• Accedi • Iscriviti gratis
  • Ingegnere elettrico, categoria D area tecnica, tecnico-scientifica ed elaborazione dati, da assegnare al Dipartimento di ingegneria dell'informazione presso Università di Firenze

    Mobilita' per la copertura di un posto di ingegnere elettrico, categoria D, a tempo indeterminato e pieno, area tecnica, tecnico-scientifica ed elaborazione dati, da assegnare al Dipartimento di ingegneria dell'informazione. (GU n.58 del 23-7-2019) Si avvisa che presso l'Universita' degli studi di Firenze e' ricopribile, per trasferimento, il sotto indicato posto: un posto di categoria D, posizione economica D1, dell'area tecnica, tecnico-scientifica ed elaborazione dati, con contratto di

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    23/08/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo indeterminato

    Categorie correlate

    Requisiti: 
    Per l’ammissione alla presente procedura di mobilità è necessario il possesso dei seguenti
    requisiti:
     essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, in una
    Amministrazione del Comparto Università ed essere inquadrato nella categoria D;
     essere in servizio a tempo indeterminato presso Amministrazioni di altro Comparto
    ed essere inquadrati, secondo il DPCM del 26 giugno 2015, in categoria
    corrispondente alla categoria D del comparto Università;
     essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
    Laurea, conseguita ai sensi del D.M. n. 509/1999 o del D.M. n. 270/2004, in una
    delle seguenti classi:
    › L-08 o 09 Ingegneria dell’Informazione
    ed equivalenti
    Laurea specialistica, conseguita ai sensi del D.M. 509/1999 in una delle seguenti
    classi:
    › LS 29 Ingegneria dell’automazione
    › LS 31 Ingegneria elettrica
    ed equivalenti
    Laurea magistrale ai sensi del D.M. 270/2004, in una delle seguenti classi
    › LM-25 Ingegneria dell’automazione
    › LM-26 Ingegneria della sicurezza
    › LM 28 Ingegneria elettrica
    Diploma di laurea conseguito ai sensi della normativa previgente al D.M. 509/1999
    equivalente o equiparato alle classi delle lauree specialistiche DM 509/1999 e alle classi
    delle lauree magistrali DM 270/2004 sopra indicate, ai fini della partecipazione ai
    pubblici concorsi ai sensi del decreto del Ministero dell’istruzione, dell’Università e
    della ricerca del 9 luglio 2009 reperibile all’indirizzo: http://attiministeriali.miur.it/anno2009/luglio/di-09072009.aspx.
    Ai sensi di tale decreto, il candidato che sia in possesso di una laurea vecchio
    ordinamento che trova corrispondenza con più classi di laurea specialistica o magistrale,
    alcune delle quali non rientrino in quelle indicate ai precedenti punti, dovrà
    autocertificare, contestualmente alla domanda di partecipazione, la singola classe a cui è
    equiparato il titolo di studio posseduto.
    Diploma delle scuole dirette a fini speciali istituite ai sensi del DPR 10 marzo 1982, n.
    162, riconosciuto al termine di un corso di durata triennale, o diploma universitario
    istituito ai sensi della legge 19 novembre 1990, n. 341, della medesima durata,
    equiparato ad una delle suddette lauree universitarie conseguite ai sensi ai sensi del
    D.M. 270/2004 e del D.M. 509/1999, secondo le tabelle di equiparazione di cui al di cui al Decreto Interministeriale 11 novembre 2011, o diploma delle scuole superiori
    abilitate ai sensi del regolamento adottato con D.M. 10 gennaio 2002, n. 38, a rilasciare
    titoli equipollenti ai diplomi di laurea triennali conseguiti presso le università ai sensi
    del D.M. 270/2004 e del D.M. 509/1999.
    Qualora le domande di mobilità provengano da personale in servizio presso Amministrazioni
    non appartenenti al Comparto Università, la corrispondenza fra i livelli di inquadramento
    richiesta come requisito di partecipazione, è accertata secondo quanto stabilito nel citato
    DPCM del 26 giugno 2015 (allegati da 1 a 10), consultabile sul sito web dell’Ateneo
    all’indirizzo http://www.unifi.it/vp-2911-mobilita.html
    Ai sensi dell’art. 30, comma 2-quinquies del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165, al
    dipendente trasferito per mobilità si applica esclusivamente il trattamento giuridico ed
    economico, compreso quello accessorio, previsto dal contratto collettivo vigente del
    comparto Università.
    Dove va spedita la domanda: 
    La domanda deve essere presentata secondo le seguenti modalita'
    alternative:
    a mezzo posta (non fara' fede il timbro dell'ufficio postale ma
    il timbro di avvenuta ricezione apposto dall'unita' di processo
    «Archivio e trattamento degli atti/posta» dell'Universita' degli
    studi di Firenze);
    presentata in busta chiusa direttamente dall'unita' di processo
    «Archivio e trattamento degli atti/posta», piazza San Marco n. 4 -
    Firenze, nel seguente orario: dal lunedi' al venerdi', dalle ore 9,00
    alle ore 13,00;
    trasmessa per via telematica al seguente indirizzo di posta
    elettronica certificata: selezionipta@pec.unifi.it
    Contatta l'ente: 
    A tutti gli effetti del presente bando è individuata, quale Unità Organizzativa competente
    l’Area Risorse Umane, Unità di Processo "Amministrazione Personale TecnicoAmministrativo e Collaboratori ed Esperti Linguistici" - Piazza San Marco, 4 – 50121
    Firenze, telefoni: 055 2757605 - 7349 – 7626 - 7341 –7610 -– email: selezioni@unifi.it
    casella di posta elettronica certificata: selezionipta@pec.unifi.it
    Il Responsabile del procedimento è la dott.ssa Patrizia Ranaldi.
    Prove d'esame: 
    La valutazione dei candidati sarà effettuata da una Commissione nominata e composta ai
    sensi della normativa vigente e avverrà attraverso l’analisi del curriculum professionale del
    candidato ed un colloquio con l’obiettivo di verificare il grado di possesso delle conoscenze,
    competenze e capacità richieste per il profilo, anche in termini di attitudine e motivazione
    per cui è stata presentata la domanda.
    Il colloquio si terrà il giorno 18 settembre 2019.
    L’elenco degli ammessi, eventuali variazioni del calendario e la sede del colloquio, saranno
    pubblicati entro il 5 settembre 2019 sul sito web dell’Ateneo all’indirizzo
    http://www.unifi.it/vp-2912-posti-vacanti-per-il-personale-t-a-presso-l-universita-difirenze.html
    La suddetta pubblicazione ha valore di notifica a tutti gli effetti.
    Sono richieste le seguenti conoscenze:
    › principali metodologie e tecniche di misura nell’ambito della qualità dell’energia
    elettrica;
    › tecnologie realizzative di circuiti elettronici di potenza e azionamenti e dei relativi
    componenti destinati a esperimenti o prove di natura tecnico-scientifica nell’ambito
    di progetti di ricerca e di trasferimento tecnologico;
    › principali ambienti software per l’analisi e la modellazione di circuiti e sistemi
    elettrici per l’energia elettrica con particolare riferimento all’acquisizione di
    grandezze elettriche e alla messa a punto e automatizzazione di catene di misura;
    › progettazione e dimensionamento di convertitori risonanti per il trasferimento
    wireless di energia elettrica;
    › realizzazione di sensori wireless per un sistema di acquisizione e monitoraggio di
    grandezze elettriche;
    › allestimento di un banco di prova e misura di macchine elettriche;
    › specifici aspetti normativi relativi al tema della sicurezza applicabili all’esercizio di
    laboratori di ricerca, con particolare riferimento al contesto specifico dell’Ingegneria Elettrica.