• Accedi • Iscriviti gratis
  • Ammissione al dottorato di ricerca in fisica 35° ciclo, anno accademico 2019/2020 presso Università di Trento

    Ammissione al dottorato di ricerca in fisica 35° ciclo, anno accademico 2019/2020. (GU n.56 del 16-7-2019) E' indetta, con decreto rettorale, selezione a evidenza pubblica per l'ammissione al dottorato di ricerca in fisica, anno accademico 2019/2010, ciclo 35. Gli interessati possono prendere visione del bando sul sitointernet all'indirizzo:https://www.unitn.it/ateneo/609/concorso-di-ammissione Eventuali eccessive modifiche e/o integrazioni al bando verranno pubblicizzate sul medesimo sito.

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    23
    Scadenza: 
    29/08/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Contratto: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    1. Possono presentare domanda di partecipazione i cittadini italiani e stranieri, senza limiti di sesso e di età,in possesso di:
    a. laurea magistrale attivata ai sensi del D.M. 22.10.2004 n. 270, e successive modifiche, oppure
    b. titolo di studio italiano ad essa equiparato (ordinamenti previgenti, laurea specialistica, titoli AFAM),oppure
    c. titolo accademico conseguito all’estero (Master’s degree) presso un’istituzione accademica
    ufficialmente riconosciuta, che ammetta al Dottorato di Ricerca nel sistema d’istruzione/Paese di
    rilascio (salvo differenze sostanziali), che sia equiparabile per durata, livello e campo disciplinare al
    titolo italiano richiesto e che sia valutato idoneo dalla Commissione giudicatrice ai soli fini dell’accessoal Corso di Dottorato2
    2. Possono partecipare alla selezione anche coloro che conseguiranno il titolo necessario entro il 31 ottobre
    2019. In questo caso l’eventuale ammissione al Dottorato avverrà “con riserva” ed il candidato sarà tenuto
    a presentare alla Divisione Supporto Corsi di Dottorato e Alta Formazione – Polo Collina (tramite email all’indirizzo phd.office-st@unitn.it) a pena di decadenza, il certificato o autocertificazione (vedi Allegato A)
    relativi al titolo conseguito, entro e non oltre il 6 novembre 2019.
    3. Coloro che sono in possesso di titolo accademico straniero che non sia già stato dichiarato equivalente ad una laurea italiana (Magistrale/Specialistica/vecchio ordinamento), faranno implicita richiesta di idoneità del titolo di studio nella domanda di ammissione al concorso, allegando la necessaria documentazione. La commissione giudicatrice si riserva di chiedere ulteriore documentazione se reputato necessario ai fini della valutazione dell’idoneità.
    4. I candidati e le candidate che hanno già conseguito il titolo di Dottore di Ricerca potranno essere ammessi/i a frequentare, previo superamento delle prove di selezione, un secondo corso di Dottorato purché le tematiche e i settori scientifico-disciplinari prevalenti siano differenti da quelli relativi al precedente Dottorato per il quale è stato conseguito il titolo. Qualora si fosse già beneficiato, anche parzialmente, di una borsa di dottorato, la partecipazione al nuovo Corso di Dottorato non potrà essere coperta da borsa
    Dove va spedita la domanda: 
    1. La domanda di partecipazione deve essere compilata e inviata entro le ore 16.00 (tutte le ore indicate nel
    presente bando sono da intendersi ore italiane) del 29 agosto 2019 utilizzando esclusivamente l’apposita
    procedura online: https://www.unitn.it/apply/dott. I candidati e le candidate che non possiedono un account
    dell’ateneo di Trento devono prima registrarsi4
    a: https://www.unitn.it/account .
    Contatta l'ente: 
    Per ulteriori informazioni di carattere amministrativo e' possibile rivolgersi a: Divisione supporto corsi di dottorato e alta formazione - Polo Collina Universita' degli studi di Trento, via Sommarive n. 14 - 38123 Trento - E-mail: phd.office-st@unitn.it
    Prove d'esame: 
    1. La valutazione è effettuata da una Commissione giudicatrice per l’accesso al Dottorato nominata dal
    Rettore su designazione del Collegio dei Docenti, a norma del Regolamento di Ateneo in materia di
    Dottorato di Ricerca. La Commissione stabilisce i criteri di valutazione durante la riunione preliminare.
    2. Le prove della selezione sono intese ad accertare, comparativamente, la preparazione e l’attitudine dei
    candidati e delle candidate a svolgere attività di ricerca relativamente alle tematiche del Corso di Dottorato.
    La selezione consiste in:
    - valutazione dei titoli di cui all’art. 3 del presente bando;
    - colloquio inteso ad accertare la preparazione del/la candidato/a e la sua attitudine alla ricerca. Il
    colloquio verterà sull’argomento della tesi di laurea e sulle conoscenze di base e specifiche. Nell’ambito
    del colloquio verrà accertata la conoscenza della lingua inglese. Per sostenere il colloquio andrà esibito
    un documento di identità in corso di validità.
    Coloro che sono domiciliati o residenti all'estero, o comunque impossibilitati per comprovate ragioni a
    sostenere la prova di persona, possono essere autorizzati, previa richiesta motivata sulla application
    online, a svolgere la prova mediante tele/video-conferenza. La Commissione accerterà che siano
    soddisfatte le condizioni necessarie per garantire la regolarità dello svolgimento del colloquio
    (accertamento dell’identità del candidato e della correttezza del colloquio).
    3. Coloro che intendono ottenere l’idoneità anche per le borse a tematica vincolata dovranno dichiararlo alla
    Commissione giudicatrice prima dello svolgimento del colloquio, al momento dell’identificazione. In tal caso
    la prova orale comprenderà una valutazione delle competenze specifiche.
    Importante! La richiesta di partecipare all’assegnazione di una o più borse a tematica vincolata implica la
    preferenza per l’attribuzione delle borse vincolate rispetto a quelle a tematica non specifica.
    4. La commissione ha a disposizione 100 punti così ripartiti:
    30 punti: valutazione titoli, includendo quelli relativi a eventuali allegati facoltativi e lettera di
    presentazione;
    70 punti: colloquio.
    5. La valutazione titoli è superata con un punteggio almeno pari a 15/30; la prova orale si intende superata
    con punteggio almeno pari a 30/70; sono ritenuti idonei coloro che hanno ricevuto una votazione
    complessiva almeno pari a 60/100.
    6. La valutazione titoli avrà luogo dal 4 settembre 2019. I colloqui si svolgeranno dal 12 al 18 settembre 2019.