• Accedi • Iscriviti gratis
  • 1 posto dirigente lavori pubblici presso Comune di Valenza

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di dirigente, a tempo indeterminato, presso il quinto settore lavori pubblici. (GU n.47 del 14-06-2019)

    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    14/07/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    1) essere in possesso di diploma di Laurea vecchio ordinamento o diploma di laurea
    specialistica o magistrale in una delle seguenti discipline: ingegneria , architettura o
    titoli equipollenti (nel caso di titoli di studio equipollenti il candidato dovrà indicare
    espressamente la norma che ne stabilisce l’equipollenza);
    2) di essere in possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione di Ingegnere
    e/o Architetto;
    3) essere in possesso di uno dei seguenti requisiti professionali:
    a) essere dipendente di ruolo con almeno 3 anni di servizio svolto in posizione
    funzionale nelle Pubbliche Amministrazioni corrispondente per contenuto alle
    funzioni della categoria D;
    b) aver prestato servizio per 3 anni in funzioni dirigenziali o equiparate presso
    Pubbliche Amministrazioni;
    c) aver prestato 3 anni di servizio ricoprendo incarichi dirigenziali o di quadro in
    aziende private in funzioni equivalenti a profili pubblici;
    4) conoscenza della lingua inglese, nonché delle applicazioni informatiche più diffuse;
    5) essere in possesso di cittadinanza italiana. Tale requisito non è richiesto per i
    cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione europea;
    6) età minima 18 anni, non è previsto alcun limite massimo d’età ai sensi dell’art. 3
    comma 6 della Legge 127/1997;
    7) godimento dei diritti civili e politici. I candidati cittadini degli Stati membri dell’Unione
    europea devono godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di
    provenienza;
    8) non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica
    Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati
    dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, primo comma,
    lettera d) del T.U. delle disposizioni concernenti lo Statuto degli Impiegati Civili dello
    Stato, approvato con D.P.R. 10 gennaio 1957 n. 3;
    9) non aver subito condanne per delitti non colposi, salvo che non sia intervenuta la
    riabilitazione e non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
    10) non essere stati interdetti o sottoposti a misure che impediscano, ai sensi delle
    vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto d’impiego con la Pubblica
    Amministrazione;
    11) Essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva (solo per i concorrenti
    di sesso maschile nati anteriormente al 1986);
    12) Idoneità fisica all’impiego. L’Amministrazione sottoporrà a visita medica di controllo
    il vincitore del concorso, in applicazione della vigente normativa;
    13) Patente di abilitazione alla guida di veicoli a motore di categoria B o superiore.
    I cittadini di stati membri dell’Unione Europea devono possedere i seguenti requisiti:
    1) Titolo di studio equipollente a quello richiesto per i cittadini italiani;
    2) Godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o provenienza;
    3) Possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, degli altri
    requisiti previsti per i cittadini della Repubblica italiana;
    4) Avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
    Dove va spedita la domanda: 
    Comune di Valenza - Ufficio Protocollo - via Pellizzari n. 2 - 15048 VALENZA (Al)
    PEC: comune@cert.comune.valenza.al.it
    Contatta l'ente: 
    Comune di Valenza
    Via Pellizzari, 2
    15048 Valenza (AL) - Italy
    Telefono: (+39) 0131.949111
    Fax: (+39) 0131.949275
    EMail: comune@comune.valenza.al.it
    PEC: comune@cert.comune.valenza.al.it
    www.comune.valenza.al.it
    Prove d'esame: 
    Le materie del programma d’esame sono:
    1. Ordinamento degli Enti Locali;
    2. Codice dei contratti pubblici (D.Lgs. 50/2016); Codice dei beni Culturali e del
    paesaggio (D.Lgs 42/2004); T.U Ambiente (D.Lgs 152/2006); T.U. Espropriazioni
    (D.P.R. 327/2001);
    3. Norme sulla tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e nei cantieri edili;
    4. Progettazione e manutenzione delle infrastrutture e degli edifici;
    5. Valorizzazione del patrimonio comunale immobiliare e infrastrutturale;
    6. Tecniche delle costruzioni e piani di manutenzione;
    7. Diritto amministrativo;
    8. Ordinamento finanziario e contabile;
    9. Organizzazione delle amministrazioni pubbliche: gestione per obiettivi e relativi
    strumenti di programmazione, controllo e valutazione;
    10. Ruolo e funzioni del dirigente, competenze manageriali sia di tipo organizzativo che
    relazionale;
    11. Codice di comportamento dei pubblici dipendenti, compiti e responsabilità
    dirigenziali;
    12. Normativa in materia di gestione e disciplina del rapporto di lavoro del personale
    degli Enti Locali.
    ---
    Preselezione.
    ---
    Le prove sono tre e sono rivolte alla verifica del possesso di competenze che afferiscono
    allo specifico profilo professionale di “Dirigente del Settore Lavori Pubblici” e consistono:
    1) Prova scritta: a contenuto teorico, volta ad accertare il possesso delle competenze
    afferenti al profilo professionale da ricoprire, consistente nello svolgimento di un elaborato
    ovvero nella risoluzione di quesiti a risposta sintetica aperta su una o più materie tra quelle
    elencate sopra.
    2) Prova a contenuto teorico pratico: redazione di elaborati relativi a metodiche o
    procedure operative oggetto del concorso anche con l’utilizzo di PC.
    Per l’ammissione alla prova orale i candidati dovranno riportare nelle prime due prove una
    votazione non inferiore a 21/30 in ciascuna di esse.
    3) Prova orale consistente in un colloquio interdisciplinare sulle materie sopra elencate
    volto ad accertare l’idoneità culturale e professionale del candidato con riferimento ai
    contenuti tipici del profilo oggetto di concorso. Nel corso della prova orale verrà altresì
    accertata la conoscenza della lingua inglese, tale accertamento potrà essere effettuato
    attraverso un colloquio e/o mediante lettura e traduzione a vista di un testo scritto fornito
    dalla Commissione nonché dall’accertamento della conoscenza delle applicazioni
    informatiche più diffuse.