• Accedi • Iscriviti gratis
  • dirigente polizia locale presso COMUNE DI CASALE MONFERRATO

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di dirigente, a tempo indeterminato e pieno, settore polizia locale e protezione civile.

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    20/06/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Requisiti: 
    Per essere ammessi al concorso gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti:
    1. Possesso del seguente titolo di studio:
    • Diploma di Laurea vecchio ordinamento in Giurisprudenza, Scienze Politiche, Scienze
    dell'Amministrazione, Ingegneria Civile, Ingegneria Gestionale o laurea equiparata/equipollente;
    oppure
    • Diploma di Laurea Specialistica o Magistrale equiparati ai su indicati Diplomi del vecchio ordinamento ai
    sensi del Decreto Ministeriale 9 luglio 2009 “Equiparazioni tra diplomi di lauree di vecchio ordinamento,
    lauree specialistiche (LS) ex decreto n. 509/1999 e lauree magistrali (LM) ex decreto n. 270/2004, ai fini
    della partecipazione ai pubblici concorsi;
    2. Possesso dei seguenti requisiti professionali:
    a) dipendenti di ruolo delle Pubbliche Amministrazioni in possesso di un’anzianità di servizio di cinque anni
    effettivi, svolti in posizioni funzionali di lavoro per l’accesso alle quali è richiesto uno dei titoli di studio
    indicati al precedente punto 1.;
    b) dipendenti di ruolo delle Pubbliche Amministrazioni in possesso di uno dei titoli di studio indicati al
    precedente punto 1. nonché di diploma di specializzazione post-laurea, dottorato di ricerca o altro titolo
    post-laurea rilasciato da Istituti universitari italiani o stranieri, ovvero da altre Istituzioni formative
    pubbliche o private, tenuto conto delle modalità di riconoscimento previste dalla normativa in materia di
    accesso alla dirigenza statale, in possesso di un’anzianità di servizio di tre anni effettivi, svolti in
    posizioni funzionali di lavoro per l’accesso alle quali è richiesto uno dei titoli di studio indicati al
    precedente punto 1.;
    c) per i dipendenti delle amministrazioni statali, in possesso di uno dei titoli di studio indicati al precedente
    punto 1., reclutati a seguito di corso-concorso, il periodo di servizio di cui al punto a) e' ridotto a quattro
    anni;
    d) soggetti aventi la qualifica di Dirigente in Enti e Strutture pubbliche, diverse da quelle contemplate
    dall’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e ss.mm.ii., che abbiano svolto per
    almeno due anni le funzioni dirigenziali e coloro che abbiano ricoperto incarichi dirigenziali o equiparati in
    Amministrazioni Pubbliche per un periodo non inferiore a cinque anni, in possesso di uno dei titoli di
    studio indicati al precedente punto 1.;
    1e) cittadini italiani, in possesso di uno dei titoli di studio indicati al precedente punto 1., che abbiano
    maturato, con servizio continuativo per almeno quattro anni presso enti od organismi internazionali,
    esperienze lavorative in posizioni funzionali apicali per l'accesso alle quali è richiesto il possesso di uno
    dei titoli di studio indicati al precedente punto 1.;
    I requisiti professionali di cui sopra sono alternativi tra di loro. I periodi relativi ai singoli requisiti professionali
    summenzionati possono essere anche non continuativi (ad eccezione di quello elencato al punto d) e
    cumulabili tra loro e devono essere tutti debitamente dichiarati.
    3. Cittadinanza italiana. Tale requisito non è richiesto per i cittadini di uno degli Stati membri dell'Unione
    Europea nonché per:
    a) i candidati non aventi la cittadinanza di uno Stato membro dell'Unione Europea ma, in quanto familiari di
    cittadini italiani o di uno Stato membro dell'Unione Europea, risultanti titolari del diritto di soggiorno o del
    diritto di soggiorno permanente
    b) i candidati cittadini di Paesi Terzi titolari di:
     permesso di soggiorno UE per soggiorni di lungo periodo;
     status di rifugiato;
     status di protezione sussidiaria.
    I cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea e quelli indicati ai soprastanti punti a) e b) devono
    possedere i seguenti requisiti:
     Titolo di studio equipollente a quello richiesto per i cittadini italiani;
     Godimento dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o provenienza;
     Possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, degli altri requisiti previsti per i
    cittadini della Repubblica Italiana;
     Avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
    4. Età minima 18 anni, non è previsto alcun limite massimo d'età ai sensi dell'art. 3 comma 6 Legge 127/97;
    5. Godimento dei diritti civili e politici;
    6. Non aver riportato condanne penali o avere procedimenti penali in corso;
    7. Non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente
    insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell’art.
    127, primo comma, lettera d) del T.U. delle disposizioni concernenti lo Statuto degli Impiegati Civili dello
    Stato, approvato con D.P.R. 10 gennaio 1957 n.3;
    8. Non essere stati interdetti o sottoposti a misure che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in
    materia, la costituzione del rapporto d’impiego con la Pubblica Amministrazione;
    9. Insussistenza di circostanze di incompatibilità e di cause di inconferibilità previste dal D. Lgs. n. 39/2013 al
    momento dell'assunzione in servizio;
    10. Essere in possesso dei requisiti per il conferimento della qualifica di agente di P.S., ai sensi dell'art. 5,
    comma 2, della L. n. 65/1986, ovvero:
     non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo e non essere stato sottoposto a
    misure di prevenzione;
     non essere stato espulso dalle Forze Armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito dai pubblici
    uffici;
    11. Essere in possesso dei requisiti psico-fisici necessari per il porto d'armi di cui al D.M. Del 28/04/1988 e
    dell'abilitazione all'uso delle armi da fuoco in servizio e di dare disponibilità incondizionata a prestare servizio
    armato;
    12. Essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva (solo per i concorrenti di sesso maschile nati
    anteriormente al 1986); non essere stati riconosciuti obiettori di coscienza ovvero, per coloro che sono stati
    ammessi al servizio civile come obiettori di coscienza, essere stati collocati in congedo da almeno cinque
    anni e aver avanzata richiesta di rinuncia allo status di obiettore di coscienza entro la data di scadenza per la
    domanda di ammissione alla procedura concorsuale, attraverso presentazione di apposita dichiarazione
    presso l'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, come previsto dall'art. 636, comma 3 del D. Lgs. 66/2010;
    13. Idoneità fisica all'impiego. L'amministrazione sottoporrà a visita medica di controllo il vincitore del concorso,
    in applicazione della vigente normativa. Ai sensi della L. 28 marzo 1991 n. 120 si precisa che, per le
    particolari mansioni cui è preposto il profilo professionale in oggetto, la condizione di privo della vista di cui
    alla L. n. 68/1999 è da considerarsi inidoneità fisica specifica;
    14. Patente di abilitazione alla guida di veicoli a motore di categoria “B” o superiore.
    Tutti i requisiti che danno diritto all'ammissione al Concorso dovranno essere posseduti alla data di scadenza
    del termine stabilito nel Bando di Concorso per la presentazione della domanda.
    L’Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, sospendere o revocare, con provvedimento motivato, il
    termine di scadenza del presente bando o parte di esso, qualora necessità e opportunità di interesse pubblico lo
    richieda.
    Dove va spedita la domanda: 
    La stessa, dovrà pervenire entro il giorno 20/06/2019, con le seguenti modalità di presentazione:
    - direttamente al Protocollo Generale del Comune il cui orario di apertura al pubblico è: lunedì, martedì, giovedì e venerdì dalle ore 08.30 alle ore 13.00, mercoledì dalle ore 08.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 16.30;
    - inviate a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento e indirizzata al Comune di Casale Monferrato -Dirigente del Settore Economico Finanziario e Gestione delle Risorse Umane/Controllo di Gestione - Via Mameli n. 10 – 15033 CASALE MONFERRATO.
    - inviate mediante posta elettronica certificata personale (avente valore di raccomandata a.r.) alla casella ufficiale del Comune di Casale Monferrato, il cui indirizzo è il seguente: protocollo@pec.comune.casale-monferrato.al.it,
    Contatta l'ente: 
    Gli interessati potranno richiedere qualsiasi chiarimento
    inerente al suddetto bando al settore economico finanziario e
    gestione delle risorse umane/controllo di gestione - servizio
    personale e organizzazione del Comune di Casale Monferrato (tel.
    0142/444200 - 444259 o tramite posta elettronica all'indirizzo:
    persorg@comune.casale-monferrato.al.it).
    Prove d'esame: 
    1^ Prova scritta:
    a carattere teorico dottrinale e consistente nella redazione di un elaborato o nello svolgimento di domande a
    risposta aperta vertente sulle materie d'esame indicate al Punto 6.
    2^ Prova scritta:
    a contenuto teorico-pratico, vertente su uno o più delle materie indicate al Punto 6, sarà volta ad accertare la
    capacità dei candidati di dare applicazione alle conoscenze dottrinarie con riferimento ad ipotetiche situazioni
    amministrative, organizzative o comunque di lavoro nell’ambito dell’Ente.
    3^ Prova Orale:
    colloquio vertente sulle materie della prova scritta.
    Durante la prova orale verrà verificata la conoscenza della lingua inglese, nonché la competenza nell'utilizzo
    delle apparecchiature ed applicazioni informatiche più diffuse.