• Accedi • Iscriviti gratis
  • 4 posti collaboratore tecnico-professionale presso Arpae - Agenzia regionale per la prevenzione l'ambiente e l'energia dell'Emilia Romagna ROMAGNA

    Selezione pubblica, per esami, per la copertura di quattro posti di collaboratore tecnico-professionale, categoria D, a tempo indeterminato, di cui un posto riservato al personale dipendente ai sensi dell'art. 52, comma 1-bis del decreto legislativo n. 165/2001. (GU n.57 del 19-07-2019)

    Posti disponibili: 
    4
    Scadenza: 
    18/08/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Requisiti: 
    1. cittadinanza italiana, fatte salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti in materia;
    2. idoneità fisica all’impiego, con riferimento alle mansioni attinenti al profilo professionale
    messo a selezione;
    3. godimento dei diritti civili e politici;
    4. assenza di condanne penali o processi penali pendenti per reati che, se accertati con
    sentenza passata in giudicato, comportino la sanzione disciplinare del licenziamento, o per
    i quali la legge escluda l’ammissibilità all’impiego pubblico, ovvero che l’Agenzia ritenga
    rilevanti in relazione alla posizione di lavoro da ricoprire;
    5. non essere stati licenziati per motivi disciplinari o dispensati per inabilità dall’impiego
    presso una Pubblica Amministrazione;
    6. avere la maggiore età e non aver raggiunto il limite massimo previsto per il collocamento a
    riposo d’ufficio;
    7. posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, per i cittadini italiani soggetti a tale
    obbligo.
    nonché il possesso dei seguenti requisiti specifici di ammissione:
    possesso di una delle lauree di seguito specificate:
     L-2 Biotecnologie;
     L-13 Scienze biologiche;
     unitamente ad abilitazione all’esercizio della professione per l’iscrizione all’albo professionale
    dell’ordine dei biologi - sezione B;
    ovvero
    possesso di una delle lauree magistrali di seguito specificate:
     LM-6 Biologia;
     LM-7 Biotecnologie agrarie;
     LM-8 Biotecnologie industriali;
     LM-9 Biotecnologie mediche, veterinarie e farmaceutiche;
     unitamente ad abilitazione all’esercizio della professione per l’iscrizione all’albo professionale
    dell’ordine dei biologi - sezione A;
    ---
    Ulteriore requisito specifico per i dipendenti di Arpae Emilia-Romagna che concorrono per
    l’attribuzione del posto riservato (art. 52, comma 1-bis del D.Lgs n. 165/2001):
    essere dipendenti a tempo indeterminato ed inquadrati nella categoria C - ruolo tecnico.
    Dove va spedita la domanda: 
    Arpae Emilia-Romagna - Servizio Organizzazione e Risorse Umane, Via Po n. 5 – 40139 Bologna
    PEC dirgen@cert.arpa.emr.it
    Contatta l'ente: 
    Servizio organizzazione e risorse umane, via Po n. 5 - Bologna - Giuseppina Schiavi tel. 051/6223824; Giulia Roncarati tel. 051/6223884; Lorenza Moretti 051/6223957, Cinzia Vella tel. 051/6223895, nei seguenti orari: dal lunedi' al venerdi' dalle ore 9,00 alle ore 13,00.
    www.arpae.it
    Prove d'esame: 
    La selezione prevede lo svolgimento di una prova scritta e di una prova orale.
    ---
    La prova scritta, costituita da più quesiti a risposta sintetica, verterà sui seguenti argomenti:
    - Arpae: compiti e competenze L.R. n. 44/1995 e L.R. n. 13/2015;
    - Sistema Nazionale di prevenzione Ambientale (SNPA) L. n.132/2016;
    - Principi fondamentali in materia di sicurezza relativamente alle attività svolte in un
    laboratorio di microbiologia dell’Agenzia e durante l’attività di vigilanza (D.Lgs. n. 81/2008);
    - Testo unico ambientale (D. Lgs. n. 152/2006 e sue modifiche);
    - Acque destinate al consumo umano (D. Lgs. n. 31/2001 e sue modifiche);
    - Acque minerali e termali (D. Lgs. n. 105/1992, D.M. n. 542 del 12 novembre 1992, D.M. 29
    dicembre 2003 e sue modifiche);
    - Acque di balneazione: principi generali dettati dalla normativa di riferimento nazionale e
    regionale (Direttiva 2006/7/CE, D. Lgs. n. 116/2008 e DM 30 marzo 2010);
    - Disciplina dei provvedimenti di concessione di acqua pubblica (Regio Decreto n.
    1775/1933, regolamento regionale n. 41/2001);
    - Principi del monitoraggio biologico individuati dalla normativa di riferimento (D. Lgs n.
    152/2006 e sue modifiche);
    - Analisi Microbiologiche ed ecotossicologiche su matrici ambientali e sanitarie individuate
    dalla normativa di riferimento;
    - Principi generali delle metodologie di validazione dei metodi microbiologici ed
    ecotossicologici;
    - Principi generali relativi all’accreditamento secondo la UNI EN ISO 17025/2018;
    - Le autorizzazioni ambientali, AUA ed AIA (DPR n. 59/2013; D. Lgs. n. 152/2006 e sue
    modifiche);
    - Normativa nazionale e regionale sui rifiuti (DM 5 febbraio 1998; D. Lgs. n. 49 del 14 marzo
    2014; DPR 13 giugno 2017 n. 120; D. Lgs. 30 maggio 2008 n. 117; D. Lgs. 24 giugno 2003
    n. 209; Delibera Giunta Regionale 13 ottobre 2003 n. 1991; D. Lgs. 13 gennaio 2003 n. 36,
    e successive modifiche ed integrazioni);
    - Principi di valutazione di impatto ambientale (D. Lgs. n.152/2006 e L.R. n. 4/2018);
    - Nozioni di BAT (Best Available Techniques – BAT);
    - Autorizzazione Unica alla produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili (D. Lgs. n.
    387/2003) e convenzionali (D. Lgs. n. 115/2008);
    - Normativa nazionale e regionale in materie di scarichi (Delibera di Giunta Regionale 9
    giugno 2003 n. 1053; Delibera di Giunta Regionale 14 febbraio 2005 n. 286; Delibera di
    Giunta Regionale 18 dicembre 2006 n. 1860);
    - Normativa nazionale e regionale in materia di utilizzazione agronomica degli effluenti di
    allevamento (D.M. politiche agricole 25 febbraio 2016; Regolamento Regionale n. 3 del 15
    dicembre 2017) e di utilizzazione dei fanghi di depurazione in agricoltura (D. Lgs. n.
    99/1992; Delibera di Giunta Regionale 30 dicembre 2004 n. 2773; Delibera di Giunta
    Regionale 7 novembre 2005 n. 1801 e successive);
    - Norme sul procedimento amministrativo e svolgimento della conferenza dei servizi
    (nozioni) (L. n. 241/90 smi);
    - Reati contro la pubblica amministrazione: cenni generali;
    - Reati ambientali e sanzioni amministrative: cenni generali;
    - Cenni di statistica applicata all’ecotossicologia e alla microbiologia.
    ---
    La prova orale sarà costituita da un colloquio individuale sulle materie oggetto della prova scritta e
    tendente a valutare complessivamente le competenze del candidato, anche negli aspetti
    motivazionali e curriculari.
    Oltre agli argomenti oggetto della prova scritta la prova orale verterà anche sui seguenti argomenti:
    - Legislazione nazionale in materia di pubblico impiego e di doveri e diritti del dipendente
    pubblico;
    - Codici di comportamento dei dipendenti in Arpae.
    ---
    Nel corso della prova orale la commissione provvederà all’accertamento della conoscenza:
    - dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
    - della lingua inglese.
    ---
    La data di svolgimento della prova scritta è fissata per il giorno giovedì 26 settembre 2019 alle
    ore 14.30 presso la sede degli Istituti Aldini Valeriani, Via Bassanelli 9/11 – BOLOGNA.
    ---
    Per coloro che avranno superato la prova scritta la comunicazione in merito ai candidati ammessi
    a sostenere la prova orale, nonchè il calendario e la sede di svolgimento della stessa, sarà resa
    nota sul sito istituzionale dell’Agenzia a partire dal giorno martedì 29 ottobre 2019.