulle materie oggetto della
    prova scritta necessarie per l’espletamento delle competenze richieste per la famiglia
    professionale “Specialista amministrativo giuridico” e del ruolo che andrà a ricoprire nonché
    l’effettiva capacità di risolvere problemi, elaborare soluzioni nell’ambito delle proprie
    competenze lavorative ed inserirsi proficuamente nell’organizzazione regionale.
    Nell’ambito della prova orale verrà altresì verificata la conoscenza del Codice di
    Comportamento della Regione Emilia-Romagna approvato con delibera della Giunta
    Regionale n. 905/2018.