• Accedi • Iscriviti gratis
  • 2 specialista informatico presso VENETO LAVORO

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di due posti di specialista informatico, categoria D, a tempo indeterminato, di cui un posto riservato a militari volontari delle Forze armate.

    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    2
    Scadenza: 
    11/07/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    1. cittadinanza italiana ovvero di uno degli Stati membri dell'Unione Europea. Possono altresì
    presentare domanda i familiari dei cittadini italiani non aventi la cittadinanza di uno Stato membro dell'Unione Europea, che siano tuttavia titolari del diritto di soggiorno o del diritto di
    soggiorno permanente; i cittadini di Paesi terzi che siano titolari dello status di rifugiato ovvero
    dello status di protezione sussidiaria. 1
    2. età non inferiore a 18 anni;
    3. idoneità fisica all'impiego 2 ;
    4. aver ottemperato alle disposizioni di legge sul reclutamento militare;
    5. godimento dei diritti civili e politici;
    6. non essere incorsi nella destituzione o licenziamento per motivi disciplinari; nella dispensa
    dall'impiego presso la Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento; nella
    decadenza da precedente rapporto di pubblico impiego a seguito dell'accertamento che
    l'impiego medesimo è stato conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da
    invalidità insanabile. Nei casi di destituzione, licenziamento o dispensa devono essere
    espressamente indicate le cause e le circostanze del provvedimento;
    7. non aver riportato condanne penali (anche in caso di amnistia, indulto, perdono giudiziale o
    non menzione) e non avere carichi pendenti (procedimenti penali in corso di istruzione o
    pendenti per il giudizio) che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del
    rapporto di lavoro con la Pubblica Amministrazione;
    8. il possesso del seguente titolo di studio:

    - Laurea di primo livello (DM 270/04);
    - Laurea triennale (DM 509/99)
    in alternativa,
    - Diploma di laurea vecchio ordinamento (previgente al DM 509/99);
    - Laurea specialistica (DM 509/99);
    - Laurea magistrale (DM 270/04).
    Dove va spedita la domanda: 
    Il candidato dovrà produrre la domanda di partecipazione al concorso esclusivamente tramite
    procedura telematica,
    Contatta l'ente: 
    I candidati hanno quindi il diritto di proporre reclamo, ai sensi dell'articolo 77 del Regolamento
    2016/679/UE, al Garante per la protezione dei dati personali con sede in Piazza di Monte Citorio n.
    121, 00186 – ROMA (email: garante@gpdp.it; PEC: protocollo@pec.gdpd.it; centralino +39
    06.696771).
    Prove d'esame: 
    Prima Prova scritta

    La prova avrà un contenuto teorico e verterà sulle materie elencate alla voce conoscenze in
    Appendice Consisterà nella verifica del grado di conoscenza delle materie posseduto dal
    candidato, ma anche della sua capacità di fare collegamenti, di contestualizzare le conoscenze e
    utilizzarle per risolvere i problemi.

    Seconda Prova scritta

    La prova avrà un contenuto pratico e verterà sulle materie elencate alla voce conoscenze in
    Appendice. Consisterà nella verifica delle competenze e delle conoscenze del candidato posto di
    fronte a situazioni nelle quali potrebbe trovarsi nello svolgimento delle funzioni, nel caso in cui
    vincesse il concorso.
    Durante le prove scritte i candidati potranno consultare esclusivamente il dizionario della lingua
    italiana messo a disposizione dalla Commissione Esaminatrice.

    Prova orale
    La prova è volta a verificare le conoscenze e le capacità del candidato, come ad esempio quella di
    contestualizzare le proprie conoscenze, di sostenere una tesi, rispondere ad obiezioni, di mediare
    tra diverse posizioni. Verterà oltre che sulle materie oggetto delle prove scritte, anche sulle ulteriori
    seguenti materie:
     accertamento delle conoscenze informatiche;
     accertamento della conoscenza della lingua inglese;
     accertamento dell'adeguata conoscenza della lingua italiana per i candidati che non siano di
    nazionalità italiana.