• Accedi • Iscriviti gratis
  • 4 professori ordinari, per vari Dipartimenti presso Università di Macerata

    Procedura di selezione per la chiamata di quattro professori ordinari, per vari Dipartimenti

    (GU n.60 del 30-7-2019)

    Si avvisa che presso l'Universita' degli studi di Macerata e' indetta la seguente procedura pubblica di selezione per la copertura di quattro posti di professore ordinario.

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    4
    Scadenza: 
    30/08/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    a) candidati che abbiano conseguito I’idoneita ai sensi della legge n. 210/1998, limitatamente al periodo di durata dell’idoneita stessa, come previsto dall’articolo 29 comma 8 della legge n. 240/2010;
    b) professori di prima fascia gia in servizio presso altra Universita nello stesso settore concorsuale oggetto della presente selezione;
    c) candidati che abbiano conseguito I’abilitazione scientifica nazionale ai sensi dell’articolo 16 della legge n. 240/2010 per il settore concorsuale e per le funzioni oggetto del procedimento;
    d) studiosi stabilmente impegnati all’estero in attivita di ricerca o insegnamento a livello universitario in posizioni di livello pari a quelle oggetto del bando, sulla base delle tabelle di corrispondenza di cui al d.m. 1 settembre 2016 n. 662.
    Dove va spedita la domanda: 
    1) conseqna a mano presso I’Area risorse umane - Ufficio personate docente, Via XX Settembre n. 5, 62100 Macerata (orario di servizio: lunedi-venerdi ore 10.00-13.00) entro e non oltre le ore 13.00 del giomo di scadenza dei termini del bando. A tal fine si precisa che 1’Ateneo restera chiuso dal 12 al 16 aqosto, pertanto in tale periodo non sara possibile la conseqna a
    mano;
    2) invio per posta raccomandata con avviso di ricevimento presso I'Area risorse umane - Ufficio personate docente, Via XX Settembre n. 5, 62100 Macerata; al fine del rispetto del termine fa fede il timbro a data dell’ufficio postale accettante;
    che intendono partecipare alia procedura di selezione sono tenuti a fame domanda, pena
    3)
    invio a mezzo posta elettronica certificata (PEC), mediante trasmissione, in formato .pdf, della domanda e dei titoli allegati unitamente al documento di identita (citando nell’oggetto: "Domanda di partecipazione alia procedura di selezione per n. 1 posto di professore ordinario, ai sensi dell’articolo 18 comma 1 della legge 240/2010, Dipartimento di .............................................., settore concorsuale .............. , settore scientifico-disciplinare.......................... classe delle lauree................... ”) all’indirizzo risorseumane@pec.unimc.it. L'invio della domanda e validamente effettuato soltanto da un indirizzo PEC personate del candidato; non e ritenuta valida la domanda inviata da un indirizzo di posta elettronica non certificata. La validita della trasmissione del messaggio di posta elettronica certificata e attestata, rispettivamente, dalla ricevuta di accettazione e dalla ricevuta di avvenuta consegna fornite dal gestore PEC, ai sensi del d.P.R. 11 febbraio 2005 n. 68.
    Contatta l'ente: 
    Responsabile del procedimento
    II responsabile del procedimento oggetto del presente bando e la dott.ssa Simona Paielli dell’Area
    risorse umane - Ufficio personate docente - tel. n. 0733.2582663-2622, fax n. 0733.2582651, e-mail concorsidocenti@unimc.it.
    Prove d'esame: 
    Per la procedura di selezione di cui al presente bando viene nominata una commissione giudicatrice, composta secondo le modalita previste dall’articolo 4 del "Regotamento per la disciplina della chiamata dei professori di ruolo di prima e seconda fascia ai sensi della legge 30 dicembre 2010 n. 240" emanato
    con d.r. n. 209 del 5 luglio 2018.
    I commissari non devono trovarsi nelle situazioni di incompatibilita e conflitto di interessi disciplinate daH’articolo 51 del c.p.c., dal Codice etico dell’Universita di Macerata e dalle direttive A.NA.C in merito alia comunione di interessi economici o di vita tra esaminatore e concorrente.
    Nella prima riunione la commissione, dopo aver eletto al proprio interno il presidente e il segretario, predetermina i criteri e i parametri di valutazione dei candidati, senza avere avuto accesso all’elenco degli stessi e alia documentazione da essi prodotta.
    II verbale viene trasmesso al responsabile del procedimento di cui all'articolo 11 del presente bando, il quale ne assicurera la pubblicita almeno sette giorni prima della prosecuzione dei lavori mediante pubblicazione nel sito web istituzionale, all’indirizzo https://www.unimc.it/it/ateneo/bandi-e-
    concorsi/bandi-personale-docente/chiamate-ai-sensi-della-leqqe-240-10 .
    Nella riunione successiva la commissione, presa visione delle domande di partecipazione pervenute, previa dichiarazione assunta a verbale dell’assenza in capo a ciascuno dei commissari delle situazioni di incompatibilita e conflitto di interessi sopra citate, sulla base delle pubblicazioni scientifiche, del curriculum e dell’attivita didattica dei candidati, esprime un giudizio individuate e collegiate su ciascun concorrente.
    Al termine dei lavori la commissione, effettuata la valutazione comparativa dei candidati, con deliberazione assunta a maggioranza dei componenti indica il candidato vincitore ai fini della successiva chiamata da parte del Dipartimento, owero non indica alcun candidato come idoneo, motivandone le ragioni.
    La commissione, conclusi i lavori, consegna al responsabile del procedimento gli atti concorsuali.
    Gli atti della commissione sono costituiti dai verbali delle singole riunioni; fanno parte integrante e necessaria degli atti i giudizi individuali e collegiali espressi su ciascun candidato.
    I lavori della commissione devono concludersi entro tre mesi dalla data di pubblicazione del decreto rettorale di nomina nell'albo ufficiale on line. II Rettore puo prorogare per una sola volta e per non piu di due mesi il termine per la conclusione della procedura.
    Nel caso in cui i lavori non si siano conclusi entro i termini stabiliti il Rettore, con prowedimento motivato, avvia le procedure per la sostituzione dei componenti ai quali siano imputabili le cause del ritardo e stabilisce nel contempo un nuovo termine per la conclusione dei lavori.