• Accedi • Iscriviti gratis
  • 2 assistente sociale presso COMUNE DI ASCOLI PICENO

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di due posti di assistente sociale, categoria D, a tempo indeterminato e part-time al 50%.

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    2
    Scadenza: 
    18/07/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    part time
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    • Laurea Specialistica Magistrale in programmazione e Gestione delle Politiche e dei servizi
    Sociali – Classe 57/S (LM) – D.M. 270/2004;
    • Laurea Magistrale in Gestione delle politiche dei servizi sociali e della mediazione
    interculturale Classe LM 87;
    • Ovvero altro titolo equipollente ai sensi delle norme vigenti;
    Dove va spedita la domanda: 
    Le domande di ammissione alla procedura, redatte in carta semplice secondo lo schema allegato al presente
    bando, datate e debitamente firmate, devono essere indirizzate al “Comune di Ascoli Piceno – Servizio
    Personale, piazza Arringo n.7 – 63100 Ascoli Piceno”, e dovranno pervenire, pena l’esclusione, entro il
    termine perentorio delle ore 12,00 di giovedì 18 luglio 2019 (non saranno prese in considerazione
    domande spedite entro il suddetto termine ma pervenute successivamente) con le seguenti modalità:
    1) per mezzo del servizio pubblico postale con raccomandata con avviso di ricevimento;
    2) direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Ascoli Piceno nell’orario d’ufficio dallo
    stesso normalmente osservato;
    3) mediante posta elettronica certificata (PEC) del candidato alla posta elettronica certificata
    (PEC) del Comune di Ascoli Piceno: comune.ascolipiceno@actaliscertymail.it; in questo caso
    solo da parte dei candidati in possesso di casella di posta certificata, il cui certificato e'
    rilasciato da un certificatore accreditato secondo le modalità previste dall’art.65 del D.Lgs.
    82/2005.
    Per i titoli conseguiti all’estero è richiesto il possesso, entro i termini di scadenza del bando, dell'apposito
    provvedimento di riconoscimento da parte delle autorità competenti, così come previsto dall'art. 38 del
    decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, il quale prevede che: «Nei casi in cui non sia intervenuta una
    disciplina adottata al livello dell'Unione europea, all'equiparazione dei titoli di studio e professionali provvede
    la Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della funzione pubblica, sentito il Ministero
    dell’istruzione, dell’università e della ricerca ...». Per quanto riguarda il riconoscimento dei titoli di studi
    universitari conseguiti all'estero, il candidato può inoltre consultare la procedura di riconoscimento
    collegandosi al seguente link: equivalenza tra i titoli accademici finali esteri e i corrispondenti titoli
    accademici finali italiani (sito internet)
    http://www.funzionepubblica.gov.it/articolo/dipartimento/22-02-2016/modulo-la-richiesta-
    dellequivalenza-del-titolo-di-studio-stranieri;

    b) regolare iscrizione all’Albo professionale degli Assistenti Sociali ai sensi della Legge 23/03/1993
    n°84 e ss.mm.ii..

    Ogni avviso o comunicazione relativi al concorso saranno effettuati dall’Amministrazione mediante la
    pubblicazione sul sito istituzionale dell’Ente (http://www.comune.ap.it), nell’area riservata
    dell’applicazione concorsi, seguendo il percorso: Amministrazione Trasparente -Bandi di Concorso-
    Home Page Bandi di Concorso, e mediante affissione presso l’Albo Pretorio on-line.


    Tutte le comunicazioni inerenti alla presente procedura saranno pubblicate sul sito istituzionale del Comune
    di Ascoli Piceno secondo il percorso sopra richiamato ed avranno valore di notifica a tutti gli effetti e non
    saranno seguiti da ulteriori avvisi o comunicazioni.

    L’amministrazione si riserva la facoltà di verificare il possesso dei requisiti dichiarati.

    Art.3)
    DOMANDA DI AMMISSIONE E SCADENZA

    Le domande di ammissione alla procedura, redatte in carta semplice secondo lo schema allegato al presente
    bando, datate e debitamente firmate, devono essere indirizzate al “Comune di Ascoli Piceno – Servizio
    Personale, piazza Arringo n.7 – 63100 Ascoli Piceno”, e dovranno pervenire, pena l’esclusione, entro il
    termine perentorio delle ore 12,00 di giovedì 18 luglio 2019 (non saranno prese in considerazione
    domande spedite entro il suddetto termine ma pervenute successivamente) con le seguenti modalità:
    1) per mezzo del servizio pubblico postale con raccomandata con avviso di ricevimento;
    2) direttamente all’Ufficio Protocollo del Comune di Ascoli Piceno nell’orario d’ufficio dallo
    stesso normalmente osservato;


    Piazza Arringo, 7 - 63100 (AP) – Te. 0736 2981- Fax 0736 2981 www.comune.ap.it/comune protocollo@comune.ascolipiceno.it
    PARTITA IVA/CODICE FISCALE
    N.00229010442
    SERVIZIO PERSONALE
    TEL. 0736/298316-225
    FAX 0736/298343
    E.MAIL :
    serv.personale@comune.ascolipiceno.it

    3) mediante posta elettronica certificata (PEC) del candidato alla posta elettronica certificata
    (PEC) del Comune di Ascoli Piceno: comune.ascolipiceno@actaliscertymail.it; in questo caso
    solo da parte dei candidati in possesso di casella di posta certificata, il cui certificato e'
    rilasciato da un certificatore accreditato secondo le modalità previste dall’art.65 del D.Lgs.
    82/2005.
    Contatta l'ente: 
    Per eventuali chiarimenti ed informazioni rivolgersi al servizio
    personale del Comune di Ascoli Piceno, tel. 0736/298316-918, fax
    0736/298343.
    Prove d'esame: 
    a) VALUTAZIONE DEI TITOLI DI STUDIO E CULTURALI massimo dei punti 5.

    I complessivi 5 punti disponibili per la valutazione dei titoli di studio e culturali sono attribuiti come segue:

    a1) Massimo punti 2 per il possesso di laurea non valutata quale requisito di accesso dall’esterno, purché
    attinente alla professionalità correlata al posto da coprire ed idoneo ad evidenziare ulteriormente il livello di
    qualificazione professionale;

    a2) Massimo 3 punti per Altri titoli di studio non valutati quali requisiti di accesso, attribuiti come segue:
    Si assegnano punti 1 per ciascun titolo di studio, di durata minima di un anno accademico (o 60 crediti):
    dottorato di ricerca, diploma di specializzazione e master post universitario con superamento di esami finali
    rilasciati da Università legalmente riconosciute, inerenti alla professionalità richiesta per il posto messo a
    concorso.

    b) VALUTAZIONE DEL CURRICULUM massimo dei punti 3.

    Per quanto concerne la valutazione del curriculum professionale, l’attribuzione del punteggio è effettuata
    dando considerazione unitaria al complesso della formazione ed attività culturali e tenendo particolare conto
    di tutte le attività svolte e che evidenzino l’attitudine all’esercizio delle funzioni attribuite al posto da
    ricoprire.

    La Commissione di valutazione determina i punteggi da attribuire nei limiti testé previsti, esamina i
    curricula, attribuisce il punteggio relativo ai titoli e li rende conoscibili agli interessati prima dell’inizio della
    prova orale.

    Non saranno valutati i titoli che dovessero pervenire dopo la data di scadenza del termine per la presentazione
    delle domande di partecipazione al concorso.
    È onere del candidato produrre in allegato alla domanda ogni documentazione ritenuta utile per la valutazione
    dei titoli. In ogni caso dovrà essere prodotto sia un curriculum vitae, datato e firmato, da cui sia possibile
    evincere in modo chiaro e circostanziato le esperienze formative e professionali maturate, sia un elenco
    numerato dei titoli allegati alla domanda di partecipazione.
    È onere del candidato assicurarsi anche che la documentazione prodotta contenga chiaramente gli elementi
    necessari per la valutazione (es. durata del rapporto di lavoro – gg/mm/aa di inizio e fine rapporto -, datore di
    lavoro, Ente Formativo, durata in giorni del corso di formazione, eventuale valutazione o prova finale del
    corso di formazione, ecc.). Diversamente il titolo non sarà valutato.
    I titoli potranno essere presentati in originale, con apposita certificazione, oppure tramite dichiarazione
    sostitutiva di atto notorio o autocertificazione.

    Il risultato della valutazione dei titoli sarà reso noto, mediante affissione presso l’aula ove sarà espletata la
    prova orale, prima dello svolgimento della prova stessa

    c. TITOLI DI SERVIZIO – massimo 5 punti.

    -c1) Punti 2,4 per ogni anno di servizio (punti 0,2 per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni) prestato, sia
    a tempo determinato che indeterminato, presso Amministrazioni Pubbliche con collocazione nella categoria
    superiore e profilo professionale attinente a quello del posto da ricoprire;
    -c2) Punti 1,8 per ogni anno di servizio (punti 0,1 ogni mese o frazione superiore a 15 giorni) prestato, sia a
    tempo determinato che indeterminato, presso Amministrazioni Pubbliche con collocazione nella stessa
    categoria e nello stesso (o equivalente) profilo professionale richiesto e nell’ambito delle attività connesse al
    posto da ricoprire;
    -c3) Punti 0,60 per ogni anno di servizio (0,05 per ogni mese di servizio o per frazione superiore a 15 gg.)
    prestato in categoria immediatamente inferiore in profilo professionale di contenuto analogo rispetto al posto
    da ricoprire.
    d) Titoli riservati ai concorrenti con esperienza professionale maturata presso il comune di Ascoli
    Piceno, ai sensi dell’art. 35 – comma 3 bis – lettera b) del D.Lgs 165/2001: punti 22.

    L'attribuzione del punteggio è finalizzata, ai sensi dell’articolo 35 comma 3-bis lettera b) del D.Lgs.
    n.165/2001, a valorizzare l'esperienza professionale maturata dai titolari di rapporto di lavoro subordinato a
    tempo determinato che, alla data di pubblicazione del bando, abbiano maturato almeno tre anni di servizio alle
    dipendenze del Comune di Ascoli Piceno e da coloro che, alla data di emanazione del bando, abbiano
    maturato almeno tre anni di lavoro flessibile nell’amministrazione che emana il bando con funzioni
    corrispondenti ed equiparabili alla qualifica richiesta nel presente Bando.
    A tal fine, ai candidati in possesso di tale requisito, è attribuito il punteggio pari a 22.
    La valutazione si limita ai servizi prestati nella categoria cui si riferisce il concorso.